Enrico Mattei – 27 ottobre 1962, una giornata particolare

60 anni fa il suono di una potente esplosione fece tremare le campagne del Pavese, intorno a Bascapè. Si abbattè al suolo, causando la morte dei tre occupanti.

di Paolo Roggero

Il 27 ottobre 1962 il suono di una potente esplosione fece tremare le campagne del Pavese, intorno a Bascapè. Era sera, un bimotore Morane Saulnier Ms-760 si abbattè al suolo, causando la morte dei tre occupanti: Imerio Bertuzzi, il giornalista William Mchale e l’imprenditore Enrico Mattei.

Una notizia che colpì l’Italia intera e che il giorno successivo campeggiava su tutte le prime pagine. Mattei rientrava a Milano dopo essere stato in Sicilia. Per molti anni non è stato sciolto il dubbio se a causare l’incidente sia stata una tragica fatalità o un attentato. Recenti sentenze e sviluppi sembrano aver fugato ogni dubbio sulla natura terroristica di quanto accaduto: sarebbe stata la Mafia esecutrice materiale di interessi legati alle grandi industrie del petrolio.

È interessante però osservare come la data del 27 ottobre 1962, scolpita indelebilmente nella storia del nostro Paese, ospitò anche un altro fatto, meno noto. In quei giorni si stava consumando la crisi di Cuba, con l’altissima tensione tra l’America e l’Urss. Il rischio di un’escalation nucleare non fu mai così concreto come in quell’occasione (ed è amaro ricordare quei fatti oggi, nelle spire del conflfl itto russo-ucraino).

Proprio il 27 ottobre si verifica una scaramuccia tra un sommergibile russo B-59 e una squadra americana. Il natante russo è dotato di testate nucleari, ma gli yankee non lo sanno. In grave difficoltà, potrebbe lanciare la testata contro la portaerei, il capitano vorrebbe lanciare, ma il secondo ufficiale, Vassili Arkhipov, si oppone, correndo anche rischi personali, e la spunta. Il mezzo è costretto a fare rotta verso la Russia, sconfitto, ma le conseguenze se quel siluro fosse stato lanciato avrebbero potuto essere incalcolabili, sulla scala geopolitica mondiale.

Avrebbe potuto essere l’episodio di innesco del terzo conflfl itto mondiale, invece il fatto rimase segreto per quasi mezzo secolo. Solo alla morte del coraggioso uffiffi ciale, nel frattempo divenuto ammiraglio, si venne a sapere. Thomas Blanton, direttore dell’Archivio Nazionale di Sicurezza americano, nel 2002 si rivolse alla sua figura definendolo “L’uomo che ha salvato il mondo”.

Scopri gli altri articoli della serie su Enrico Mattei:

Viter Luna - Enrico Mattei, l'era del Corsaro

Lorenzo Barberis - Mattei a Mondovì?

Giovanni Rizzi - "il Caso Mattei": l'inchiesta di Francesco Rosi

RI-FONDAZIONI: Raviola in SP, Gola in CRC e Robaldo punta al “tris”

Le ruote hanno girato in meno di 24 ore. «Mi lascio alle spalle otto anni di impegno in CRC e si apre una nuova sfida in Compagnia San Paolo». Lunedì 15 aprile Ezio Raviola...

Tre arresti per la banda del camper (a noleggio) dopo cinque furti nei negozi

Come anticipato, nella notte tra il 12 e 13 aprile, diversi esercizi pubblici di Ceva, Bastia Mondovì e Carrù erano stati “visitati” dai ladri, che si erano impossessati di alcuni telefoni cellulari e del...

È di Torre una delle “dieci donne che salvano la terra” per Slow Food...

Lunedì mattina a Torino, in occasione della Giornata mondiale della terra” si è tenuta la conferenza stampa dell’evento “10 donne che salvano la terra”, una delle iniziative organizzate da Slow Food Italia in vista...

Ernesto Billò con “La Resistenza dei giovanissimi” inaugura il 25 aprile a Carrù

Sarà la deputata cuneese e vicepresidente nazionale del Partito Democratico Chiara Gribaudo a tenere quest’anno l’orazione ufficiale a Carrù nell’ambito delle celebrazioni del 25 aprile. Invitata dalla sezione locale dell’Anpi e dal Comune, la...

Medico di base a Farigliano: la dott.ssa Apostolo prende servizio il 13 maggio

Dal 13 maggio prossimo la dottoressa Romina Apostolo si inserirà in qualità di medico nel ruolo unico di Assistenza Primaria a ciclo di scelta (Medico di Medicina di Medicina Generale) attualmente autolimitata a mille...
gruppo figli genitori separati

Gruppo di ascolto e confronto dedicato ai figli dei genitori separati

Diamo voce ai nostri figli! A Mondovì un Gruppo di ascolto e confronto dedicato ai figli dei genitori separati Lo studio “La Giraffa - Professionisti per la gestione del conflitto”, nell’ambito delle iniziative avviate, propone...