Peveragno. L’associazione “Amicorti” si difende. Seconda parte del servizio giovedì sera

La versione del sindaco di Peveragno: «Abbiamo collaborato nel 2021, ma gli accordi sono stati disattesi»

La presidente di "Amicorti International Film Festival" Ndrita Rossi ha risposto con un video, diffuso sul suo canale social, al servizio di "Striscia la Notizia" andato in onda nella serata di mercoledì 17 gennaio. Oggetto del filmato, realizzato dalla troupe di Max Laudadio, interviste con imprenditori del territorio che lamentano fatture non pagate dall'Associazione, nell'ambito delle scorse edizioni del festival, in particolare nell'anno 2022. «Dichiaro che tutto il lavoro che ho svolto in questi anni non è mai stato retribuito, ma è stato realizzato a titolo gratuito, volontariamente. Realizzo questo video a difesa dell'Associazione "Amicorti International Film Festival" e della mia persona dalle accuse fatte dalla trasmissione di "Striscia la Notizia" e dal suo inviato Max Laudadio, impossibilitata ad avere un confronto con loro». Nel video la presidente Rossi risponde alle accuse di uno degli imprenditori, nel dettaglio, riferendo che gli accordi presi «verbalmente» erano diversi e offre una serie di puntualizzazioni. Rossi ha intenzione di adire le vie legali per tutelarsi. «Sono molto serena, la giustizia farà il suo corso – commenta a riguardo – verrà provato l'opposto di quello che è stato dichiarato».

La seconda parte del servizio di Laudadio

Una seconda tranche di testimonianze di debiti non pagati è stata mandata in onda nella serata di giovedì 18 gennaio. Tra queste anche quella dell'hotel Principi di Piemonte di Cuneo, di un'interprete, dell'ex vicepresidente dell'Associazione "Gli Amici" (la prima organizzazione che lanciò il festival) e quella dell'attore Luigi Di Fiore, che seguì la rassegna nelle prime edizioni. Laudadio inoltre, segnala che alla promessa di Ndrita Rossi di inviare la documentazione delle fatture e dei pagamenti. Ma nella mail inviata «C'è unicamente il link al sito di Amicorti, senza alcuna documentazione». Conclude il servizio un'ulteriore testimonianza del sindaco Paolo Renaudi, con altre circostanze sul mancato patrocinio del 2022, tra gli oggetti delle contestazioni di Ndrita Rossi.

Qui il link al secondo servizio

Ndrita Rossi: «Volevano togliermi la gestione del festival»

«La verità è che sono stata oggetto di un complotto da parte del Comune di Peveragno che ha fatto di tutto per farmi terra bruciata intorno – ha dichiarato la presidente Rossi ai nostri microfoni –: il Comune voleva gestire tutto. Il sindaco ha chiamato le Fondazioni per cercare di scoraggiare i finanziamenti nei nostri confronti. Per l’edizione 2022 non abbiamo ricevuto un euro dal Comune, ci è stato revocato il patrocinio senza alcuna spiegazione. Circa gli imprenditori posso solo dire che erano stati presi accordi diversi, e che quello che dichiarano non è vero. In ogni caso, ho sempre chiarito che, anche se in ritardo, sarebbe stato tutto pagato. Non appena ho avuto le disponibilità ho sempre onorato quanto dovevo. Dal 2022 siamo andati avanti con il contributo delle Fondazioni CRC e CRT e della Banca di Boves. Tutto il resto erano fondi nostri».

Il sindaco di Peveragno: «Disattesi gli accordi presi»

«Nessun complotto – chiarisce Paolo Renaudi sindaco di Peveragno – e ci mancherebbe pure. Figurarsi se mi metto a fare telefonate per "scoraggiare" finanziamenti a chicchessia. Nessuna intenzione, peraltro, di prendere il controllo della manifestazione. “Amicorti” è una bella idea gestita malissimo. Era nata come una serata di proiezione di cortometraggi, organizzata dall’Associazione “Gli Amici” e l’abbiamo sostenuta. L’abbiamo sostenuta quando è cresciuta nonostante il Covid e nel 2021 quando ci è stato prospettato un progetto particolarmente corposo abbiamo colto le potenzialità di volàno turistico e abbiamo accettato di partecipare e di entrare nel Comitato organizzatore anche con un contributo importante, ben 15.000 euro, mettendo dei “paletti”. Tutti gli accordi sono stati disattesi e avendo anche preso atto che pure il lato finanziario era gestito in una maniera che non ci trovava d’accordo, con continui sforamenti di budget, abbiamo chiarito che per l’anno successivo non ci sarebbero più state collaborazioni e finanziamenti».

