Nuove soluzioni in attacco per il Puma: da Modica arriva a Mondovì Marika Longobardi

La schiacciatrice-opposta classe 1998, laureata in lingue, si è messa in mostra nella passata stagione a suon di ottime prestazioni: «Mondovì è la scelta giusta per la mia carriera. Ho accettato subito»

Protagonista, due stagioni fa, della storia promozione in serie A2 dell'Altino Volley, e capace di mettersi in mostra nella stagione appena conclusa con la maglia di Modica (neopromossa e poi retrocessa), arriva alla Lpm Bam Mondovì la salernitana Marika Longobardi. Classe 1998, Longobardi può giocare sia da schiacciatrice sia da opposta e proprio con la formazione siciliana, nell'anno del suo esordio nella seconda serie nazionale, si è già messa in evidenza con interessanti percentuali in attacco.

Un'operazione di mercato di assoluto valore, questa, per il ds Paolo Borello, che si assicura così le prestazioni di un giocatrice in possesso giù di importanti doti tecniche e con ancora indubbi margini di crescita, "attenzionata" dal Puma già almeno dall'anno scorso. Nello scacchiere di coach Bibo Solforati, Longobardi potrà agire da terza banda o da secondo opposto e sicuramente si rivelerà importante pedina, da inserire magari a gara in corso, senza rischiare di abbassare il potenziale offensivo del sestetto.

Oltre all’amore per la pallavolo, Marika nutre anche una forte passione per le lingue straniere, come dimostra la laurea in lingue e civiltà orientali, conseguita nel settembre 2020. «Ho voluto anche perfezionare il cinese, cambiando un po’ ambito: adesso sto studiando all’Università Ca’ Foscari di Venezia per ottenere la Magistrale in Politiche ed Economia dell’Asia orientale» racconta la nuova pumina.

Cosa ha spinto Longobardi ad attraversare l’Italia per raggiungere Mondovì? «Questa sarà la mia prima esperienza al nord. Ho conosciuto Solforati due anni fa, durante i play off promozione disputati con l’Altino e da lì abbiamo mantenuto i contatti – spiega la schiacciatrice –. Quest’anno, quando mi ha contattata, ho subito accettato perché mi hanno parlato molto bene della realtà di Mondovì. Ho preso questa decisione anche per l’allenatore e per la squadra che si sta allestendo: senza nessun dubbio ho pensato “è la scelta giusta per la mia carriera"».

24 anni compiuti a marzo, Marika Longobardi ha tanta voglia di lavorare per ambire a grandi risultati. «Punto ad una crescita personale: non sono giovanissima, ma sono comunque giovane e devo fare esperienza per migliorare. Spero di far bene come squadra: puntiamo in alto e spero che riusciremo a raggiungere obiettivi importanti».

Come ormai tradizione, non manca un messaggi rivolto ai tifosi monregalesi che già  hanno scritto a Marika Longobardi sui social, in seguito ai “rumors” sul suo arrivo a Mondovì. «Sono molto contenta che ci sia questo calore perché purtroppo la scorsa stagione non ho sentito molto la vicinanza del pubblico – spiega –. Quando sono stata in trasferta a Mondovì era impossibile non percepire l’affetto per la squadra: me lo ricordo bene. Ricordo anche che una delegazione della tifoseria era venuta addirittura a Modica: sugli spalti c’era la bandiera degli Ultras Puma e quando l’LPM BAM Mondovì ha vinto la partita è stato molto emozionante. Spero di trovarli tutti in palestra».