Consiglio comunale a Mondovì: scintille sullo Statuto, ma unanimità su Bilancio, tangenziale e sostegni contro la crisi

Intervento a sostegno delle Associazioni sportivi colpite dai rincari energetici. Il sindaco Robaldo: «Confido che medesima unanimità possa trovarsi ogni qualvolta vengano discussi in Consiglio Comunale argomenti sui quali è bene che non vi siano divisioni»

Consiglio comunale, giovedì 27 ottobre, a Mondovì. Una seduta in "continuità" con le precedenti su il tema delle modifiche allo Statuto. Qui la frattura tra maggioranza e opposizione non è rimposta per nulla, mentre su altri temi, come le variazioni di bilancio e la tangenziale, si sono riviste votazioni all'unanimità. «Il voto favorevole che tutte le minoranze hanno espresso alle variazioni di bilancio proposte dalla Giunta Comunale rappresenta un ottimo segnale per l'intera città perché riconosce la bontà delle iniziative portate avanti dal nostro Esecutivo. Confido che medesima unanimità possa trovarsi ogni qualvolta vengano discussi in Consiglio Comunale argomenti sui quali è bene che non vi siano divisioni» la dichiarazione a caldo del sindaco Luca Robaldo.

SÌ ALLE MODIFICHE ALLO STATUTO - Al terzo passaggio (dopo la mancata approvazione a la maggioranza “qualificata” e il primo sì a maggioranza assoluta) si è chiuso l’iter per la variazione dello Statuto comunale. Un percorso che ha visto scontrarsi maggioranza e opposizione. Modifiche riguardanti la possibilità di istituire i "Consigli di frazione (e i "capi-cantone") e la possibilità, per il sindaco e la Giunta, di nominare "consulenti esterni", volontari, fra i cittadini. Ma anche la possibilità di istituire Commissioni consultive su punti specifici.

L’approvazione finale (con i voti della sola maggioranza) di Statuto e Regolamento del Consiglio comunale è arrivata, ma non è stata certo indolore. «Nelle precedenti sedute il nostro voto contrario è stato per il “metodo”, ora è di “merito” dal punto di vista giuridico» ha subito esordito dai banchi del Centro-destra il consigliere Enrico Rosso. Motivo del contendere la possibilità prevista dall’articolo 34 per «il Sindaco ed i componenti la Giunta comunale» di «designare persone esterne qualificate nelle materie di rispettiva competenza in base alle deleghe attribuite, a supporto della relativa attività, su base volontaria e gratuita e nell’esclusivo interesse della collettività». Possibilità che secondo la minoranza di Centro-destra non sarebbe possibile a titolo gratuito. «Può creare vizi di forma pesanti. Suggeriamo al presidente e al consiglio richiedere un parere di legittimità alla corte dei conti, altrimenti lo faremo noi».
A rispondere è direttamente il sindaco, Luca Robaldo: «L’articolo 90 del testo unico consente la composizione di gruppi di lavoro di supporto sulla base di un scelta fiduciaria. È chiaro come l’intenzione dell’amministrazione sia quella di individuare persone che non costituiscono un ufficio di staff a diretta dipendenza di un organo comunale». Robaldo ha anche citato una sentenza della Corte dei conti che legittimerebbe quanto il Consiglio è andato ad approvare.
Negativo anche il voto della minoranza di Centro Sinistra, con una sfumatura diversa. «L’operazione Statuto fatta un po’ in fretta. Non è una cosa buona che sia disseminato di punti approvati a maggioranza» le parole del consigliere Morandini.

VARIAZIONI DI BILANCIO - Le variazioni di Bilancio "pesano" all'incirca 156 mila euro e hanno riguardato: i lavori al teatro "Baretti", l’inserimento degli stanziamenti in conto capitale finalizzati a lavori di sistemazione della segnaletica stradale (12mila euro) ed alla realizzazione di interventi di manutenzione straordinaria sul patrimonio comunale (30mila euro). L'attivazione di un bando per l’assegnazione di contributi al sostegno straordinario, per l’emergenza caro bollette, nel settore sportivo (20mila euro). Il consolidamento della scarpata di valle di Via delle Moglie, finanziato mediante contributo della Regione Piemonte per un importo pari a 70mila euro. Stabilito anche un prelievo dal fondo di riserva (per gli esercizi 2022, 2023, 2024) di circa 20 mila euro.

