Peveragno: Comune e Provincia presentano il progetto della rotonda alla Bernardina

Da anni uno dei nodi irrisolti della viabilità peveragnese è l’incrocio all’ingresso dell’area industriale della Bernardina. Un incrocio particolarmente pericoloso, che si immette sul rettilineo della Provinciale, dove spesso le auto procedono a velocità elevate. Da anni c’è il progetto di realizzare una rotonda, in concerto con il Comune di Beinette e la Provincia di Cuneo. Si è arrivati a mettere mano concretamente al progetto, presentato giovedì sera dal sindaco di Peveragno, Paolo Renaudi e dal presidente della Provincia di Cuneo, Luca Robaldo. Gli Amministratori hanno presentato pubblicamente alla platea del Centro Polifunzionale “A la sousta” come si articolerà la nuova infrastruttura, quanto costerà e quali saranno i tempi.

«Abbiamo in previsione due rotonde da molto tempo – ha spiegato il sindaco Paolo Renaudi – la prima è stata realizzata e si trova sul territorio dei Comuni di Beinette e di Cuneo. La seconda dovrebbe essere realizzata presso l’incrocio frontalmente alla Lekkerland e al Jocasta. Tra le due aree abbiamo uno studio di fattibilità che prevede la realizzazione di un marciapiede che unisca la Bernardina al nuovo stabilimento della Nord Engineering» «Alla fine del 2010 – riepiloga ancora il primo cittadino – c’è stato un accordo tra Beinette, Peveragno e Provincia, concretizzato nelle delibere 1 del 2011 di entrambi i Comuni: si parlava allora di 350.000 euro di cui una parte era un cofinanziamento nazionale-regionale (utilizzato poi per tutt’altro) e c’era una quota della Provincia e dei due Comuni. Siamo sempre disponibili a cofinanziare e anzi a aumentare la nostra parte, sappiamo che Beinette ha qualche remora in più. La rotonda oggettivamente serve più a Peveragno che ha Beinette perché la zona residenziale di Beinette non si sta realizzando». La parola è passata a Robaldo, che ha fatto il punto sullo stato dell’arte del progetto. «La Provincia versa in una condizione particolare, non abbiamo la possibilità di investire direttamente risorse su interventi come questi che però restano il nostro core business. L’ipotesi progettuale in questo caso è la realizzazione di una rotatoria. Se nel 2011 si parlava di 350.000 euro oggi dobbiamo prevederne circa 600.000, poco meno del doppio. Abbiamo un percorso abbastanza delineato, mi fa piacere avere conferma della disponibilità del Comune: l’ipotesi progettuale è più di un’ipotesi, manca un passaggio alla progettazione esecutiva. Anche dal punto di vista delle risorse approfitteremo di un’opportunità regionale: i fondi di sviluppo e coesione, definiti una volta ogni sette anni. Questo intervento era già caricato su quelle risorse poi sono stati decisi interventi diversi. Nel mese di marzo dovremmo poter inserire questo intervento così come è stato pensato dai nostri tecnici. Sarà una rotatoria con cinque bracci, che sarà sulla p. 564 e avrà alcune aree di ingresso. La rotonda ha un triplice obiettivo: sicurezza stradale, migliore accesso alle aree, aumentare anche la sicurezza al Villaggio Colombero (teatro di due investimenti mortali, ndr) costringendo a un rallentamento del traffico». Circa i tempi di realizzazione Robaldo ha precisato: «La programmazione si dipana da un settennato, se viene gestita dalla Regione segue priorità indicate. Questa per noi sarà una delle priorità ai primi posti, ma posso anticipare che sarà fatto dopo lo sblocco delle risorse. Se questo avverrà entro il mese di marzo saremmo in grado di prevedere tempi più realistici entro aprile. Una volta definita la progettazione e ottenute le risorse i tecnici della Provincia sono molto rapidi. In programmazione abbiamo anche un intervento sull'incrocio tra la sp 21 e la sp 42 (via Beinette, l'incrocio verso Boves ndr) su cui c'è un importo stimato molto alto e abbiamo già all'attivo studi preliminari. Proseguendo con la programmazione abbiamo queste priorità inserite su vari assi di finanziamento. Pur presentando l'intero intervento sui Fondi sviluppo e coesione se non dovesse essere interamente finanziato procederemo con una convenzione con il Comune e cercheremo altre risorse». In chiusura il sindaco di Peveragno, Renaudi, ha ragguagliato la platea circa il progetto di un altro intervento in previsione che riguarda la richiesta di affrontare un tema analogo a San Lorenzo di Peveragno, dove c’è un grande problema di eccesso di velocità «Ci sarà da spostare un impianto semaforico e ricavare un marciapiede – ha illustrato il sindaco – a breve in accordo con la Provincia installeremo dei lampeggianti per segnalare la presenza di una scuola, di un asilo, della chiesa e del negozio. L’indisciplina di alcuni automobilisti creano dei pericoli: siamo costretti a fare continui interventi ed avere i vigili che presidiano ogni giorno l’entrata e l’uscita delle scuole. Con la disponibilità del presidente ci piacerebbe a primavera organizzare un incontro pubblico per illustrare le soluzioni per la zona con una linea condivisa».

 

Chirurgia Laser Difetto Visivo

Chirurgia laser per correggere il tuo difetto visivo: scopri se sei idoneo

Miopia, astigmatismo, ipermetropia, presbiopia - Non lasciare che la paura di togliere gli occhiali ti impedisca di fare le cose che ti piacciono: vieni l’8 e 19 aprile al Centro Abax di Cuneo per...

Villanova: la Pro loco si è presentata alla popolazione

È stata presentata nel tardo pomeriggio di sabato la nuova Proloco villanovese e il suo direttivo. Ad introdurre la nuova realtà è stato il sindaco Roberto Murizasco che ha ribadito il supporto...

Big bench: anche Dogliani e Ceva tra i finalisiti del contest “Art Challenge”

Il Palablack Miroglio Fashion di Alba ha ospitato, oggi pomeriggio (13 aprile), la premiazione del primo contest "Art Challenge", organizzato dal Big Bench Community Project, la Fondazione che si occupa della promozione e della...

A Ceva furti nei negozi nella notte: rubati alcuni telefonini

Alcuni locali del centro storico di Ceva sono stati "visitati" dai ladri nella notte appena trascorsa. Ignoti si sono introdotti, forzando gli ingressi, all'interno di un negozio di telefonia e di un fruttivendolo. Nel...

Mondovì: sboccia la Primavera – FOTO E PROGRAMMA DELLA FIERA

È cominciata la Fiera di Primavera 2024. Sabato 13 e domenica 14 aprile a Mondovì un weekend floreale, con 400 espositori tra florovivaisti, produttori agricoli, auto-moto e mezzi agricoli, giochi per bambini, laboratori, talk,...
Nord Sud Castello Cigliè

Nord vs Sud: la disfida dei vini “Al Castello” di Cigliè

Venerdì scorso si è svolto il secondo appuntamento delle “4 sere Al Castello” di Ciglié, con l’intero ristorante dedicato all’evento “Bolle al buio - Sicuri di essere grandi intenditori di bollicine?”, in cui vini...