Appalto rifiuti: presidio dei sindacati, ma l’incontro con ACEM slitta

«Ricorreremo in tutte le sedi opportune e porteremo avanti le iniziative».  Lo scontro è aperto, sull'appalto rifiuti per 85 Comuni del Monregalese e del Cebano, vinto da Proteo Ambiente impresa sociale. Stamattina, mercoledì 21 febbraio, sindacati e lavoratori hanno tenuto un presidio a Mondovì di fronte alla sede ACEM.
L'appalto riguarda la raccolta rifiuti di tutto il bacino del Consorzio ACEM tranne i Comuni di Mondovì e Ceva. I sindacati sono sul piede di guerra: «Perché Proteo ha applicato un contratto diverso – sostengono, a voce unica, le sigle FP Cgil, FIT-Cisl e Fiadel – rispetto a quanto era previsto anche nel capitolato, ovvero il contratto  nazionale Fise-Assoambiente Servizi Ambientali. Ai lavoratori è stato offerto il contratto "cooperativo". Non capiamo perché altrove abbia applicato il CCNL nazionale mentre in questo caso ha cambiato le carte in tavola. Non ci stiamo». Una parte dei lavoratori hanno accettato le condizioni nuove, he hanno firmato: ma con riserva.
«Quella di Proteo Ambiente è una forzatura - scrivono i sindacati -: è stato disconosciuto il CCNL dei servizi ambientali, applicato ai lavoratori da decenni. È la prima volta che in un cambio appalto le lavoratrici e i lavoratori vengono privati del contratto ritenuto "leader" del settore. Riteniamo che questo sia un atteggiamento provocatorio e pericoloso, che va a intaccare il reddito dei lavoratori e delle loro famiglie essendo mediamente più basso del 25-30%». I sindacati avevano chiesto un incontro con ACEM, il Consorzio appaltante (l'appalto è già chiuso, è stato assegnato e firmato due settimane fa): ma il presidente Michele Odenato, oggi impossibilitato a essere presente, ha chiesto di far slittare l'incontro al 29 febbraio. «Abbiamo accettato - rispondono Francesco Tutone e Daniele Buso di FIT-Cisl, Gianfranco Gradaschi di Fiadel e Luca De Conti di FP Cgil -, ma la nostra protesta non si ferma qui».

La replica della Proteso Ambiente - LEGGI QUI: «Prendiamo atto del disappunto delle organizzazioni sindacali che riteniamo essere una questione meramente ideologica, che si limita al solo aspetto della rappresentanza sindacale e non può in alcun modo riferirsi a concrete rivendicazioni di tipo economico, visto che non solo sono state garantite le stesse condizioni retributive e normative precedenti per i lavoratori interessati dal passaggio e pertanto senza alcun peggioramento delle attuali situazioni contrattuali, ma è stato anche previsto, in favore di questi ultimi, il riconoscimento di una ulteriore premialità legata alle presenze ed alla partecipazione lavorativa dei dipendenti. Il passaggio di personale, che è stato effettuato ai sensi dell’art.57 del D.Lgs. 36/2023 (Codice dei contratti pubblici), rappresenta un livello normativo superiore rispetto alla norma riferita ad un contratto collettivo specifico alla quale invece fanno riferimento le OO.SS».

I sindacati però sostengono: «Questo contratto crea disparità fra i lavoratori: il CCNL esiste proprio allo scopo di dare a tutti le medesime tutele. E il medesimo problema potrebbe presentarsi fra qualche mese, quando andrà in gara di appalto il servizio per Mondovì». C'è anche un'altra contestazione: «Chi passerà al nuovo contratto, non avrà più le tutele e il sistema previdenziale del CCNL Fise-Assoambiente: cosa accadrà a questi lavoratori se, un domani, dovesse subentrare un nuovo soggetto che invece chiede il CCNL? Potrebbero essere tutti tagliati fuori».

RI-FONDAZIONI: Raviola in SP, Gola in CRC e Robaldo punta al “tris”

Le ruote hanno girato in meno di 24 ore. «Mi lascio alle spalle otto anni di impegno in CRC e si apre una nuova sfida in Compagnia San Paolo». Lunedì 15 aprile Ezio Raviola...

Elezioni a Ceva: non solo Bezzone e Mottinelli. In campo altre due liste?

Le liste per le prossime elezioni comunali a Ceva potrebbero essere addirittura quattro. Se per quanto riguarda le candidature dell’attuale sindaco, Vincenzo Bezzone, e del capogruppo di minoranza, Fabio Mottinelli, l’ufficialità è arrivata da...

Salute mentale: sabato ad Alba debutta il nuovo spettacolo di “Cascina Solaro”

Debutta sabato 20 aprile, al Teatro Sociale di Alba, lo spettacolo del laboratorio teatrale della comunità psichiatria “Cascina Solaro” dell’Asl Cn1 “La Camera Oscura: vite di fotogrammi”, per la regia della monregalese Sara Dho....

“CALSO”: «Pronti ad acquistare il 43% di “Mondo Acqua”»

La decisione è stata votata ieri sera, mercoledì 17 aprile, all'unanimità dall'assemblea dei Comuni. CALSO, la SpA 100% pubblica dei "Comuni dell’Acquedotto Langhe Sud Occidentali", è disponibile ad acquistare il 43% delle azioni di...

Il programma della Città di Mondovì per la Festa della Liberazione

Dopo la presentazione del libro “La Resistenza dei giovanissimi” del prof. Ernesto Billò dello scorso 12 aprile, proseguono gli appuntamenti promossi dalla Città di Mondovì in occasione della Festa della Liberazione. Lunedì 22 aprile...
Nord Sud Castello Cigliè

Nord vs Sud: la disfida dei vini “Al Castello” di Cigliè

Venerdì scorso si è svolto il secondo appuntamento delle “4 sere Al Castello” di Ciglié, con l’intero ristorante dedicato all’evento “Bolle al buio - Sicuri di essere grandi intenditori di bollicine?”, in cui vini...