Su questi fronti maggioranza e minoranza si ricompattano con un'approvazione all'unanimità, soprattutto sull'intervento per le Associazioni sportive colpite dal "caro bollette". «Farei difficoltà a non votare a favore questi provvedimenti» ha dichiarato il consigliere Davide Oreglia. L’assessore Terreno ha spiegato soprattutto l’intervento a favore delle associazioni sportive che «sono state già colpite dalla pandemia, e ora il costo di luce e gas mette a rischio la loro stessa sopravvivenza – ha aggiornato l’assessore –. L’intervento con un contributo a fondo perduto è in totale di 60 mila euro». Enrico Rosso: «Siamo contenti di vedere che l’assessore Terreno ha recepito le istanze pressanti delle società sportive. Le prime bollette arrivate sono pesanti».

TANGENZIALE - Del completamento della tangenziale di Mondovì se ne parla da talmente tanto tempo che il Piano regolatore di Mondovì riportava un progetto ormai risalente al decennio passato. Piano regolatore che dal 2016 che si aspetta di avviare la revisione, che ovviamente includerebbe la tangenziale nuova. Il Comune non ha mai ufficialmente espresso un parere sul progetto definitivo e il Piano regolatore cittadino riporta ancora il progetto precedente, quello in cui non c’era traccia dei due tunnel che invece vanno realizzati. Ripercorrendo la lunga genesi dell’intervento e il dettaglio dei progetto, su cui si sta completando l’iter, l’assessore Bertazzoli ha ricordato come «Un monitoraggio del 2015 aveva contato 15.500 passaggi di veicoli nelle 24 ore in corso Statuto. Numeri impressionanti per il centro della città. E per il 2025 si prevede un aumento del 10% dei flussi». Anche qui il voto favorevole arriva da tutti i “rami” del consiglio. Sul tema il presidente Tomatis ha aggiunto come: «Il 26 ottobre il comitato cittadino “Amiamo la collina così com’è” ha chiesto di intervenire e di leggere una lettera in consiglio comunale». “Non è questa la sede propria” è stata la “sentenza” dei capigruppo.

GLI ORDINI DEL GIORNO - La scorsa settimana, i consiglieri del Centrodestra Gasco, Pulitanò e Rosso - LEGGI QUI - avevano presentato una proposta di intervento a favore di famiglie e aziende in crisi. A stretto giro di posta era arrivata la contro-proposta della maggioranza: questa volta è firmata da tre consiglieri di maggioranza, ovvero laura Barello, Cecilia Rizzola e Davide Blengini. Un odg che però cita in premessa «che il Comune di Mondovì sta già curando la progettualità per mettere in campo sostegni concreti, che è stato sottoscritto un accordo tra il Comune e le organizzazioni sindacali per la costituzione del fondo comunale per la restituzione di Irpef e Tari a chi è in condizioni di disagio economico e che è in fase di studio la possibilità di erogare contributi ad Associazioni sportive per rimborsare i costi dell'energia». E che quindi, ovviamente, non impegna il Comune solamente «ad adottare misure economiche e sociali» ma «a proseguire nelle azioni già intraprese». Nornale “gioco delle parti”, ma nella discussione “unificata” in Consiglio comunale le minoranze hanno ritirato la loro proposta votando (anche qui) favorevolmente a quella, che prevedeva alcune integrazioni, della maggioranza.

