Il turismo scolastico alla scoperta di Lisio

Tra il 17 ottobre e il 4 novembre, oltre 500 bambini dal Torinese raggiungeranno la Valle Mongia in gita scolastica grazie al progetto “La Fabbrica del Bosco”.

Torino, Moncalieri, Trofarello, Virle. Sono soltanto alcune delle località di provenienza degli oltre 540 bambini delle scuole primarie di primo grado che nelle prossime settimane raggiungeranno il comune di Lisio per una straordinaria esperienza didattica nel nome della natura e della castagna in particolare. Merito del progetto “La Fabbrica del Bosco” promosso dall’Amministrazione comunale e supportato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, volto a valorizzare l’ecosistema boschivo nel suo insieme, intrecciando finalità educative a momenti ludici e laboratoriali. Un’iniziativa che si inserisce in una più ampia visione progettuale che il piccolo paese della Valle Mongia sta perseguendo ormai da qualche anno, dapprima con l’istituzione della Denominazione Comunale di Origine in favore della castagna locale, quindi con il premio nazionale “Piccolo Comune Amico” vinto a Roma nello scorso mese di luglio e, infine, con una continua valorizzazione dei luoghi attraverso installazioni urbane che richiamano il bosco e il lavoro nei boschi. Un successo nei numeri e nei contenuti, che testimonia il potere attrattivo che il paesaggio di Lisio, la castanicoltura e, in generale, la maestria artigianale della zona, esercitano anche su un pubblico esogeno rispetto a quello della provincia di Cuneo. «Fatichiamo ancora adesso ad interiorizzare l’incredibile domanda turistica a cui abbiamo dovuto far fronte» ha commentato il sindaco di Lisio, Stefano Rossi. «In poche settimane raggiungeranno il nostro comune più di 600 persone tra bambini e insegnanti, tutti provenienti da fuori provincia. Numeri che forse non abbiamo mai registrato nella storia recente in un lasso tempo così limitato, che rappresentano però la testimonianza più bella del potenziale custodito da queste vallate. Siamo orgogliosi per essere riusciti a concretizzare un piccolo sogno che inseguivamo da anni. Un sincero ringraziamento alla Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo che attraverso il Bando Riattivare ha creduto nel nostro progetto e un’analoga e sentita riconoscenza a VIC Tour Operator di Alba per la professionalità mostrata e per il supporto offerto. Quest’anno siamo stati costretti a bloccare le prenotazioni, ma per i prossimi anni non ci faremo cogliere impreparati». Il turismo scolastico, infatti, non si esaurirà con il naturale temine del progetto, ma proseguirà negli anni a venire. «L’obiettivo ultimo - ha concluso il sindaco - è quello di creare un distretto del turismo didattico legato al mondo della castagna. Come Amministrazione lavoreremo in questi anni, a fianco di VIC Tour, per rendere l’offerta più organica e strutturata. Speriamo che l’intero territorio ci segua in modo da perpetrare nel tempo gli ottimi risultati già ora raggiunti».



Scopri anche

Camionista si ferma sull’A6 a Mondovì e trova 11 migranti nascosti nel rimorchio

Undici giovani erano nascosti nel rimorchio di un camion. L'autista, un autotrasportatore portoghese, se ne è accorto questa mattina sull'A6 Torino-Savona all'altezza della stazione di servizio di Mondovì in direzione del capoluogo piemontese. Sul...

Mondovì domani svela le illuminazioni natalizie

Figure a led nelle piazze e persino illuminazioni proiettate sulle chiese della città - come quella che si vede nella foto, della parrocchiale di Sant'Anna Avagnina. Domani, martedì 6 dicembre, con una conferenza stampa...

Girasoli e “merenda sinoira” a Farigliano: in onda il servizio di “Mag” su Italia1

La sera di domenica 4 dicembre, dopo “Studio Aperto”, su Italia1, all’interno della rubrica “Mag”, è andato in onda un servizio realizzato quest’estate a Farigliano. Le telecamere di Mediaset hanno raccontato il rito della...
video

Rai1: “L’Eredità” parla delle bocce quadre di Mondovì

«In quale gara, a Mondovì, hanno trionfato la coppia padre figlio?». La domanda di Flavio Insinna a "L'Eredità", su Rai 1, guarda allo "sport cubico" della nostra città. La risposta (azzeccata dal concorrente) non...