Niella Tanaro: una Festa del pane all’insegna del Barbarià

La kermesse ha avuto come ospite d’onore il sindaco di Peillon, vicino a Nizza. Premiazioni dei concorsi artistici incoronano Alessandro Vicedomini e Anna Maria Clerico e l’artista Alessandro Anastasio

di PAOLO ROGGERO e ALESSANDRO BRIATORE

Videoservizio di Alessandro Briatore

Due giorni di iniziative all’insegna del pane hanno avuto Niella Tanaro e la sua storia come protagonisti. La seconda edizione della “Festa del pane” è stata incentrata sul “Barbarià”, una miscela povera che oggi viene riscoperta per il suo caratteristico sapore e le qualità organolettiche. Sabato mattina l’inaugurazione con la battitura del grano nella piazza della chiesa e, per le vie del paese, l’apertura dei banchetti dedicati alle eccellenze enogastronomiche italiane. «Ringrazio il consigliere Simone Tomatis per l’impegno profuso – le dichiarazioni del sindaco Mario Mina –. Tutti gli anni dedicheremo l’evento a un differente tipo di pane, ne abbiamo oltre 40 quindi credo che avremo ancora numerose occasioni in cui celebrare questo amato prodotto da forno». «Una tradizione antica che si lega indissolubilmente con la Francia e in particolare la Costa Azzurra dove, all’inizio del secolo scorso, migrarono molti dei nostri concittadini dediti all’arte bianca, i cui nipoti oggi tornano volentieri per riscoprire il paese dei loro antenati e le proprie radici – prosegue il primo cittadino –. Il prossimo passo sarà quello di coinvolgere Saint-Paul de Vence, il cui sindaco è un discendente dei Camilla, originari di Niella Tanaro. Un contatto di amicizia, da cui si sviluppa una bella collaborazione e porta oggi al recupero di numerose abitazioni: molti compaesani, partiti garzoni, hanno fatto strada divenendo imprenditori e adesso reinvestono parte di quei guadagni ristrutturando le case in stile Liberty dei loro nonni. Questo sviluppa il turismo e fa bene a tutto il territorio monregalese». Un connubio vincente che trova un immediato riscontro per le strade che attraversano il paese, dove è facile incontrare italo-francesi pronti a raccontare storie e tradizioni tramandate attraverso le generazioni.

Il Barbarià, con gli Ambassadeurs du pain
Il taglio del nastro è avvenuto alla presenza di tanti bambini, il futuro non solo della manifestazione ma del territorio stesso. Sotto l’occhio curioso del pubblico, gli Ambassadeurs du pain (il vincitore della Coppa d’Europa di panificazione Christian Trione, Alessandro Vicedomini di Cuneo e Paolo Goretti di Castellamonte) hanno impastato il pane Barbarià poi cotto nel forno comunitario e gustato la sera, durante la cena di gala. «Il Barbarià è una miscela non conosciuta (nel senso delle sue proporzioni) composta da grano tenero e segale – la spiegazione di Enrico Bergamaschi dell’agri-forno “Rosso Gentile” di Vicoforte –. Veniva panificato soprattutto nelle vallate montane dove erano seminati il grano tenero insieme alla segale. Abbiamo riscoperto un pane gustoso, saporito, umido, dalle sviluppate qualità organolettiche che ritrova oggi un ottimo riscontro da parte della clientela». Tra gli ospiti intervenuti alla rassegna anche una delegazione francese proveniente dal Comune di Peillon, a pochi chilometri da Nizza, capitanata dal sindaco Jean Marc Rancurel. Inoltre, era presente anche l’esperto di arte bianca e noto volto televisivo Fulvio Marino, dell’omonimo mulino di Cossano Belbo.

I vincitori dei concorsi artistici: il nuovo murales sarà di Sandro Anastasio


Nel tardo pomeriggio del sabato presso la confraternita si sono tenute le premiazioni dei concorsi artistici banditi dalla Pro Niella Tanaro. Il presidente Emanuele Rovella ha dato conto delle decisioni della giuria e svelato i vincitori dell’annata. I giurati, Attilio Ianniello, direttore del Comizio Agrario, Piero Rigucci, presidente Associazione panificatori della provincia di Cuneo, Gian Mario Mina, sindaco, e Silvio Matteo Borsarelli, professore di scienza dell’alimentazione. I vincitori della sezione amatoriale sono, dal terzo al primo classificato, Sofia Gjiriti di Mondovì, Assunta Terreno di Niella Tanaro e Anna Maria Clerico, sempre di Niella. Tra i panificatori professionisti, vince Alessandro Vicedomini di Confreria, seguito da Gigetto Giacosa di Alba e Enrico Gerlotto, anche lui albese. Per quanto riguarda il concorso grafico, è stato scelto l’elaborato dell’artista Alessandro Anastasio di Bra. Secondo premio a Piermario Longo di Niella, e terzo a Elena Viola di Borgo San Dalmazzo. I giurati di questa rassegna sono stati: Gianluigi Beccaria, ex docente universitario, Gian Mario Mina, sindaco, Giangiacomo Calvi, docente dell’Accademia delle belle arti di Novara, Attilio Ianniello, direttore del Comizio Agrario, Emanuele Rovella, presidente Pro Niella Tanaro.

