Addio a Bruna Bianchi, era presidente onoraria del Nishizawa Jiu Jitsu a Trinità

Aveva 84 anni, i funerali celebrati questo pomeriggio a Ceva. Il padre Gino fu il pioniere dell'arte orientale in Italia. Lascia la figlia Paola (ex sindaco di Roascio) e la nipote.

Bruna Bianchi con Luciano Manassero e la figlia Paola Rebora

Suo papà, Gino Bianchi, è stato il pioniere del Jiu-Jitsu in Italia. E lei, Bruna Bianchi, ha seguito fin da subito le stesse orme, con grande passione ed umiltà. È venuta a mancare lo scorso martedì 24 gennaio, all’età di 84 anni nella Rsa “Casa del sorriso” di Mombasiglio. Genovese d’origine, negli ultimi anni si era trasferita nel Cebano di modo da essere più vicina alla figlia Paola Rebora (di Ceva, che fu anche sindaca a Roascio dal 2004 al 2009). I funerali si sono svolti nel pomeriggio di giovedì al Duomo di Ceva.

Profondo il cordoglio in tutto il mondo del Jiu-Jitsu. Il Maestro Bruna Bianchi era Cintura nera 4° Dan e presidente onorario dell’Asd Nishizawa Ju Jitsu Trinità. «Grazie Bruna per la tua amicizia e per l’affetto che ci hai sempre dimostrato», ricorda commosso il presidente Luciano Manassero, Cintura nera 5° Dan e membro della commissione tecnica nazionale Jiu jitsu. «Era sempre presente agli esami e ai nostri eventi. Ci ha seguito molto in Federazione, a lei mi lega un’amicizia ultra ventennale. Da una quindicina d’anni era poi diventata presidente onorario del Dojo Nishizawa a Trinità. Un persona di grande umiltà, sempre disponibile e presente». Bruna lascia la figlia Paola, la nipote Silvia e tutti i parenti. Il papà Gino (1914-1964) fu colui che portò attraverso il cosiddetto “metodo Bianchi” il Jiu-Jitsu in Italia per scremare la tecnica imparata in Cina durante gli anni della guerra e inserirla nel contesto della società occidentale.

Scopri anche

operazione polizia mafia nigerianavideo

Maxi operazione della Polizia contro la mafia nigeriana: uno dei “boss” arrestato a Mondovì

Una maxi operazione della Polizia contro la mafia nigeriana ha portato all'arresto di 16 persone: arrestato anche un uomo a Mondovì, ritenuto essere uno dei vertici dell'organizzazione criminale.   La Polizia di Stato, nella mattinata di...

Norme sulle esequie, la Diocesi interviene sui dubbi interpretativi sollevati dall’Ana

In merito alla presa di posizione emersa durante l'assemblea della Sezione ANA di Mondovì relativa all'interpretazione sulle norme per le esequie la Diocesi di Mondovì precisa: «Visti i rapporti sempre corretti intercorsi tra la...
consiglio comunale mondovì bilancio 2023

Il Consiglio comunale di Mondovì approva il bilancio 2023

Venerdì 31 marzo il Consiglio comunale di Mondovì si è riunito per discutere e approvare il bilancio 2023. Un consiglio importante, per il mandato amministrativo in corso: si vota il primo "previsionale" per l'Amministrazione...

Farigliano in festa: aperte le adesioni per la “Giornata del donatore” Avis

La sezione Avis di Farigliano organizza la “Giornata del donatore”, una grande festa per tutta l’Associazione, domenica 16 aprile, in collaborazione con la Pro loco di Farigliano. Il programma della giornata si apre con...
operazione polizia mafia nigerianavideo

Maxi operazione della Polizia contro la mafia nigeriana: uno dei “boss” arrestato a Mondovì

Una maxi operazione della Polizia contro la mafia nigeriana ha portato all'arresto di 16 persone: arrestato anche un uomo a Mondovì, ritenuto essere uno dei vertici dell'organizzazione criminale.   La Polizia di Stato, nella mattinata di...
nuova moschea mondovì no

Nuova “moschea” a Mondovì? «No: ci spostiamo da via Cuneo in via Trieste»

La comunicazione è stata inviata a inizio marzo, dalla “Comunità dei mussulmani di Mondovì” al Comune: una lettera, firmata dal presidente della Comunità, Mohamed Bouzerda, che comunicava che «a partire dalla data del 22...