Nuovi atti vandalici alla stazione di Trinità, il sindaco: «Il paese è in ginocchio»

Porte divelte, vetri rotti, cestini incendiati. Il sindaco: «Non bastava la devastazione del temporale di lunedì. Ora al danno si aggiunge altro danno, non ho più parole»

Ennesimo, purtroppo, episodio di vandalismo da parte di ignoti, nel Comune di Trinità. La segnalazione giunge direttamente dal sindaco Ernesta Zucco, che ci invia alcune foto, commentando: «Con estrema amarezza vi informo di questo scempio, avvento nella notte tra mercoledì 27 e giovedì 28 luglio. Non bastava la devastazione del temporale di due giorni prima che ha danneggiato strutture sia pubbliche sia private. I soliti imbecilli, sfaticati e annoiati aggiungono danno al danno, con nuovi gravi episodi nell’area della stazione ferroviaria (porte divelte, vetri rotti, cestini incendiati). Trinità è in ginocchio: le colture sono andate perse, gli orti distrutti, i capannoni scoperchiati, alcune costruzioni letteralmente “portate via” dalla furia del vento – prosegue il primo cittadino –. E poi ancora, danni a parco Allea e a via Roma, alle alberate di via Marro, di via Stazione, della palestra. La segnaletica stradale divelta. Chi si annoia, potrebbe aiutare a risistemare il paese, invece di recare altro danno. Chiedo ai cittadini responsabili di continuare a controllare il territorio, per metterlo al sicuro da questa masnada di irresponsabili. Non ho più parole».