Passi avanti per il nuovo Ospedale di Savigliano-Saluzzo-Fossano

Il presidente Cirio e l’assessore Icardi dopo l’incontro di oggi: «Definiti luogo, risorse e tempi certi. Il 7 novembre firmeremo l’intesa all’unanimità con il territorio per dare il via alle progettazioni»

Ospedale di Savigliano Saluzzo Fossano

Sarà l’area a ridosso dello stabilimento “Panna Elena”, sulla direttiva Saluzzo-Savigliano, il sito che verrà proposto dalla Giunta regionale per la realizzazione del nuovo ospedale unico del Quadrante Nord Ovest (Saluzzo-Savigliano-Fossano).
La soluzione è stata comunicata dal presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio e dall’assessore regionale alla Sanità, Luigi Genesio Icardi, al termine dell’incontro con la rappresentanza dei sindaci del territorio svoltasi oggi nella Sala del Consiglio comunale di Savigliano.
«E’ una scelta che abbiamo condiviso con il territorio – dichiarano il presidente Cirio e l’assessore Icardi -, in modo che si possa procedere celermente con l’iter di progettazione e appalto dell’opera. Riguardo al finanziamento, abbiamo a disposizione i 195 milioni di euro dell’Inail, ai quali la Regione aggiungerà le risorse necessarie per anticipare i costi della progettazione, attraverso un mutuo ponte con Finpiemonte. Una strada che non esclude quella di eventuali proposte da parte dei privati».
Quanto alle vecchie sedi degli ospedali, il presidente e l’assessore hanno ribadito che «non sono previste dismissioni, ma il riutilizzo di tutte le strutture per gli ambulatori e la medicina territoriale.
Sul piano tecnico, l’area individuata è risultata la migliore tra quelle proposte dai sindaci e valutate dall’Assessorato e dai tecnici regionali».
La completa ristrutturazione dell’attuale ospedale di Savigliano è stata giudicata impraticabile, oltre che economicamente non sostenibile, mentre l’area a ridosso del centro abitato, all’imbocco della direttrice Saluzzo-Savigliano, è stata scartata per la mancanza dei requisiti urbanistici.
Operativamente, lunedì 7 novembre la rappresentanza della Conferenza dei sindaci verrà chiamata a sottoscrivere l’atto di indirizzo politico propedeutico alla presentazione della informativa alla Commissione regionale da parte della Giunta.
Il nuovo ospedale di Saluzzo-Savigliano-Fossano prevede 325 posti letto, 57 posti tecnici, 19 sale diagnostica, 8 sale operatorie, 2 sale emodinamica e cardiologia interventistica, 4 sale blocco parto e 34 ambulatori, dimensionati per 17 mila ricoveri ordinari, 170 mila esami di diagnostica, 10 mila interventi chirurgici, 1.200 parti e 160 mila visite all’anno.
All’incontro di Savigliano erano presenti i rappresentanti della Conferenza dei sindaci Franco Demaria (Saluzzo), Antonello Portera (Savigliano), Dario Tallone (Fossano), Valerio Oderda (Racconigi), Silvano Dovetta (Venasca) e Paolo Vulcano (Manta), oltre al direttore generale della Sanità del Piemonte, Mario Minola e al direttore generale dell’Asl Cn1, Giuseppe Guerra.



Scopri anche

mondovì esperti commercio attività

A Mondovì tre “squadre di esperti” per commercio, attività produttive e sanità

A Mondovì nasceranno tre "squadre di esperti" per commercio, attività produttive e sanità. Li hanno chiamati “Osservatori permanenti”. In ambito politico, qualcuno aveva parlato di “Commissioni” e qualcun altro, con un’espressione un po’ più...

Nuova Scuola dell’Infanzia, Carrù esulta. È ammessa al maxi finanziamento

Se ne parlava già nel 2011, poi il discorso era tornato d'attualità nel 2018 con lo studio di fattibilità promosso dell'ex sindaco Stefania Ieriti. Ma dai bandi regionali la definitiva "fumata bianca" per la...

“Violentemente donne” a Villanova, tra recitazione e danza

In occasione del 25 novembre, presso il teatro “Garelli” di Villanova si è tenuta una serata dedicata al tema della violenza sulle donne. I “The Comedians” hanno presentato lo spettacolo “Violentemente donne”, che combinava...

Un grande ritorno per la “Sagra della polenta saracena e della castagna...

Domenica, le vie dell’antico centro montano sono tornate ad affollarsi grazie al ritorno della “Sagra del grano saraceno e della castagna bianca”. Un appuntamento di cui, negli anni segnati dalla pandemia, si sentiva la...