LE INTERROGAZIONI - Quattro le interrogazioni, tutte protocollate dai tre consiglieri comunali del Centrodestra di Mondovì. Una sui parcheggi a pagamento in città (l’interrogazione riprende quanto “L’Unione Monregalese” aveva già scritto due settimane fa: la proroga della concessione ad Apcoa e lo studio commissionato dal Comune). «Il calo degli incassi degli ultimi anni è riconducibile alla pandemia. Le proroghe sono state indispensabili per dare continuità al servizio in attesa del nuovo piano. Sulla possibilità di gestire il servizio in proprio si potrebbe unire il servizio di parcheggio del quartiere con quello della funicolare».
Sull’allestimento anti-Covid della riunione del Consiglio comunale: «È stato fatto nell’interesse di tutti» la replica del sindaco. «L’ho trovato esagerato, era un vero e proprio allarme sociale» l’affondo di Pulitanò. Sui servizi igienici pubblici di piazza Ellero. «Siamo a conoscenza della situazione – la replica dell’assessore Rabbia – periodicamente si svolgono interventi e la pulizia settimanale. Purtroppo abbiamo a che fare con la maleducazione. Nell’ambito del distretto diffuso del commercio c’è stata la partecipazione ad un bando che prevede anche la realizzazione di un bagno autopulente in piazza Ellero con un investimento da 40 mila euro. Ed un intervento che si farà in ogni caso»). Sugli orari di funzionamento della funicolare. «L’orario estivo è già stato anticipato e prorogato dalla precedente amministrazione oltre che nei festivi – la replica del vice sindaco Campora –. A differenza di quanto accadeva in passato. I dati sottolineano una diminuzione dell’utilizzo della funicolare a settembre dopo le venti. Ogni singola corsa di andata e ritorno costa al comune 17 euro. Prolungare anche solo ad ottobre l’orario estivo costerebbe 9 mila euro per una media di 25 passeggeri. Riteniamo più utile prolungare l’orario in occasione di eventi». «La misura servirebbe per incentivare l’utilizzo della funicolare» l’osservazione successiva di Enrico Rosso.

RI-FONDAZIONI: Raviola in SP, Gola in CRC e Robaldo punta al “tris”

Le ruote hanno girato in meno di 24 ore. «Mi lascio alle spalle otto anni di impegno in CRC e si apre una nuova sfida in Compagnia San Paolo». Lunedì 15 aprile Ezio Raviola...

Elezioni a Ceva: non solo Bezzone e Mottinelli. In campo altre due liste?

Le liste per le prossime elezioni comunali a Ceva potrebbero essere addirittura quattro. Se per quanto riguarda le candidature dell’attuale sindaco, Vincenzo Bezzone, e del capogruppo di minoranza, Fabio Mottinelli, l’ufficialità è arrivata da...

Salute mentale: sabato ad Alba debutta il nuovo spettacolo di “Cascina Solaro”

Debutta sabato 20 aprile, al Teatro Sociale di Alba, lo spettacolo del laboratorio teatrale della comunità psichiatria “Cascina Solaro” dell’Asl Cn1 “La Camera Oscura: vite di fotogrammi”, per la regia della monregalese Sara Dho....

“CALSO”: «Pronti ad acquistare il 43% di “Mondo Acqua”»

La decisione è stata votata ieri sera, mercoledì 17 aprile, all'unanimità dall'assemblea dei Comuni. CALSO, la SpA 100% pubblica dei "Comuni dell’Acquedotto Langhe Sud Occidentali", è disponibile ad acquistare il 43% delle azioni di...

Il programma della Città di Mondovì per la Festa della Liberazione

Dopo la presentazione del libro “La Resistenza dei giovanissimi” del prof. Ernesto Billò dello scorso 12 aprile, proseguono gli appuntamenti promossi dalla Città di Mondovì in occasione della Festa della Liberazione. Lunedì 22 aprile...
Nord Sud Castello Cigliè

Nord vs Sud: la disfida dei vini “Al Castello” di Cigliè

Venerdì scorso si è svolto il secondo appuntamento delle “4 sere Al Castello” di Ciglié, con l’intero ristorante dedicato all’evento “Bolle al buio - Sicuri di essere grandi intenditori di bollicine?”, in cui vini...