“Volontari per l’arte”: al via il nuovo corso per accompagnatori turistici

Sabato 4 marzo a Villanova, la presentazione del progetto 2023 che sarà ancora guidato dalla dott.ssa Donatella Donà

La Cattedrale di San Donato è sede della cattedra del vescovo di Mondovì. Costruita dall’architetto Francesco Gallo, è luogo ricco di opere d’arte, un patrimonio confluito dalle chiese che l’hanno preceduta.

Riparte nei prossimi giorni l’attività dell’Associazione “Volontari per l’arte” della diocesi di Mondovì, il gruppo presieduto dalla dott.ssa Donatella Donà, che ormai da molti anni si occupa dell’apertura e della fruizione al pubblico di numerose chiese e gioielli d’arte, presenti sul nostro territorio. Il nuovo corso 2023, dedicato a tutti coloro che volessero diventare accompagnatori turistici, viene presentato con un evento appositamente dedicato: sabato 4 marzo alle ore 15, nel salone dell’Oratorio a Villanova, in piazza Filippi.

Aperture notturne e “Museo diffuso”: alcune novità
«Il corso, oltre alle normali lezioni, prevede anche quest’anno due uscite formative sul campo – spiega Donatella Donà –. Si terranno a Bosco Marengo, nel ricordo di San Pio V, e a Villar San Costanzo. Si prospettano inoltre novità per quanto riguarda l’attività di presidio delle chiese. I “Volontari per l’arte” infatti quest’anno intendono partecipare alle “Giornate autunnali della cultura”, con l’apertura notturna di alcuni beni, tra cui la Cattedrale di San Donato di Mondovì e altri suggestivi siti. La fortunata iniziativa del “Museo diffuso”, che ha preso piede l’anno scorso raccogliendo consensi ed apprezzamenti da parte del pubblico, assumerà poi un carattere più pervasivo nei luoghi dove sono presenti più beni, per non radicarsi in giornate autonome, ma venire accostata anche a feste e sagre locali, quindi oltre il periodo “canonico” da giugno a settembre». Per ulteriori informazioni sul corso e sulle varie attività proposte è possibile contattare Donatella Donà al numero 339-6143781.

Il programma del corso formativo: 8 lezioni
Dopo la giornata di presentazione del corso, sabato 4 marzo, la serie di appuntamenti entra nel vivo sabato 11 marzo, con la prima lezione, “Il richiamo alla fede nell’arte monregalese del tardo Medioevo” con don Andrea Rosso. Proseguimento il 25 marzo, con la seconda lezione, dal titolo “Le Madonne della rosa candida e del cardellino in diocesi” con Guido Araldo; il 1º aprile “Il primo Cinquecento nel Monregalese” con Michelangelo Giaccone; il 22 aprile “L’arte monregalese tra ‘500 e ‘600” con Massimiliano Caldera; il 6 maggio “Adeguamento liturgico: le ragioni della conservazione, le necessità della liturgia” con Francesco Novelli; il 20 maggio “Argenti e vasi sacri: una valutazione stilistica” con Magda Tassinari e il 3 giugno “La fioritura delle cappelle in età post-tridentina” con don Giampaolo Laugero. Ultima lezione, il 17 giugno “Giotto: la rivoluzione stilistica” con Donatella Donà.

mondovì times square new york

LE BELLEZZE DI MONDOVÌ SUI MEGASCHERMI DI TIMES SQUARE A NEW YORK

L'Unione Monregalese ha fatto proiettare le bellezze di Mondovì in Times Square a New York: grazie a Pixel Star di TSX Ieri, mercoledì 21 febbraio, sui megaschermi di Times Square a News York, alle 17,15...

In tanti a Dogliani, per la serata dedicata alla nascita delle “Comunità energetiche”

Ottima risposta, anche da parte degli imprenditori di Langa, questa sera, lunedì 4 marzo in Biblioteca a Dogliani, per la presentazione del progetto "Concerti". Il territorio cuneese continua a mostrarsi decisamente interessato alle novità,...

Al Rondò dei Talenti l’opera collettiva di 197 bambini delle Scuole Primarie

Martedì 5 marzo alle ore 16.30, presso il Rondò dei Talenti (via Luigi Gallo, 1) a Cuneo, Fondazione CRC presenta pubblicamente l’opera collettiva “Forte come un’erbaccia”, realizzata da 197 bambini di nove classi delle...

Il “Cessate il fuoco” alla maniera dei Trelilu: «E piantè lì con se guère??»

«E piantè lì cun se guère??». Il "cessate il fuoco", dal palco del teatro Baretti, lo lanciano i Trelilu alla loro maniera, con lo striscione (lo traduciamo, per chi non mastica il dialetto piemontese:...

Ceva: telecamere alla bocciofila, nell’area della piscina e al Foro Boario

Si chiama “Ceva più sicura” il progetto realizzato dall’Amministrazione comunale che prevede l’installazione di nuove telecamere ad alta definizione lungo le vie e nelle piazze cittadine, per un potenziamento della videosorveglianza. Il progetto ha...