Conclusi i lavori, riconsegnate le aule ai bimbi della Primaria di Bene Vagienna

Terminata la risistemazione degli spazi. Il Plesso di Bene Vagienna e la Primaria di Trinità saranno inoltre dotate di nuovi giardini esterni, didattici ed ecosostenibili

La mattina di lunedì 7 novembre, all’esterno del plesso della Primaria di Bene Vagienna, si è tenuta la cerimonia di consegna delle aule appena risistemate, dopo la ristrutturazione, con conseguente adeguamento antisismico che ha interessato l’edificio. Alla presenza del sindaco Claudio Ambrogio, accompagnato dalla presidente del Consiglio comunale, Rosaria Dogliani e dall’ing. Mauro Corrado, la dirigente, dott.ssa Lorella Sartirano, ha tagliato il nastro inaugurale, ringraziando tutti coloro che si sono impegnati per la realizzazione, in breve tempo, del progetto. In particolare il direttore dei lavori, le collaboratrici scolastiche e le vicarie e prime collaboratrici della dirigente, oltre ai genitori e ai bambini, che hanno continuato a svolgere la loro attività, anche se in aule “di fortuna”, in attesa della fine della riqualificazione. Un ringraziamento è andato anche a Bene Banca, che entro dicembre erogherà alla Scuola un contributo da 8 mila euro, da utilizzare per rifornire le classi di materiali utili per la didattica. Entro la prossima settimana partiranno inoltre i lavori per la riqualificazione dell’area esterna, sia nel plesso di Bene Vagienna che alla Primaria di Trinità, grazie ai fondi del Pon Fesr Edugreen (assegnati 25 mila euro). Verranno realizzate tre tipologie di aree verdi, connotate da piante abbinate a tematiche d’insegnamento. In particolare un progetto aiuterà i più piccoli ad entrare nella storia e nella geografia, con piante “storiche” e provenienti dai diversi continenti. Un altro sarà utile per studiare le strutture geometriche, ad esempio in verticale, usando frutti rampicanti, quindi la tematica sarà la geometria. I giardini avranno quindi una molteplice varietà di piante coltivate in modo ecosostenibile, con un sistema di irrigazione che utilizza poca acqua e l’impiego di un particolare terreno in grado di trattenere più a lungo l’acqua. Partner del progetto sono alcuni vivai della zona e la Condotta Slow Food.



Scopri anche

Gli abiti delle donne vittime di violenza: la mostra si sposta a Piazza

«Era un mio compaesano, mi ospitava perché nona avevo casa. Ogni volta che la moglie usciva, mi violentava». «Quando siamo arrivati nel parcheggio, ha chiuso tutte le porte dell'auto: e mi ha stuprata». «Quel...

Ubriaco, ruba un’auto a Carrù e la abbandona a Farigliano: due anni di pena

Si era introdotto in un cortile a Carrù nella notte del 13 luglio di tre anni fa. Qui si era impossessato dell’Audi che era parcheggiata con le chiavi inserite nel quadro. I carabinieri avrebbero...

Arriva la neve, l’Arpa dirama l’allerta gialla per Mondovì e Val Tanaro

Allerta gialla per neve nella giornata di domani, di sabato 3 dicembre. Arpa Piemonte ha diramato oggi alle 13 il bollettino, che ha valenza 36 ore. Per la zona F (Mondovì e Valle Tanaro)...