Gabbie illegali per la cattura dei cinghiali, nei guai un 76enne valbormidese

Controlli antibracconaggio in Langa da parte dei Carabinieri Forestali di Cortemilia e di Ceva

Nell'ambito delle attività di contrasto al bracconaggio, la stazione dei Carabinieri Forestali di Cortemilia ha segnalato nei giorni scorsi all'autorità giudiziaria un 76enne valbormidese ritenuto responsabile dell'illecita installazione ed uso di due gabbie da cattura di fauna selvatica di fattura artigianale, ma perfettamente funzionanti. Erano posizionate in terreni isolati nelle sua disponibilità, una condotta vietata sensi della legge 157 del 1992 in quanto considerata come una vera e propria azione di caccia effettuata con mezzi non consentiti.

A conclusione di appostamenti e riprese fotografiche, d'intesa con la Procura di Asti e coadiuvati dai colleghi dei Carabinieri Forestali di Ceva, i militari sono riusciti a sorprendere l'uomo mentre foraggiava e armava le gabbie, procedendo quindi al loro sequestro. All'indagato è stato inoltre contestato un verbale amministrativo da 1.000 euro per la detenzione delle gabbie in violazione della normativa nazionale e regionale sulla caccia.

«In relazione al presente procedimento penale, – precisa il Gruppo Carabinieri Forestale di Cuneo – le indagini sono in corso di sviluppo, potendo emergere in futuro elementi di segno contrario rispetto a quelli raccolti, l'indagato è da presumersi innocente sino a quando non sia pronunciata sentenza di condanna definitiva».

«Episodi analoghi – aggiunge il ten.col. Stefano Gerbaldo, comandante del Gruppo Carabinieri Forestale cuneese – sono ancora purtroppo frequenti nelle zone rurali e montane e rappresentano un pericolo per tutta la fauna selvatica ma anche per gli animali di affezione che potrebbero rimanervi intrappolati. Tale tipologia di illecito prelievo di fauna selvatica, in particolari cinghiali, non fornisce alcuna garanzia in relazione alle procedure di biosicurezza quando la finalità è alimentare».

Santa Lucia Villanova Mondovì

Il Santuario di Santa Lucia a Villanova Mondovì riapre i battenti

Il Santuario di Santa Lucia in Villanova Mondovì si staglia dal XVI secolo sul versante del Monte Calvario (o Momburgo) dominando la Valle Ellero ed è erede di un’antica devozione popolare, ancora oggi viva...

Ritrovato a Sale San Giovanni il 27enne scomparso da Torino

Si sono concluse le operazioni di ricerca nei boschi di Sale San Giovanni, scattate dall'ora di pranzo, a seguito dell'avvistamento di un 27enne allontanatosi il 30 maggio scorso dalla struttura presso cui era ricoverato...

Bye bye Barocco, a Mondovì a luglio arriva Andy Warhol

Addio Barocco, welcome Pop Art. Ladies and gentlemen, a Mondovì dopo il Caravaggio arriva Andy Warhol: l’ex chiesa di Santo Stefano si prepara a staccare i quadri dei maestri della luce e ad ospitare...

Addio al tenente Diego Bonavera: fu carabiniere a Frabosa e Mondovì

L’Arma dei Carabinieri piange la scomparsa del tenente Diego Bonavera. È scomparso questa mattina all’ospedale “Policlinico di Monza” di Alessandria, a seguito di una malore. Aveva solo 45 anni ed era conosciuto e apprezzato...
rifugio serre di oncino

Al Rifugio Serre di Oncino la “cucina piemontese delle origini”

Abbiamo intervistato Riccardo Ferraris, gestore del Rifugio Serre di Oncino, in valle Po, inaugurato da pochi giorni. Con la famiglia gestisce anche il ristorante “La Raviola Galante” a Scurzolengo (AT), dove si propongono piatti...

A Mondovì a luglio e agosto attivo il servizio di “Scuola Materna estiva”

Anche per il 2024 il Comune di Mondovì attiverà la Scuola Materna estiva, con l’obiettivo di soddisfare le esigenze delle famiglie con genitori entrambi lavoratori, assicurando così un accompagnamento educativo-assistenziale durante il periodo delle...