Truffata per 24mila euro dopo un falso sms delle Poste

Operazione della Polizia di Stato cuneese che ha indagato tre persone e sequestrato la somma, da restituire alla vittima

La Polizia di Stato di Cuneo ha concluso un’importante attività di contrasto alle frodi informatiche realizzate via sms, fenomeno criminale di sempre più stretta attualità noto con l’espressione “smishing” che colpisce purtroppo migliaia di risparmiatori. Sotto la direzione della Procura cuneese, gli investigatori, specializzati nel contrasto ai cyber crimini finanziari, hanno eseguito un sequestro preventivo di oltre 24.000 euro, somma che verrà restituita alla vittima, una donna residente nel cuneese, caduta nella trappola del falso sms di sicurezza proveniente in apparenza da Poste Italiane.

La vittima, avendo ritenuto veritiero il messaggio, seguiva le istruzioni in esso contenute venendo quindi contattata da un sedicente operatore di Poste Italiane. Sotto la falsa prospettiva di una sottrazione di dati nel corso di un attacco informatico ai danni dell'ufficio postale dove aveva il conto, veniva indotta quindi a trasferire il saldo sulla carta di un terzo soggetto, indicato dal truffatore come presunto “direttore antifrode”.
L’immediata denuncia della donna e l’intervento tempestivo degli operatori della Polizia Postale consentivano di bloccare immediatamente la somma frodata che veniva pertanto sottoposta a sequestro.

I successivi accertamenti, svolti attraverso la correlazione dei dati informatici con le movimentazioni bancarie, permettevano di individuare i responsabili delle condotte in tre soggetti italiani residenti nel Salernitano i quali si erano già adoperati per prelevare immediatamente la provvista delittuose in diversi uffici postali della zona.

I tre soggetti, da ritenersi innocenti fino a sentenza definitiva, sono stati pertanto indagati nonché destinatari di un decreto di perquisizione emesso dall’A.G cuneese, provvedimento che veniva eseguito dalla Polizia Postale di Napoli e Salerno e che consentiva di individuare le carte utilizzate per le condotte illecite nonché acquisire riscontri sulle chat di messaggistica degli indagati.

È molto ricorrente da parte dei truffatori il ricorso a messaggi SMS (tecnica del c.d “smishing”) e chiamate vocali (tecnica del c.d “vishing”) apparentemente provenienti da Poste Italiane o da altri interlocutori “attendibili” ed inviati con lo scopo di carpire i dati personali e bancari degli utenti oltre che delle credenziali di accesso ai conti correnti; tale sottrazione è poi finalizzata a prelevare in modo illecito denaro dai conti.
Si è riscontrato che i truffatori spesso utilizzano un accorgimento molto subdolo, ovvero quello di far apparire “Poste Info” quale mittente dell’SMS, facendo sì che lo stesso si accodi alle notifiche precedenti effettivamente ricevute da Poste Italiane, rendendo la comunicazione più credibile.

Dopo l’SMS allarmistico, segue la chiamata vocale di un finto operatore il quale informa la vittima che sono state attivate delle presunte “procedure di sicurezza” volte a risolvere l’anomalia, chiedendo pertanto la sua collaborazione a fornire ancora una volta i dati personali e finanziari.

Quando è in possesso delle credenziali di accesso al conto corrente il cybercriminale, al fine di perfezionare la truffa, chiede all’ignara vittima di fornire il codice OTP (one time password) con il quale autorizzare bonifici. La paura e il rischio di un pericolo incombente sono il denominatore comune di questi attacchi, strumenti che spesso vengono abbinati ad un’astuta dialettica verbale volta ad affievolire il senso di prudenza della vittima, usando altresì toni aggressivi per mettere la stessa in imbarazzo.

RI-FONDAZIONI: Raviola in SP, Gola in CRC e Robaldo punta al “tris”

Le ruote hanno girato in meno di 24 ore. «Mi lascio alle spalle otto anni di impegno in CRC e si apre una nuova sfida in Compagnia San Paolo». Lunedì 15 aprile Ezio Raviola...

Via Beccaria: ecco il semaforo che regolerà l’accesso a piazza Roma

I lavori del “Borgheletto” sono finalmente arrivati… al “Borgheletto”, il tratto di via Beccaria in cui si innesta in piazza Ferrero. Il cantiere è cominciato nella seconda metà del 2022 ed è andato avanti...

Furti in serie nei negozi a bordo di un camper

I testimoni parlano di due persone, che si spostavano a bordo di un camper bianco. Sarebbero loro i responsabili della serie di furti nei negozi avvenuti tra Ceva, Bastia e Carrù nella notte di...

Perdita in via Bicocca a San Michele. Mondoacqua: «In corso misurazioni per eventuali nuove...

È un problema che si trascina da ormai tre mesi, con numerosi disagi e, comprensibilmente, anche con un notevole spreco di risorse. Eppure sembra non si riesca a venire a capo del problema. In...
Igor Bonelli

Lutto a Mondovì Carassone per la scomparsa di Igor Bonelli

Si terranno venerdì 19 aprile, alle 15,30, nella parrocchiale dei Santi Giovanni ed Evasio a Mondovì Carassone i funerali di Igor Bonelli, stroncato da una malattia a 51 anni all'Ospedale “Regina Montis Regalis” nella...
Nord Sud Castello Cigliè

Nord vs Sud: la disfida dei vini “Al Castello” di Cigliè

Venerdì scorso si è svolto il secondo appuntamento delle “4 sere Al Castello” di Ciglié, con l’intero ristorante dedicato all’evento “Bolle al buio - Sicuri di essere grandi intenditori di bollicine?”, in cui vini...