Capolavoro di Franco Alessandria, all’ingresso della Casa di riposo di Piozzo

Un olio su tavola, di fortissimo impatto. La riconoscenza dell’artista: «Le suore dell'Albarosa dedicano la loro vita alla preghiera e agli anziani. La ricchezza del donare arricchisce l’anima»

Franco Alessandria nel salotto di casa sua, con il dipinto donato alla Casa di riposo

Un’opera di forte impatto, appena realizzata dall’artista piozzese Franco Alessandria, accoglie ora i visitatori che entrano nella Casa di riposo dell’Albarosa. La grande tavola (113 centimetri di altezza per 93 centimetri di lato) è stata infatti appena collocata nell’atrio della rinnovata Residenza per anziani. Un quadro a connotazione fortemente locale, all’interno del quale spicca infatti un’ambientazione tipicamente piozzese, con l’inconfondibile balconata dell’Albarosa e la chiesetta simbolo del luogo, sullo sfondo. Un regalo “con il cuore”, un olio dallo stile inconfondibile, emozionante, che Alessandria ha voluto donare, in segno di sincera gratitudine, alle suore che gestiscono la struttura e si occupano degli anziani con amorevolezza, svolgendo un servizio importantissimo, senza clamori. Accolti, con un bicchiere di Rosè francese, in casa sua, dove ogni angolo (giardino compreso) parla della sua arte e ricorda episodi della sua incredibile esistenza, Franco Alessandria racconta: «Ho deciso di dedicare un po’ del mio tempo a quest’opera. L’ho voluta donare a suor Domenica, a suor Elena e alle consorelle della Casa di riposo. Queste suore dedicano la loro vita e il loro tempo alla preghiera e ad accudire, confortare, curare, accompagnare e rasserenare i loro anziani ospiti. Penso ci siano molti tipi di ricchezza: una è l’avere, l’altra è il donare. Quasi tutti scelgono la prima strada, ma la ricchezza del donare è senza dubbio la più gratificante, arricchisce l’anima. Siccome neanche l’asino per niente non muove la coda, essendo io incallito peccatore, mi sono fatto regalare un sacco di preghiere dalle amate suore e un contributo dal “Becan”, Franco Battaglio, grande amico. La margherita dipinta è un omaggio a mia madre, Margherita, che ho avuto solo per il tempo di un battito d’ali».



Scopri anche

Un grosso cinghiale intrappolato nel canale: a Garessio intervengono i Vigili del fuoco

Un cinghiale era rimasto intrappolato nel canale della diga presso la centrale idroelettrica a Trappa (Garessio). È quanto avvenuto nel pomeriggio di oggi, domenica 27 novembre, quando, su segnalazione di alcuni residenti, sono intervenuti...

Oggi a Mondovì la celebrazione per la “Virgo Fidelis” con l’Arma dei Carabinieri

Questa mattina, domenica 27 novembre, la Compagnia dei Carabinieri di Mondovì ha celebrato la ricorrenza della "Virgo Fidelis", Patrona dell'Arma dei Carabinieri dall'11 novembre 1949. La funzione religiosa si è svolta nella chiesa del...

«Com’eri vestita, quando ti hanno stuprata?», a Mondovì la mostra di Amnesty

"Era un mio compaesano, mi ospitava perché nona avevo casa. Ogni volta che la moglie usciva, mi violentava". "Quando siamo arrivati nel parcheggio, ha chiuso tutte le porte dell'auto: e mi ha stuprata". "Quel...

“Luci a Piazza”: piazza Maggiore si trasforma in un bosco natalizio

LUCI A PIAZZA. Prende il via lo show luminoso nel rione storico di Mondovì. Ecco qualche immagine. Lo spettacolo di "mapping" sulle facciate storiche va in scena anche oggi, domenica 27 novembre, dalle 19...