La cerimonia di inaugurazione nel 2022 al Formont

“Amicorti”: dal 2018 la storia del festival del cortometraggio

L’avventura di "Amicorti" era partita nel 2018, con una serata organizzata dall’allora Associazione culturale “Gli Amici”, a cui aveva partecipato il regista Giuseppe Ferlito con il film “Infernet”, proiettato per i ragazzi delle Scuole peveragnesi. Dato l’interesse riscosso soprattutto nei giovanissimi, la realtà presieduta da Patrick Beraudo aveva pensato di proseguire sul filone cinematografico, ed era nata l’idea del Festival “Amicorti” dedicato al cortometraggio, una proposta unica nel panorama italiano. Grazie alla collaborazione di alcuni nomi del mondo del cinema, tra cui l’attore Luigi Di Fiore e la produttrice Gisella Marengo (di origini cuneesi), Ndrita Rossi, con il ruolo di direttrice artistica, aveva organizzato le prime edizioni: 2019 e 2020. Nonostante la pandemia, l’edizione 2020 si era potuta tenere, al chiuso con posti contingentati e ospiti di livello internazionale (tra cui il re dell’horror Eli Roth). Nel 2021 la manifestazione fa un vero e proprio salto di qualità: arrivano a Peveragno volti notissimi come Raoul Bova e Zucchero (il musicista fa una comparsata a sorpresa alla cerimonia inaugurale). La manifestazione si tiene in pieno centro, in piazza Toselli. Nel 2022 la decisione di ampliare l’orizzonte oltre l’Italia: l’Associazione “Gli Amici” si trasforma in “AmiCorti International Film Festival” e Ndrita Rossi ne assume direttamente la presidenza. Si organizza un vero e proprio "villaggio del cinema" al Formont, in frazione Madonna dei Boschi, con due sale proiezioni, una interna e una esterna sotto una tensostruttura capiente diverse centinaia di posti. Nel 2023 il Festival ha cambiato location, spostandosi a Chiusa di Pesio ospitato presso il Centro Incontri del Parco del Marguareis. Parallelamente alla rassegna cinematografica, gli organizzatori hanno tenuto iniziative dedicate alle Scuole, a Peveragno ma anche a Cuneo. Molto dello sforzo organizzativo era consentito dalla presenza di numerosi giovani volontari disposti a dare una mano.

Peveragno: a “Striscia la Notizia” il festival “Amicorti” diventa un caso

 

 

mondovì times square new york

LE BELLEZZE DI MONDOVÌ SUI MEGASCHERMI DI TIMES SQUARE A NEW YORK

L'Unione Monregalese ha fatto proiettare le bellezze di Mondovì in Times Square a New York: grazie a Pixel Star di TSX Ieri, mercoledì 21 febbraio, sui megaschermi di Times Square a News York, alle 17,15...

Carnevale di Mondovì: scocca l’ora della sfilata – I CARRI E I GRUPPI

Scocca l’ora dei carri. Torna l’appuntamento “principe” del Carlevè monregalese: la grande sfilata dei carri allegorici, domenica 25 febbraio a Mondovì Breo, partenza alle 14,30. Un appuntamento che quest’anno arriva più tardi rispetto al...
A Mondovì apre la Casa delle Associazioni

A Mondovì apre la Casa delle Associazioni

L’ingresso, è quello delle ex Medie “Francesco Gallo” a Mondovì Piazza, via Delle Scuole. Un portone in legno e qualche gradino, che presto verrà affiancato da una rampa o altro dispositivo per eliminare le...
onorificenza mattia aguzzi monregalese

Onorificenza da Mattarella per Mattia Aguzzi, il monregalese eroe che salvò la bimba caduta...

Onorificenza nazionale per Mattia Aguzzi, il monregalese che lo scorso agosto ha salvato una bimba caduta dal quinto piano di un palazzo di Torino - LEGGI QUI:  il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, lo...

Eventi estivi: a giugno un festival e un concerto “big” a Piazza

Per l'estate, Mondovì alza il volume. Con un evento, dal 5 all'8 giugno, che si svolgerà a Piazza dal nome "Mondovì Music Festival" e che punta a portare in città almeno un big della...
libro cura dono volontariato

“La cura del dono”: un libro donato a sua volta per sostenere le Associazioni...

È in distribuzione nelle librerie e presso alcune Associazioni di volontariato di Mondovì, il libro “La cura del dono”, scritto dalla 4ª A del Liceo Classico di Mondovì, edito da “Gli Spigolatori” e illustrato...