Ritorno a scuola: alunni senza mascherina, tranne col boom di contagi

Sono state emesse ieri, 5 agosto, da Istituto Superiore della Sanità e dal Ministero dell'Istruzione, le linee guida per le norme Covid di "ritorno in classe" per l'anno scolastico 2022-2023. Le norme riguardano le Scuole dalle Elementari alle Superiori per i bambini della scuola dell’infanzia si attendono disposizioni a parte).

Cosa prevedono? SCARICA QUI IL PDF

MASCHERINE - La mascherina non sarà più obbligatoria per gli studenti, a meno che questi ultimi non presentino lievi sintomi (non gravi e non febbre) compatibili col COVID (basta la mascherina chirurgica) o soggetti fragili (in questo caso, mascherina FFP2).

Restano misure generiche come igienizzazione delle mani e sanificazione periodica dei locali. resta anche attivo il ruolo del referente Covid d’istituto.

IN CASO DI BOOM DI CONTAGI - In caso di rialzo brusco dei contagi potranno tornare disposizioni anti-Covid più rigide, tra le quali figurano il “distanziamento di almeno 1 metro” e l'uso obbligatorio di “mascherine chirurgiche, o FFP2, in posizione statica e/o dinamica”, “somministrazione dei pasti nelle mense con turnazione” e “consumo delle merende al banco”.

QUARANTENE - Non potranno entrare a scuola allievi e docenti positivi al virus (ovviamente), con sintomatologia compatibile con COVID-19 (sintomi respiratori acuti come tosse e raffreddore con difficoltà respiratoria, vomito, perdita del gusto, perdita dell’olfatto, cefalea intensa) o temperatura superiore ai 37,5° C.