Ceva: telecamere alla bocciofila, nell’area della piscina e al Foro Boario

Via al nuovo piano di videosorveglianza finanziato con fondi Pnrr. Il sindaco: «Una risposta concreta per contrastare furti e atti di vandalismo»

Si chiama “Ceva più sicura” il progetto realizzato dall’Amministrazione comunale che prevede l’installazione di nuove telecamere ad alta definizione lungo le vie e nelle piazze cittadine, per un potenziamento della videosorveglianza. Il progetto ha utilizzato fondi messi a disposizione del Pnrr per un totale di quasi 15 mila euro.

«La nostra città ha una posizione geografica strategica – spiega il sindaco Vincenzo Bezzone –. Crocevia importante tra Piemonte e Liguria, con un casello autostradale ed un Ospedale, è anche un’area di raccordo per tutte le vallate vicine. Per questo è indispensabile effettuare un piano di controllo, come prevede la legge, per poter mettere in atto ogni azione possibile per garantire la sicurezza e anche eventualmente agevolare le indagini nel caso in cui si verifichino dei reati. Questo progetto – sottolinea il primo cittadino – vuole essere anche la risposta adeguata ad una percezione di insicurezza dei cebani, a causa di furti ripetuti e atti vandalici».

Sono iniziati i lavori per installare le nuove telecamere in aree dove prima non c’erano, ma anche in zone già coperte e che verranno potenziate. L’occhio del “Grande fratello”, sarà puntato in modo particolare presso il cimitero, il Campanone e la panchina gigante con tutta la zona circostante e molte altre aree.

Il Comune di Ceva si è dotato negli anni di un sistema di videosorveglianza basato su tecnologia digitale, che copre le principali vie di accesso al territorio comunale e le aree pubbliche più sensibili dal punto di vista della sicurezza. Sono quindi presenti telecamere di ripresa per i veicoli in transito nelle principali vie di accesso e telecamere di ripresa di contesto posizionate nelle aree considerate critiche, il tutto collegato con un sistema di trasmissione dati, un server di registrazione e trattamento immagini. Inoltre il sistema di videosorveglianza può contare sulla rilevazione di veicoli in transito ai quali automaticamente vengono recepiti i principali data base, come per esempio il controllo della mancata assicurazione dei collaudi.

Il progetto finanziato prevede l’installazione di nuove telecamere presso il cimitero, il Campanone, la piscina comunale, via Marenco, via Pallavicino e via Sauli. Poi piazza Vittorio Emanuele II, il parco Perlasca ossia dalla Bocciofila e dai campi da tennis, via Rebaudengo, via Madonna di Campagna, piazza Vittorio Veneto, Foro boario e piazza Cappuccini.

“In via Marenco – precisa il sindaco – in realtà il sistema di videosorveglianza era già stato attivato, però, per rendere questa zona centrale della città ancora più sicura, abbiamo tolto la telecamera esistente per installarne una nuova, che ha una visione a 360 gradi, così da riprendere e videosorvegliare anche via Pallavicino e via Sauli. La telecamera di via Marenco sarà invece riutilizzata sotto i portici del Comune. In questo modo, potremo contare su un sistema più adeguato alle nostre esigenze e anche più moderno, pure riutilizzando in maniera diversa telecamere e postazioni già attive».

Tutte le immagini riprese dalle telecamere confluiscono nella centrale operativa della Polizia locale  e ne consentono la visione anche in condizioni proibitive, ottenendo così una documentazione degli eventi storica e statica per l’individuazione degli autori dei crimini.

Chirurgia Laser Difetto Visivo

Chirurgia laser per correggere il tuo difetto visivo: scopri se sei idoneo

Miopia, astigmatismo, ipermetropia, presbiopia - Non lasciare che la paura di togliere gli occhiali ti impedisca di fare le cose che ti piacciono: vieni l’8 e 19 aprile al Centro Abax di Cuneo per...

Villanova: la Pro loco si è presentata alla popolazione

È stata presentata nel tardo pomeriggio di sabato la nuova Proloco villanovese e il suo direttivo. Ad introdurre la nuova realtà è stato il sindaco Roberto Murizasco che ha ribadito il supporto...

Big bench: anche Dogliani e Ceva tra i finalisiti del contest “Art Challenge”

Il Palablack Miroglio Fashion di Alba ha ospitato, oggi pomeriggio (13 aprile), la premiazione del primo contest "Art Challenge", organizzato dal Big Bench Community Project, la Fondazione che si occupa della promozione e della...

A Ceva furti nei negozi nella notte: rubati alcuni telefonini

Alcuni locali del centro storico di Ceva sono stati "visitati" dai ladri nella notte appena trascorsa. Ignoti si sono introdotti, forzando gli ingressi, all'interno di un negozio di telefonia e di un fruttivendolo. Nel...

Mondovì: sboccia la Primavera – FOTO E PROGRAMMA DELLA FIERA

È cominciata la Fiera di Primavera 2024. Sabato 13 e domenica 14 aprile a Mondovì un weekend floreale, con 400 espositori tra florovivaisti, produttori agricoli, auto-moto e mezzi agricoli, giochi per bambini, laboratori, talk,...
Nord Sud Castello Cigliè

Nord vs Sud: la disfida dei vini “Al Castello” di Cigliè

Venerdì scorso si è svolto il secondo appuntamento delle “4 sere Al Castello” di Ciglié, con l’intero ristorante dedicato all’evento “Bolle al buio - Sicuri di essere grandi intenditori di bollicine?”, in cui vini...