“Riassaporando” note e musica con Canzon&teatro

Debutto al teatro Garelli per il nuovo spettacolo del sodalizio monregalese

(p.r.) - Chi l’ha detto che la minestra riscaldata, il giorno dopo, non sia più buona? Lo spettacolo “Riassaporando”, ultima proposta del sodalizio “Canzon&teatro”, si concede, senza alcuna remora, al gusto di aprire il frigorifero e stuzzicare qui e là qualche assaggio. Il quintetto formato da Ada Prucca, Mario Manfredi, Corrado Leone, Attilio Ferrua e Giuliano Scarso, un po’ come Gigi Proietti in “A me gli occhi please”, porta in scena il baule del proprio repertorio passato e sceglie canzoni e monologhi, stralci di vecchi spettacoli ricombinati insieme in un nuovo itinerario, una specie di Blob musical-teatrale-letterario. È piacevole per lo spettatore salire in carrozza per farsi condurre alla rinfusa in un percorso imprevedibile e schizofrenico, che rimanda da Dante Alighieri a Guido Gozzano, dal Sud Italia al Sud America, passando per l’esistenzialismo parigino e il fumoso, vecchio Piemonte di Paolo e Giorgio Conte, senza mai sapere a quale nuova tappa ci condurranno gli autisti, pardon, gli artisti. Il gioco è tentare di innescare cortocircuiti, facendo cozzare mondi lontanissimi, talvolta con un certo gusto ironico (le terzine di Paolo e Francesca e una canzone di Wilma De Angelis, tanto per dirne una, o Dante, “Hit the road Jack” di Ray Charles e “Nessuno mi può giudicare” della Caselli). Si ritrovano pienamente tutte le caratteristiche principali di Canzon&teatro: una selezione minuziosa della scaletta e mai banale, tra canzoni d’autore e brani popolari da riscoprire, e con pagine letterarie. Una parte musicale ridotta all’essenziale ma curata, in cui neanche le note recitano a soggetto. Al centro dello spettacolo resta la parola, recitata o cantata, e tutto è funzionale al racconto, per un risultato finale di grande coerenza ed eleganza. Al termine dell’esibizione il pubblico ha tributato grandi applausi agli artisti.

Canzon&teatro si esibirà a Carrù domenica 26 novembre, alle 17, presso il Teatro Vacchetti con lo spettacolo "Ma Leopardi odiava la minestrina?". Ingresso libero.

mondovì times square new york

LE BELLEZZE DI MONDOVÌ SUI MEGASCHERMI DI TIMES SQUARE A NEW YORK

L'Unione Monregalese ha fatto proiettare le bellezze di Mondovì in Times Square a New York: grazie a Pixel Star di TSX Ieri, mercoledì 21 febbraio, sui megaschermi di Times Square a News York, alle 17,15...

Appalto rifiuti, Confcooperative Cuneo difende la Proteo Ambiente

Nuovo intervento sulla vicenda della vertenza lavorativa tra sindacati e società Proteo Ambiente per l'appalto rifiuti, dopo il presidio tenuto ieri dalle forze sindacali di fronte alla sede ACEM. Interviene Confcooperative Cuneo che, con...

Via Marchese chiusa quasi da un anno, ma ancora niente lavori: manca l’ok della...

Fine marzo 2023: il Comune chiude via Marchese D’Ormea. Poco meno di un anno fa. «Nessuno si può immaginare tempi brevi», aveva detto allora l’assessore ai Lavori pubblici, Gabriele Campora. Ma ora, a undici...

Utilizzava i soldi e il bancomat dell’amica disabile mentale: condannata una 53enne

Due anni di spese con i soldi di qualcun altro, nello specifico quelli di una disabile mentale che a lei si era affidata in tutto e per tutto, consegnandole perfino il suo bancomat. La...
mondovì times square new york

LE BELLEZZE DI MONDOVÌ SUI MEGASCHERMI DI TIMES SQUARE A NEW YORK

L'Unione Monregalese ha fatto proiettare le bellezze di Mondovì in Times Square a New York: grazie a Pixel Star di TSX Ieri, mercoledì 21 febbraio, sui megaschermi di Times Square a News York, alle 17,15...
libro cura dono volontariato

“La cura del dono”: un libro donato a sua volta per sostenere le Associazioni...

È in distribuzione nelle librerie e presso alcune Associazioni di volontariato di Mondovì, il libro “La cura del dono”, scritto dalla 4ª A del Liceo Classico di Mondovì, edito da “Gli Spigolatori” e illustrato...