Il “Dardanello Giovani” 2023 premia i suoi vincitori

Vince il villanovese Gioele Percivalle, nostro giovane collaboratore. Seconda piazza per l’umbro Ciccia Borile, terza la cosentina Basile. Premiati anche i lavori di quattro classi del liceo sportivo di Mondovì

Una passerella di talenti tutti da scoprire: questo vuole rappresentare il “Dardanello Giovani” fin dalla sua prima edizione. Il concorso giornalistico bandito dall’associazione culturale “Piero Dardanello”, che dal 2014 perpetua la memoria della lezione professionale del giornalista monregalese, già direttore di “Tuttosport”, vuole rappresentare un’occasione per gli studenti della Provincia di Cuneo per scoprire o consolidare una passione, e un’opportunità per i giovani autori under 30 di tutta Italia di mettersi alla prova facendosi leggere da una giuria di professionisti di lungo corso. L’edizione 2023 della competizione ha visto la sua conclusione nella serata di martedì 19 dicembre, con la cerimonia presso l’Antico Palazzo di Città. Sono stati svelati i vincitori designati dalla giuria presieduta dall’attuale numero uno di “Tuttosport” Guido Vaciago e formata da Roberto Beccantini (presidente onorario del Premio Dardanello), Massimo Mathis (responsabile della redazione di Cuneo de “La Stampa”), Gianni Scarpace (condirettore di “Provincia granda”) e Corrado Avagnina (direttore de “l’Unione Monregalese”). Il primo premio è stato assegnato al villanovese Gioele Percivalle, nostro collaboratore a cui vanno i complimenti di tutta la redazione, studente di Scienze della Formazione Primaria a Savigliano. Seconda posizione per l’umbro Andrea Ciccia Borile, proveniente da Passignano sul Trasimeno (studente universitario al Mams di Bologna), terza per la calabrese Maria Celeste Basile, di Rende in provincia di Cosenza (studia Management dello sport all’Università del Foro Italico a Roma). Nel corso della cerimonia sono stati premiati anche due video realizzati dagli studenti del Liceo sportivo di Mondovì e in particolare dalle classi 2ª e 3ª delle sezioni S e T. Grazie al loro lavoro l’istituto potrà beneficiare di un contributo che potrà essere usato per le uscite didattico-sportivo delle classi partecipanti. Menzione speciale inoltre per un concorrente “fuoriquota”: l’insegnante Paolo Giacosa, anche cronista di balòn, autore di un pezzo di cui è stata data lettura. È proprio la pallapugno il tema del concorso di quest’anno e tra gli ospiti erano presenti anche i campioni Federico Raviola e Paolo Danna, oltre al giornalista de “Lo Sferisterio” Luca Giaccone, che ha illustrato alcune tra le caratteristiche salienti della Pallapugno.

 

mondovì times square new york

LE BELLEZZE DI MONDOVÌ SUI MEGASCHERMI DI TIMES SQUARE A NEW YORK

L'Unione Monregalese ha fatto proiettare le bellezze di Mondovì in Times Square a New York: grazie a Pixel Star di TSX Ieri, mercoledì 21 febbraio, sui megaschermi di Times Square a News York, alle 17,15...

Nuovo defibrillatore: Farigliano vuole diventare territorio “cardio protetto”

Grazie alla donazione di un defibrillatore semiautomatico “Dae” da parte della famiglia di Aldo Vajra (noto viticoltore del territorio), l'Amministrazione comunale di Farigliano, nei giorni scorsi, ha installato una nuova postazione “salva vita” a...

Francesco e Ylenia, poliziotti insieme: «Abbiamo coronato il nostro sogno»

21 anni lei, di Villanova. 24 anni lui, di Rifreddo (Mondovì). A Roma nelle scorse settimane hanno coronato il loro sogno, insieme, superando il corso d’ammissione per entrare nella Polizia di Stato. Ylenia Aggeri...

Frabosa Soprana, cacciatore sanzionato per aver abbattuto un cinghiale oltre l’orario consentito

Per non aver rispettato il divieto di caccia “in ore notturne o comunque oltre gli orari consentiti dal calendario venatorio” rischia ora una multa da 500 a 3 mila euro. È quanto contestano i...

La sopravvivenza è una catena: l’importanza del primo soccorso

Il secondo appuntamento dedicato all’attività dei “Volontari del Soccorso” di Dogliani ci porta, a soffermare l’attenzione sull’importanza della “catena del soccorso” o “catena della sopravvivenza”, metafora con la quale si indica l’insieme delle procedure...