A San Giacomo il festival della marionetta

Nel weekend a San Giacomo di Roburent andrà in scena (è proprio il caso di dirlo) la nuova edizione di una manifestazione particolarissima: “San Giacomo in festival” ovvero una rassegna dedicata al teatro di figura, in parole povere, marionette. La manifestazione si terrà nei giardini di San Giacomo dal 28 al 31 luglio. È organizzata dall’Istituto italiano della marionetta, con il patrocinio della Regione Piemonte, della Provincia di Cuneo, della Camera di Commercio e col contributo del Comune di Roburent e del Consorzio idrico Sangiacomo. Dopo due anni di fermo forzato dovuto alla pandemia, il festival riparte con la direzione artistica di Giuseppe Cardascio e Salvatore Varvaro de “La Bottega Teatrale” di Fontanetto Po (Vc), che hanno programmato quattro spettacoli molto intensi e interattivi ed un laboratorio per i più giovani strutturato su due giorni il sabato 30 e la domenica 31 luglio.


Il programma
Giovedì 28 luglio alle ore 21.30 presso l’arena dei giardini a Sangiacomo la compagnia “Officina Teatro A_ctuar” di Ferrara presenta “Il venditore di paure”, spettacolo d’ombre e narrazione con Sara Draghi e Massimo Festi.
Venerdì 29 luglio alle ore 17.30 presso i giardini Stefano Vagnoni di Ivrea presenta “Zimba Magic Show”, spettacolo comico con magia e pupazzi parlanti.
Sabato 30 luglio alle ore 21.30 presso la tensostruttura ai giardini di via Uranio, la compagnia “La Bottega Teatrale” di Fontanetto Po porta in scena “Pinocchio”, spettacolo con attori, pupazzi e ombre, con Salvatore Varvaro e Giuseppe Cardascio.
Domenica 31 luglio alle ore 17.30 la compagnia “La Bottega Teatrale” di Fontanetto Po in piazza Edue Magnano propone “Figure in varietà”, spettacolo con attori, pupazzi, burattini e muppets con Salvatore Varvaro e Giuseppe Cardascio. Al termine si terrà il saggio conclusivo del laboratorio con i ragazzi di San Giacomo di Roburent.

Il saluto dei direttori artistici: «Uno splendido laboratorio interattivo»

«Da quest’anno tocca a noi portare avanti il festival e proseguire l’opera di intrattenimento per i bambini e i ragazzi a Sangiacomo in questa estate torrida. Abbiamo accettato con entusiasmo questa chiamata, anche perché abbiamo frequentato Sangiacomo per molti anni con i nostri spettacoli, e abbiamo cercato di fare il meglio in una ripresa post-pandemica difficoltosa e non priva di insidie. Ci siamo guardati attorno e abbiamo realizzato un cartellone di soli quattro spettacoli e di uno splendido laboratorio altrettanto coinvolgente ed interattivo. Come nostra consuetudine abbiamo cercato di dare un ventaglio generale di tecniche concentrate in così pochi spettacoli, ma di un divertimento assicurato per tutti, grandi e piccini», Giuseppe Cardascio e Salvatore Varvaro.