I Vassallo, famiglia simbolo dell'emigrazione niellese

«La famiglia Vassallo, tra i primi a emigrare e ad aprire Oltralpe una boulangerie, ebbe 18 figli di cui 17 divennero a loro volta panettieri – ha riferito Géraldine Giraud, autrice del film “Au nom du pain”, che ha incontrato alcuni dei loro discendenti –. Il campione di ciclismo Celestino Camilla mosse i primi passi proprio nella loro bottega, facendo il porta-pane e mettendo subito in mostra le proprie qualità. Tutti sentono ancora forte il legame con le proprie radici, hanno mantenuto la casa di famiglia e ogni estate tornano nel paese di cui sentono di far parte. Nei prodotti legati all’arte bianca è ancora vivo questo senso di appartenenza, figlio dei tanti racconti su Niella Tanaro, sentiti fin da bambini. L’intenzione, condivisa con l’Amministrazione, è quella ricostruire l’albero genealogico che tiene uniti i tanti compaesani emigrati e dipingerlo sulla facciata del municipio».

Bocce quadre: dopo la panificazione del Barbarià, complici Gregorio e Lanza del Comitato Bocce quadre, si innesca la sfida Italia-Francia in piazza Giondo (ha vinto l’Italia di stretta misura)

Il sindaco Mina: «Un grande ringraziamento ai volontari»

«Sono davvero grato al gruppo degli Alpini, al gruppo dei volontari, a cominciare da Giorgio Fenoglio, Marco Quaglia e tutti i ragazzi che hanno collaborato per poter riuscire a gestire questa manifestazione. Inoltre voglio dire un grande grazie alle donne che hanno servito pranzi e cene sotto la tenda. Sono tutti volontari, tutti ragazzi e ragazze di Niella che hanno voluto prestare la loro opera». Il sindaco Gian Mario Mina intende esprimere la propria gratitudine e la propria soddisfazione per questa seconda edizione: «Sono molto soddisfatto: abbiamo sempre detto che si partiva in un periodo difficile e che lo si sarebbe fatto lentamente. L’anno scorso è andata bene, quest’anno è andata altrettanto bene. Abbiamo avuto anche personalità importanti, come il sindaco di Peillon Jean Marc Rancurel con la sua delegazione e Fulvio Marino, noto volto televisivo, che ha voluto essere qui da noi, rinunciando ad altri impegni. L’Ambassadeur du pain ha fatto la differenza, ho ricevuto tantissimi apprezzamenti. Si può migliorare, ma nell’insieme è andata bene. È vero che abbiamo avuto un calo di affluenza sulla giornata del sabato, ma fortunatamente la domenica è stata positiva anche da quel punto di vista. Credo che questa manifestazione debba trovare un consolidamento, i professionisti del settore mi dicono che ci vogliano almeno 4-5 edizione per farlo. Proseguiremo con molta tranquillità: non abbiamo l’obbligo di fare grandi numeri ma vogliamo mantenere un livello d’eccellenza, e tutti gli anni aggiungeremo un piccolo tassello facendo crescere la manifestazione».

A dispetto delle bizze del meteo, sabato sera ha potuto levarsi in volo la mongolfiera di Luca Boetti, per i voli vincolati. Suggestiva l’immagine del lancio dello stendardo

Scopri anche

Clavesana, maestra aggredita in paese da una mamma di un ex alunno

È stata avvicinata e aggredita all'uscita di un negozio, a Clavesana. La vittima è una maestra, che insegna alle Elementari del paese. Sarebbe stata individuata e poi insultata da una signora, mamma di un...

Villanova. Michele Pianetta ufficializza la candidatura a sindaco

Michele Pianetta, attuale vicesindaco di Villanova, ha ufficializzato la propria candidatura a sindaco in vista delle prossime elezioni comunali. Al momento attuale, dunque, si profila una sfida a due, con lo sfidante...

Sant’Albano: gli Alpini ricordano la ritirata di Russia, 80 anni dopo la tragedia

Da venerdì 3 a domenica 5 febbraio, Sant’Albano ha ospitato una tre giorni interamente dedicata alla ritirata di Russia, ad 80 anni esatti di distanza dalla tragedia che interessò da vicino moltissimi giovani e...

Prof. del Liceo di Mondovì pubblica una biografia di Guccini… dal “punto di vista”...

Una biografia in prosa che però nasce dalle strofe. «C’è chi sostiene che un artista non possa raccontare sé stesso coi versi. Io invece credo di sì e, partendo dalle canzoni che Guccini ha...

Ceva: si presenta il progetto del “Museo del fungo”

E' in corso, presso il Municipio di Ceva, la conferenza stampa di presentazione del futuro "Museo del Fungo". Un sogno che si appresta a diventare realtà. Ad illustrare il progetto e le fasi che...

Mondovì, ecco i cartelli elettronici che avviseranno dei blocchi del traffico

Da ieri, lunedì 30 gennaio, sono stati piazzati a Mondovì i primi cartelli elettronici che avviseranno dei blocchi del traffico. Il Comune spiega: «La città di Mondovì, insieme ad altri 76 Comuni del Piemonte, deve...