“Forme & Colori”: l’arte contemporanea incanta l’Alta Langa

Allestimento diffuso. A Bossolasco le potenti “chiavi” di Franco Alessandria, a Mombarcaro la “barca” di Viglino, al castello di Grinzane le eleganti sculture di Unia

Le opere di Alessandria, Viglino e Unia esposte rispettivamente a Bossolasco, Mombarcaro e Grinzane Cavour

È stata presentata venerdì 9 settembre nella “sala delle maschere” del castello di Grinzane Cavour, la 9ª edizione della mostra d’arte contemporanea “Forme & Colori”. Un “allestimento diffuso” tra l’Albese e le Langhe, che coinvolge i borghi di Albaretto della Torre, Bergolo, Bossolasco, Diano d’Alba, Grinzane Cavour, Mombarcaro, Niella Belbo, Sale San Giovanni, San Benedetto Belbo e Serravalle Langhe e gli artisti Franco Alessandria, Daniele Aletti, Giovanni Borgarello, Roberto Bruno, Cristiana Cravanzola, Gabriele Garbolino, Daniela Guggisberg, Franco Marabotto, Osvaldo Moi, Sergio Unia e Gian Piero Viglino. Nel centro storico di Bossolasco sono esposti le potenti opere del piozzese Franco Alessandria, l’artista delle chiavi, che realizza sculture in ferro dal fortissimo impatto, “costruite” utilizzando appunto antiche chiavi e serrature in ferro, assemblate tra loro con grande maestria. A Mombarcaro, suggestiva l’opera “Libera… siamo tutti migranti”, una barca nel prato, di Gian Piero Viglino. Spettacolare poi l’allestimento delle sculture del roccafortese Sergio Unia, che impreziosiscono con grande eleganza il parco del castello di Grinzane Cavour. «L’obiettivo fin dall’inizio è stato quello di creare un clima di sana e proficua collaborazione tra realtà territoriali e produttive molto diverse, che permettesse di concorrere al raggiungimento di un obiettivo comune – spiegano gli organizzatori della mostra –. Si sono contattati alcuni Comuni rappresentativi della bassa e dell’alta Langa ed è nata così la modalità diffusa di “Forme & Colori”, ossia installazioni d’arte contemporanea di primaria importanza collocate in luoghi appositamente studiati per creare un dialogo tra arte, architettura e paesaggio». La mostra è visitabile fino al 30 novembre.