Elezioni: il compagno della ministra Dadone candidato al Parlamento?

Per ora si tratta di un'indiscrezione trapelata, prima tra le fila del Movimento 5 Stelle e poi riportata dal quotidiano on line torinese "Lo Spiffero" - che però, va detto, molto spesso su questo tipo di rumors "ci azzecca". Ergys Haxhiu, il compagno della ministra uscente Fabiana Dadone, sarà candidato al Parlamento. C'è dunque un'altra ipotesi di candidatura monregalese per le elezioni del 25 settembre, dopo quella del segretario PD Luca Pione. Per quanto riguarda invece Enrico Costa (in Azione, con Calenda), la sua candidatura è data da tutti per scontata e in un collegio "sicuro".

Come ormai noto, la ministra Fabiana Dadone non sarà ricandidata: la norma rigida del Movimento, "2 mandati e poi a casa", fortemente ribadita dal garante Beppe Grillo e di fatto accettata/subìta da Conte, non lo consente (Conte non si è formalmente opposto, ma la regola impone di rinunciare a molti parlamentari che ora avevano un'esperienza alle spalle). E tra i "non-ricandidabili" c'è appunto Dadone: deputata dal marzo 2013, in opposizione coi Governi di Letta, Renzi e Gentiloni fino al 2018 e, dal 2019, ministra prima nel Conte-2 (alla Pubblica Amministrazione) e poi con Draghi (alle Politiche giovanili).

Ergys Haxhiu, compagno della Dadone, esperto di comunicazione web e di professione agente di Polizia locale, è da sempre dentro il Movimento a fianco della Dadone fin dai primi meet-up monregalesi. Per il 2022 ha dato la propria disponibilità a candidarsi: saranno le consultazioni on-line degli iscritti a decidere chi sarà poi effettivamente candidato.

L'indiscrezione non è stata smentita da nessuno. All'interno del Movimento qualcuno dice che non è affatto una novità e che, anzi, era una cosa attesa e nota da tempo. Haxhiu, pur non essendo mai stato candidato nelle altre tornate parlamentari, è sempre stato un nome attivo nei pentastellati piemontesi. Da capire in quale collegio verrà candidato. La Dadone potrebbe invece mantenere un ruolo nel Movimento da esterno quale, per esempio, la carica di "probiviro" che ricopre già da tempo.