Crisi della neve e delle precipitazioni, appello della Provincia: «Inutili le contrapposizioni. Lavoriamo insieme per affrontare il problema»

Intervento dei consiglieri provinciali con delega alla Montagna ed allo Sport, Silvano Dovetta e Pietro Danna

Il tema dello sci e il problema delle scarse precipitazioni sono al centro dell'attenzione della Provincia che lancia un appello per affrontare insieme il problema. La riflessione di Marco Bussone, presidente nazionale di Uncem, ripresa da alcuni organi di informazione, mette a fuoco un tema che ciclicamente torna alla ribalta a causa di una situazione climatica in evidente evoluzione verso temperature più elevate, anche in inverno.

«È una situazione che va affrontata in modo serio e onesto – dice Silvano Dovetta, consigliere provinciale con delega alla Montagna e presidente dell'Unione Montana Valle Varaita – e siamo obbligati a ripensare il turismo invernale nelle valli del Cuneese, dove non ha più senso insistere soltanto sul modello di sviluppo basato sulla neve e sugli impianti di risalita».

Da tempo tra Provincia di Cuneo, Unioni Montane e Comuni è aperto un tavolo di confronto su numerose tematiche connesse allo sviluppo turistico ed economico del territorio: la questione “neve” è uno dei nodi più spinosi.

A breve la Provincia convocherà un primo tavolo di lavoro in merito, per avviare un confronto e per valutare la possibilità, su iniziativa dei consiglieri Dovetta e Danna in accordo con il presidente Luca Robaldo, di indire un convegno con tutti gli attori della filiera neve. Saranno coinvolti sia i soggetti pubblici, a partire dalla Regione Piemonte con il suo assessore alla Montagna Fabio Carosso che si è espresso recentemente sul tema, sia quelli privati, direttamente o indirettamente attivi nella filiera.

«Non si tratta di dimenticare il ruolo fondamentale che lo sci da discesa ha avuto e ha per le nostre valli – prosegue Dovetta – ma di valutare le cose in base ai dati che abbiamo a disposizione e al clima di questi anni. Le precipitazioni nevose sono sempre più scarse e sempre più spostate verso la fine dell'inverno: ormai questa è una costante nelle nostre valli e non possiamo fare finta di niente. L'innevamento artificiale ha costi di gestione talmente alti da risultare spesso non alla portata delle tante stazioni sciistiche del territorio. Ma anche quando si riesce ad attivarlo, le temperature elevate lo rendono così effimero da risultare spesso poco sostenibile non solo dal punto di vista meramente economico, ma anche da quello ambientale, al quale pur dobbiamo pensare».

Già da diversi anni gli enti locali lavorano su forme di turismo a minor impatto ambientale e più compatibili con uno sviluppo sostenibile: le escursioni, con o senza le racchette da neve rappresentano una tipologia di fruizione compatibile con le nostre stagioni invernali; gli itinerari e le manifestazioni cicloturistiche possono interessare la montagna durante la stagione calda, sempre più estesa anche a mesi primaverili o, soprattutto, autunnali.

Santa Lucia Villanova Mondovì

Il Santuario di Santa Lucia a Villanova Mondovì riapre i battenti

Il Santuario di Santa Lucia in Villanova Mondovì si staglia dal XVI secolo sul versante del Monte Calvario (o Momburgo) dominando la Valle Ellero ed è erede di un’antica devozione popolare, ancora oggi viva...

Frabosa Sottana. Atto vandalico sull’auto di una candidata consigliera

Nella serata di lunedì ignoti hanno compiuto un atto vandalico sull'auto di Patrizia Ghisaura, ex docente genovese candidata nella lista di Frabosa Futura. Probabilmente con un oggetto appuntito, il vandalo si è accanito sull'auto...

Suono delle Scuole: siamo a un punto di svolta? Tre riflessioni

Non lo posso negare: vedere queste ragazze questi ragazzi salire su un palco di quelle dimensioni e suonare carichi come molle, è una cosa che fa bene al cuore. Li invidio anche un po’:...

A Villanova giovedì la seconda serata del Palio dei Rioni. Venerdì la cena...

Folla delle grandi occasioni giovedì sera, in piazza Filippi, per l’apertura dell’edizione 2024 del Palio dei Rioni, l’edizione del ritorno della competizione che mancava da diversi anni. Gli spettatori non erano moltissimi, nel senso...

A Mondovì il Comune sceglie fra cinque progetti presentati dai cittadini

Sono scaduti martedì 11 giugno i termini ultimi per la presentazione delle proposte progettuali legate al cosiddetto bilancio partecipato, il nuovo strumento dell’Amministrazione comunale pensato per valorizzare il coinvolgimento dell’intera comunità monregalese, andando a...

A Mondovì a luglio e agosto attivo il servizio di “Scuola Materna estiva”

Anche per il 2024 il Comune di Mondovì attiverà la Scuola Materna estiva, con l’obiettivo di soddisfare le esigenze delle famiglie con genitori entrambi lavoratori, assicurando così un accompagnamento educativo-assistenziale durante il periodo delle...