Caro bollette: «La situazione è drammatica. Il Governo deve pensare anche alle imprese più piccole»

Confesercenti: «Costituiscono la rete portante del commercio in province come la nostra»

«Hanno ragione a lamentarsi gli esercenti, per un caro bollette che sembra non aver fine: confrontando le bollette delle aziende associate a Confesercenti, il rincaro è di oltre il 65% per l'energia elettrica e siamo su una percentuale simile anche per il gas. Urge un intervento serio e mirato da parte del governo, altrimenti molte attività commerciali medio piccole rischiano di chiudere. È impensabile attivare un mutuo per pagare le bollette». Con queste parole Nadia dal Bono, direttore generale Confesercenti Cuneo, ha commentato le parole dei molti commercianti esasperati da rincari che mettono a rischio i guadagni di mesi di lavoro se non addirittura la sopravvivenza stessa dell'esercizio commerciale.

«Fino ad ora l'attenzione è stata rivolta soprattutto alle grandi aziende e sui settori così detti “energivori”. Ma è arrivato il momento di pensare anche alle imprese medio piccole – precisa dal Bono –, che costituiscono la rete portante del settore commerciale, soprattutto in provincia Granda. Senza contare che l'incertezza per il futuro e l'aumento dei costi al quale devono far fronte le famiglie, porterà inevitabilmente ad una contrazione dei consumi. E a patirci saranno ancora una volta i commercianti». «Per evitare di tornare al lume di candela, è necessario mettere in atto tutte le strategie possibili per ridurre il prezzo della bolletta. Strategie che passano non solo o forse non tanto dai bonus, ma soprattutto da una strategia a più ampio respiro, che guardi al futuro per arginare costi di luce e gas che purtroppo saranno sempre alti. Per questo Confesercenti – conclude il direttore – è in grado di offrire ai suoi associati un piano studiato su misura per un check-up sulle bollette per attuare strategie mirate al risparmio, attivazione per l'ingresso al mercato libero ed eventuali pratiche di reclamo all'Autorità garante».



Scopri anche

Un grosso cinghiale intrappolato nel canale: a Garessio intervengono i Vigili del fuoco

Un cinghiale era rimasto intrappolato nel canale della diga presso la centrale idroelettrica a Trappa (Garessio). È quanto avvenuto nel pomeriggio di oggi, domenica 27 novembre, quando, su segnalazione di alcuni residenti, sono intervenuti...

Oggi a Mondovì la celebrazione per la “Virgo Fidelis” con l’Arma dei Carabinieri

Questa mattina, domenica 27 novembre, la Compagnia dei Carabinieri di Mondovì ha celebrato la ricorrenza della "Virgo Fidelis", Patrona dell'Arma dei Carabinieri dall'11 novembre 1949. La funzione religiosa si è svolta nella chiesa del...

«Com’eri vestita, quando ti hanno stuprata?», a Mondovì la mostra di Amnesty

"Era un mio compaesano, mi ospitava perché nona avevo casa. Ogni volta che la moglie usciva, mi violentava". "Quando siamo arrivati nel parcheggio, ha chiuso tutte le porte dell'auto: e mi ha stuprata". "Quel...

“Luci a Piazza”: piazza Maggiore si trasforma in un bosco natalizio

LUCI A PIAZZA. Prende il via lo show luminoso nel rione storico di Mondovì. Ecco qualche immagine. Lo spettacolo di "mapping" sulle facciate storiche va in scena anche oggi, domenica 27 novembre, dalle 19...