Prezzo del gas, la batosta sulle casse comunali: «Andremo a spendere 1 milione e 320 mila euro per scaldare scuole e uffici»

Scuole, uffici comunali, i musei a Piazza. Locali pubblici da scaldare. Il Comune di Mondovì, che nel 2021 ha speso in tutto 460 mila euro di bollette per il riscaldamento, si prepara alla mazzata: «Coi prezzi del gas attuale, stimiamo una spesa di 1 milione 320 mila euro». Lo hanno detto il sindaco Luca Robaldo e l'assessore al Bilancio Alberto Rabbia nel Consiglio comunale di ieri, 29 settembre. «Se il Governo non  interviene, non so come si possa risolvere il problema».

È stata adottata una variazione di bilancio, necessaria per aumentare le risorse per le bollette: «Abbiamo dovuto incrementare di circa 170 mila euro - ha spiegato Rabbia -, ma lo Stato ha aumentato i contributo solo di 140 mila euro. Abbiamo mantenuto un "avanzo di amministrazione" pari a 1 milione e 450 mila euro, cifra che ci "mette al riparo" da eventuali sorprese». Il consigliere di minoranza Enrico Rosso: «Avrei preferito un avanzo meno cospicuo: significa che sono stati fatti meno investimenti?».

Robaldo: «Nel 2021, il Comune aveva previsto una spesa per il riscaldamento degli uffici pubblici, compresi i 17 plessi scolastici comunali, pari a 460 mila euro. Visti gli attuali prezzi del gas, abbiamo fatto fare una proiezione per il costo che andremmo a pagare nel 2022: passeremmo da 460 mila euro a 1 milione e 320 mila euro. Lo Stato ha erogato due tranche da 79 mila euro e una da 139 mila. È stato approvato il decreto "aiuti ter"... ma è ovvio che, davanti a un situazione come questa, non se ne esce se non con un intervento del Governo. Siamo davanti a uno scenario peggiore del Covid, dal punto di vista economico. Stiamo facendo riflessioni estremamente prudenti sugli investimenti, proprio per questo: ecco perché l'avanzo è così alto. Non sapremo dove andremo a finire. E non vogliamo arrivare a intraprendere soluzioni come quelle di spegnere i lampioni, sentite in altre città».

Quasi provvidenziale, in questo senso, è stata la decisione dell'Amministrazione Adriano di affidare la gestione dell'illuminazione pubblica di tutta la città ad Ardea (gruppo EGEA), che ha consentito di avere prezzi bloccati sul costo della luce.

 



Scopri anche

Un grosso cinghiale intrappolato nel canale: a Garessio intervengono i Vigili del fuoco

Un cinghiale era rimasto intrappolato nel canale della diga presso la centrale idroelettrica a Trappa (Garessio). È quanto avvenuto nel pomeriggio di oggi, domenica 27 novembre, quando, su segnalazione di alcuni residenti, sono intervenuti...

Oggi a Mondovì la celebrazione per la “Virgo Fidelis” con l’Arma dei Carabinieri

Questa mattina, domenica 27 novembre, la Compagnia dei Carabinieri di Mondovì ha celebrato la ricorrenza della "Virgo Fidelis", Patrona dell'Arma dei Carabinieri dall'11 novembre 1949. La funzione religiosa si è svolta nella chiesa del...

«Com’eri vestita, quando ti hanno stuprata?», a Mondovì la mostra di Amnesty

"Era un mio compaesano, mi ospitava perché nona avevo casa. Ogni volta che la moglie usciva, mi violentava". "Quando siamo arrivati nel parcheggio, ha chiuso tutte le porte dell'auto: e mi ha stuprata". "Quel...

“Luci a Piazza”: piazza Maggiore si trasforma in un bosco natalizio

LUCI A PIAZZA. Prende il via lo show luminoso nel rione storico di Mondovì. Ecco qualche immagine. Lo spettacolo di "mapping" sulle facciate storiche va in scena anche oggi, domenica 27 novembre, dalle 19...