Pulitanò: «L’ipotesi della scuola alla Polveriera non va bene, facciamo un Consiglio comunale aperto»

Era solo questione di tempo: prima o poi sarebbe accaduto. Il dibattito politico torna sul tema dell'edilizia scolastica e della costruzione della nuova sede dei Licei. «L'ipotesi della costruzione di una nuova scuola Superiore in zona "Polveriera" non va bene, non l'abbiamo mai condivisa»: lo dice Rocco Pulitanò, consigliere comunale di Fratelli d'Italia. Un argomento di cui a Mondovì si parla da anni e che, dall'inizio del 2022, ha preso una direzione ben precisa. Con tante reazioni.

La novità non sta nelle posizioni: che Pulitanò la pensasse così, si sapeva. Lui stesso lo aveva dichiarato fin nel primo Consiglio comunale all'avvio della nuova legislatura - LEGGI QUI. Ma questa volta FdI, assieme a i due colleghi del Centrodestra Enrico Rosso e Mauro Gasco, ha chiesto anche la convocazione di un Consiglio comunale aperto: «Un Consiglio a tema “Edilizia scolastica: futura collocazione dei Licei cittadini”, con la presenza degli Enti istituzionali competenti in materia di programmazione e di edilizia scolastica. In questo modo potremmo raccoglier e pareri non solo da parte di tecnici ed esperti, ma anche dei cittadini monregalesi e dei fruitori della scuola».

LEGGI ANCHE - NUOVA SCUOLA DA COSTUIRE, cosa ne pensano i monregalesi? Il nostro sodaggio

Pochi giorni fa il sindaco di Mondovì e presidente della Provincia, Luca Robaldo, ha confermato che il tema è al momento "in stand by (LEGGI QUI).

Ma non solo: qualche mese fa il nostro giornale raccontava di incontri e ragionamenti che aprirebbero la strada a ipotesi diverse sulla costruzione della nuova scuola (LEGGI QUI). Non si parla ancora di marcia indietro, ma quantomeno di un ripensamento in funzione di altre ipotesi. Che ci sono. Una è quella di una rivoluzione ancora diversa, ovvero trasferire i Licei al posto del “Baruffi” sfruttando il finanziamento di 10 milioni del PNRR; l’altra è quella di riportare in auge l’idea di trasferimento dell’Alberghiero ai “Passionisti” in via Cuneo (soluzione che pareva gradita dall’Istituto “Giolitti” e che, in campagna elettorale, era stata ipotizzata nel programma del Centrodestra).

Un tema divisivo, da mesi.  Ci sono state raccolte firme da parte dei residenti, discussioni,  interventi da parte del dirigente scolastico dei Lici (che ha ammesso di non essere contrario) e molti interventi in campagna elettorale.

Ora viene chiesto un Consiglio comunale ad hoc. Un'ipotesi che, peraltro, era nell'aria fin dal giorno dopo le elezioni (LEGGI QUI) ma che fino a oggi non è ancora stata concretizzata. Ma questa quiete non poteva durare: era evidente che prima o poi sarebbe tornato a essere un tema di discussione politica. «Favorire una partecipazione attiva della cittadinanza e dei portatori di interesse su un argomento complesso e forte interesse per tutti sarebbe una modalità efficiente ed appropriata per favorire una scelta che possa risultare il più possibile condivisa e non, invece, divisiva per la città di Mondovì - scrivono Pulitanò, Gasco e Rosso -. Convochiamo un Consiglio comunale aperto».

Una riunione in cui, peraltro, può essere concessa parola anche al pubblico o agli esterni: «Possono essere invitati Parlamentari, rappresentanti della Regione, della Provincia, di altri Comuni, degli organismi di partecipazione popolare e delle associazioni sociali, politiche e sindacali etc. interessate al tema in discussione. In tali adunanze il presidente consente anche l’intervento dei rappresentanti come sopra invitati, i quali portano il loro contributo di opinioni, conoscenze, sostegno».



Scopri anche

Girasoli e “merenda sinoira” a Farigliano: in onda il servizio di “Mag” su Italia1

La sera di domenica 4 dicembre, dopo “Studio Aperto”, su Italia1, all’interno della rubrica “Mag”, è andato in onda un servizio realizzato quest’estate a Farigliano. Le telecamere di Mediaset hanno raccontato il rito della...
video

Rai1: “L’Eredità” parla delle bocce quadre di Mondovì

«In quale gara, a Mondovì, hanno trionfato la coppia padre figlio?». La domanda di Flavio Insinna a "L'Eredità", su Rai 1, guarda allo "sport cubico" della nostra città. La risposta (azzeccata dal concorrente) non...

I mezzi storici dei Vigili del fuoco esposti per “Santa Barbara” – FOTO E...

A Cuneo, in piazza Galimberti, ieri i Vigili del Fuoco hanno celebrato la patrona Santa Barbara con dimostrazioni ed esposizione dei mezzi storici.  

Carrù, addio alla prof. Liliana Rabbia: insegnò a generazioni di studenti

È mancata, all'età di 87 anni e dopo una breve malattia, Liliana Rabbia. Professoressa in pensione, a Carrù insegnò italiano a generazioni di studenti. In tanti la ricordano con affetto in paese. Con il...