Crisi della neve e delle precipitazioni, appello della Provincia: «Inutili le contrapposizioni. Lavoriamo insieme per affrontare il problema»

Intervento dei consiglieri provinciali con delega alla Montagna ed allo Sport, Silvano Dovetta e Pietro Danna

Il tema dello sci e il problema delle scarse precipitazioni sono al centro dell'attenzione della Provincia che lancia un appello per affrontare insieme il problema. La riflessione di Marco Bussone, presidente nazionale di Uncem, ripresa da alcuni organi di informazione, mette a fuoco un tema che ciclicamente torna alla ribalta a causa di una situazione climatica in evidente evoluzione verso temperature più elevate, anche in inverno.

«È una situazione che va affrontata in modo serio e onesto – dice Silvano Dovetta, consigliere provinciale con delega alla Montagna e presidente dell'Unione Montana Valle Varaita – e siamo obbligati a ripensare il turismo invernale nelle valli del Cuneese, dove non ha più senso insistere soltanto sul modello di sviluppo basato sulla neve e sugli impianti di risalita».

Da tempo tra Provincia di Cuneo, Unioni Montane e Comuni è aperto un tavolo di confronto su numerose tematiche connesse allo sviluppo turistico ed economico del territorio: la questione “neve” è uno dei nodi più spinosi.

A breve la Provincia convocherà un primo tavolo di lavoro in merito, per avviare un confronto e per valutare la possibilità, su iniziativa dei consiglieri Dovetta e Danna in accordo con il presidente Luca Robaldo, di indire un convegno con tutti gli attori della filiera neve. Saranno coinvolti sia i soggetti pubblici, a partire dalla Regione Piemonte con il suo assessore alla Montagna Fabio Carosso che si è espresso recentemente sul tema, sia quelli privati, direttamente o indirettamente attivi nella filiera.

«Non si tratta di dimenticare il ruolo fondamentale che lo sci da discesa ha avuto e ha per le nostre valli – prosegue Dovetta – ma di valutare le cose in base ai dati che abbiamo a disposizione e al clima di questi anni. Le precipitazioni nevose sono sempre più scarse e sempre più spostate verso la fine dell'inverno: ormai questa è una costante nelle nostre valli e non possiamo fare finta di niente. L'innevamento artificiale ha costi di gestione talmente alti da risultare spesso non alla portata delle tante stazioni sciistiche del territorio. Ma anche quando si riesce ad attivarlo, le temperature elevate lo rendono così effimero da risultare spesso poco sostenibile non solo dal punto di vista meramente economico, ma anche da quello ambientale, al quale pur dobbiamo pensare».

Già da diversi anni gli enti locali lavorano su forme di turismo a minor impatto ambientale e più compatibili con uno sviluppo sostenibile: le escursioni, con o senza le racchette da neve rappresentano una tipologia di fruizione compatibile con le nostre stagioni invernali; gli itinerari e le manifestazioni cicloturistiche possono interessare la montagna durante la stagione calda, sempre più estesa anche a mesi primaverili o, soprattutto, autunnali.

Scopri anche

Clavesana, maestra aggredita in paese da una mamma di un ex alunno

È stata avvicinata e aggredita all'uscita di un negozio, a Clavesana. La vittima è una maestra, che insegna alle Elementari del paese. Sarebbe stata individuata e poi insultata da una signora, mamma di un...

Villanova. Michele Pianetta ufficializza la candidatura a sindaco

Michele Pianetta, attuale vicesindaco di Villanova, ha ufficializzato la propria candidatura a sindaco in vista delle prossime elezioni comunali. Al momento attuale, dunque, si profila una sfida a due, con lo sfidante...

Sant’Albano: gli Alpini ricordano la ritirata di Russia, 80 anni dopo la tragedia

Da venerdì 3 a domenica 5 febbraio, Sant’Albano ha ospitato una tre giorni interamente dedicata alla ritirata di Russia, ad 80 anni esatti di distanza dalla tragedia che interessò da vicino moltissimi giovani e...

Prof. del Liceo di Mondovì pubblica una biografia di Guccini… dal “punto di vista”...

Una biografia in prosa che però nasce dalle strofe. «C’è chi sostiene che un artista non possa raccontare sé stesso coi versi. Io invece credo di sì e, partendo dalle canzoni che Guccini ha...

Ceva: si presenta il progetto del “Museo del fungo”

E' in corso, presso il Municipio di Ceva, la conferenza stampa di presentazione del futuro "Museo del Fungo". Un sogno che si appresta a diventare realtà. Ad illustrare il progetto e le fasi che...

Mondovì, ecco i cartelli elettronici che avviseranno dei blocchi del traffico

Da ieri, lunedì 30 gennaio, sono stati piazzati a Mondovì i primi cartelli elettronici che avviseranno dei blocchi del traffico. Il Comune spiega: «La città di Mondovì, insieme ad altri 76 Comuni del Piemonte, deve...