Da Soverato a Mondovì: la centrale Chiara Riparbelli nuovo innesto rossoblù

Dopo quattro stagioni importanti in Calabria, la giocatrice pugliese ha scelto la Lpm Bam per tentare l'assalto alla serie A1

Lascia Soverato dopo quattro anni intensi per accasarsi all'ombra della torre del Belvedere. Chiara Riparbelli, centrale 26enne, pugliese della provincia di Brindisi, ha scelto la Lpm Bam Mondovì per proseguire la sua brillante carriera sportiva. Una giocatrice di spessore e di sicuro affidamento, che nelle passate stagioni in Calabria ha sempre giocato con continuità, raggiungendo anche piazzamenti di classifica importanti. Ora per lei si apre quindi un nuovo capitolo, in maglia rossoblù, alla ricerca di quell'obiettivo che alla società sfugge purtroppo da qualche stagione: l'atteso salto di categoria in serie A1.

«I quattro anni a Soverato sono stati un processo enorme di crescita sportiva e anche personale – commenta Riparbelli, subito dopo la firma sul nuovo contratto –. Voglio mettermi in gioco e tirare fuori tutto quello che ho, per metterlo a disposizione della squadra. Mondovì mi ha sempre fatto una bellissima impressione ogni  volta che ci siamo scontrati in questi anni, e credo fortemente che sia un ambiente stimolante, a partire dalla società, di cui mi hanno sempre parlato molto bene. La mia estate? Per ora sono immersa nei libri, studio infatti inglese e russo. Spero che vada bene quest’esame per cui mi sto preparando! Dopo di che: dritta al mare il più possibile e spero di fare qualche cammino qui in Puglia».

Da avversaria, Riparbelli ha affrontato molte volte l’LPM BAM Mondovì e ha avuto modo di sentire l’entusiasmo del pubblico: anche quest’anno infatti una delegazione degli Ultras Puma è stata a Soverato. «Ai tifosi dico che mi ricordo bene di loro e del calore che si sentiva nel palazzetto - conclude - Non vedo l’ora di conoscerli. Insieme ci divertiremo».