LA RUBRICA CHE ABBAIA – La Mondovì che vorremmo: un appello al sindaco

Rubrica a cura di Gea ODV

LA RUBRICA CHE ABBAIA - Freddy, ospite del Canile Rifugio 281 di San Michele
LA RUBRICA CHE ABBAIA - Freddy, ospite del Canile Rifugio 281 di San Michele

LA RUBRICA CHE ABBAIA

Avete presente il film “Il sesto senso”, ed il famosissimo dialogo “Vedo la gente morta”? Ecco, in questo periodo, a noi sembra di vivere una cosa simile. Ogni giorno ci imbattiamo in cani sofferenti, che stanno patendo silenziosamente il caldo soffocante. Qualche giorno fa, mentre il termostato di una farmacia di centro paese segnava 31 gradi alle ore 12, abbiamo visto un cane essere portato a passeggio al mercato. Mentre i padroni disattenti guardavano la merce esposta, il piccoletto (un cucciolo) cercava di andare sotto la bancarella alla disperata ricerca d’ombra e di un pezzo di suolo meno bollente. Quindi ci sembra giusto ricordare le regole base per la sopravvivenza durante l’estate, per goderla e non solo patirla!
1. Acqua fresca sempre a disposizione: sia che siate a casa ma a maggior ragione se siete in giro, armatevi di bottigliette e mettetele sempre a disposizione del vostro cane. Secondo alcune ricerche i cani di grossa taglia dovrebbero bere ogni mezz’ora. Dato indicativo, l’importante è che possano bere quando ne hanno bisogno.
2. Scegliete bene l’orario della passeggiata. D’estate è vietato uscire quando si vuole, bisogna stabilire delle regole, soprattutto se si vive in città. Al mattino presto tutto è concesso: fino alle 11, Fido sarà felice di andare a passeggio; da mezzogiorno in poi, meglio evitare! L’asfalto, il sole, l’aria sono caldi, insomma, fa caldo! Lui non può lamentarsi ma è davvero pericoloso ed il rischio di un malessere (soprattutto per i cani di taglia più grossa) è alto. Se non potete portarlo fuori al mattino presto, limitate al minimo la passeggiata e riprovateci alla sera, quando il sole cala e si respira di nuovo.
3. Meglio prediligere la natura: boschi e parchi saranno un luogo di gioia per il vostro cane (ma questo tutto l’anno!) e, se potete e al vostro cane fa piacere, concedetegli l’accesso all’acqua, nel senso che ci si possano proprio immergere. Pozzanghere, laghi, fiumi, tutto è ben accetto! E ricordate che è sempre meglio bagnare la parte sotto dei cani (pancia) piuttosto che testa e “schiena”.
4. Le copertine refrigeranti possono aiutare ad alleviare la calura post passeggiata: se avete la possibilità portatevela sempre dietro così da averla sempre a disposizione (esistono di tutte le dimensioni). E, una volta tornati a casa, lasciate che Fido vada a coricarsi sopra, questo lo aiuterà ad abbassare la temperatura corporea e a rilassarsi.
5. Non tosate il cane di vostra spontanea volontà! Non tutti i cani devono essere tosati: il pelo del cane è un termoregolatore permettendo al cane di mantenere la temperatura corporea stabile. Piuttosto spazzolatelo, perché il pelo in eccesso dà fastidio e va eliminato.
L’estate è una stagione affascinante, ma, a differenza nostra, Fido non può lamentarsi e andare a mangiarsi un gelato per rinfrescarsi, quindi tocca a voi capire quando fa troppo caldo per lui ed aiutarlo. Meglio un’uscita in meno se significa passeggiare con asfalto bollente e caldo soffocante. Parola di Fido.

LA RUBRICA CHE ABBAIA - Per Gea Odv - Andressa Amorim

 

 

___

VUOI ESSERE SEMPRE INFORMATO?
Sì, voglio le news gratis in tempo reale - ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM - CLICCA QUI
Sì, voglio le top news gratis ogni settimana - ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER - CLICCA QUI