Crava: dal Pnrr arrivano 1 milione e 400 mila euro per costruire la nuova Materna

Maxi finanziamento appena accordato dal Ministero al Comune di Rocca de' Baldi. Il sindaco Curti: «Un sogno che ora può realizzarsi. Mancano i termini esatti, ma il dado è tratto»

Ricostruzione grafica del nuovo edificio che ospiterà la Materna

“Colpaccio” dell’Amministrazione comunale di Rocca de’ Baldi. Dai fondi del Pnrr in riferimento alla graduatoria per i “Poli d’Infanzia” del Ministero dell’istruzione è infatti appena stato accordato al Comune un maxi finanziamento da 1 milione e 400 mila euro, che servirà per la costruzione della nuova Scuola materna. Alla pubblicazione delle graduatorie, esulta il sindaco Bruno Curti, che commenta: «Un sogno che ora potrebbe davvero realizzarsi. Non si conoscono ancora i termini esatti ma… il dado è tratto. Il plesso scolastico di Crava va dal micronido alle Medie: in sostanza, si entra a tre mesi e si esce a 14 anni. Dopo gli importanti interventi di miglioramento sismico ed efficientamento energetico sulla Media e sulla palestra, per oltre un milione di euro, si stava cercando la soluzione per intervenire sul fabbricato che attualmente ospita la Materna e la Primaria».

L’edificio sarà costruito nell’area vicina alla palestra. Intanto si pensa anche alla Primaria
Le due scuole per i più piccoli attualmente si trovano all’interno di un fabbricato ottocentesco di proprietà dell'Ente Asilo Infantile Peirone sul quale gli interventi di messa in sicurezza hanno costi proibitivi, inoltre non è possibile accedere a fonti di finanziamento consistenti, riservate agli edifici pubblici. «Vista la situazione – spiega Curti –, una task force regionale opportunamente convocata aveva concordato nell'analisi e nell'unica soluzione possibile: prevedere una nuova struttura nell'area adiacente la palestra, ora adibita, specialmente in periodo Covid, a spazio libero per esercizi sportivi». Con i fondi promessi da Roma potrà così nascere una nuova struttura interamente dedicata alla Materna. «Il tema della sicurezza scolastica è all'ordine del giorno a livello nazionale ed è stato uno dei punti fermi nell'Amministrazione di questi anni – prosegue Curti –. Sulle scuole bisogna investire e, grazie anche agli insegnanti ed agli operatori tutti, il nostro plesso continua ad attirare alunni. Dato importante, per favorire anche lo sviluppo sociale della comunità». Con l'Amministrazione dell'Ente Asilo Infantile Peirone negli anni si è sviluppata una fattiva e proficua collaborazione: «Ringrazio l'Ente Asilo per ciò che ha fatto in questi anni e per il sostegno al progetto futuro, che con loro abbiamo condiviso. Intanto – conclude il primo cittadino –, in previsione di mettere in sicurezza i bimbi della Scuola dell’infanzia (si spera nella positiva conclusione dell'iter), si sta lavorando anche per progettare soluzioni che possano garantire un edificio sicuro anche agli alunni della Primaria. Stiamo valutando di concerto con l'Ente Asilo una eventuale acquisizione di parte dell'area dell’edificio principale, per potervi impostare la realizzazione di un nuovo edificio e proseguire la collaborazione per i servizi collegati: mensa ed assistenza alunni, in primo luogo».



Scopri anche

Un grosso cinghiale intrappolato nel canale: a Garessio intervengono i Vigili del fuoco

Un cinghiale era rimasto intrappolato nel canale della diga presso la centrale idroelettrica a Trappa (Garessio). È quanto avvenuto nel pomeriggio di oggi, domenica 27 novembre, quando, su segnalazione di alcuni residenti, sono intervenuti...

Oggi a Mondovì la celebrazione per la “Virgo Fidelis” con l’Arma dei Carabinieri

Questa mattina, domenica 27 novembre, la Compagnia dei Carabinieri di Mondovì ha celebrato la ricorrenza della "Virgo Fidelis", Patrona dell'Arma dei Carabinieri dall'11 novembre 1949. La funzione religiosa si è svolta nella chiesa del...

«Com’eri vestita, quando ti hanno stuprata?», a Mondovì la mostra di Amnesty

"Era un mio compaesano, mi ospitava perché nona avevo casa. Ogni volta che la moglie usciva, mi violentava". "Quando siamo arrivati nel parcheggio, ha chiuso tutte le porte dell'auto: e mi ha stuprata". "Quel...

“Luci a Piazza”: piazza Maggiore si trasforma in un bosco natalizio

LUCI A PIAZZA. Prende il via lo show luminoso nel rione storico di Mondovì. Ecco qualche immagine. Lo spettacolo di "mapping" sulle facciate storiche va in scena anche oggi, domenica 27 novembre, dalle 19...