Peveragno, giovane importuna i passanti e aggredisce gli agenti: condannato dal giudice

Un anno e due mesi per resistenza a pubblico ufficiale dopo i fatti dello scorso maggio. Protagonista un 25enne, in evidente stato di alterazione, che era stato arrestato dagli agenti di Polizia locale

In questi giorni il Tribunale di Cuneo ha condannato un giovane residente a Peveragno ad un anno e due mesi per resistenza a un pubblico ufficiale. Una sentenza che fa seguito agli avvenimenti di fine maggio quando un 25enne del paese, in stato di alterazione, aveva dapprima rischiato di essere investito da alcune auto e poi aveva aggredito gli agenti della Polizia locale delle Alpi del mare ed i Carabinieri intervenuti per cercare di ricondurlo alla ragione.

Il tutto era iniziato con una segnalazione in cui si comunicava che un giovane stava barcollando pericolosamente tra la piazza antistante il Municipio e le strade circostanti. Il primo a intervenire era stato l'agente di polizia locale di stanza a Peveragno. Poi erano sopraggiunti una pattuglia della Polizia locale di Boves e i Carabinieri. Il 25enne, in evidente stato di alterazione, aveva comunque proseguito nella sua violenta escalation arrivando addirittura ad aggredire gli agenti.

Le Forze dell'ordine avevano quindi proceduto con l'arresto e fatto intervenire il personale sanitario per calmare il giovane. Chiusa l’azione operativa, Carabinieri e Polizia locale avevano quindi trasmesso in Procura gli atti.

«Voglio fare i complimenti ai miei agenti – commenta Cesare Cavallo, Comandante della Polizia locale delle Alpi del mare – per aver saputo gestire una situazione non facile e per non aver avuto remore a mettere a rischio anche la propria incolumità pur di mantenere l’ordine pubblico. Ci tengo poi a ringraziare i Carabinieri per l’aiuto che ci hanno fornito e per averci permesso di espletare gli atti giuridici necessari presso la loro struttura di Peveragno».



Scopri anche

Un grosso cinghiale intrappolato nel canale: a Garessio intervengono i Vigili del fuoco

Un cinghiale era rimasto intrappolato nel canale della diga presso la centrale idroelettrica a Trappa (Garessio). È quanto avvenuto nel pomeriggio di oggi, domenica 27 novembre, quando, su segnalazione di alcuni residenti, sono intervenuti...

Oggi a Mondovì la celebrazione per la “Virgo Fidelis” con l’Arma dei Carabinieri

Questa mattina, domenica 27 novembre, la Compagnia dei Carabinieri di Mondovì ha celebrato la ricorrenza della "Virgo Fidelis", Patrona dell'Arma dei Carabinieri dall'11 novembre 1949. La funzione religiosa si è svolta nella chiesa del...

«Com’eri vestita, quando ti hanno stuprata?», a Mondovì la mostra di Amnesty

"Era un mio compaesano, mi ospitava perché nona avevo casa. Ogni volta che la moglie usciva, mi violentava". "Quando siamo arrivati nel parcheggio, ha chiuso tutte le porte dell'auto: e mi ha stuprata". "Quel...

“Luci a Piazza”: piazza Maggiore si trasforma in un bosco natalizio

LUCI A PIAZZA. Prende il via lo show luminoso nel rione storico di Mondovì. Ecco qualche immagine. Lo spettacolo di "mapping" sulle facciate storiche va in scena anche oggi, domenica 27 novembre, dalle 19...