Villanova: Riscoperta la più antica cappella del Santuario di Santa Lucia

L’Associazione “Amici di Santa Lucia odv” ha annunciato l’avvio di una collaborazione con l’Associazione Gruppi Speleologici Piemontesi - Speleo Club Tanaro, per effettuare rilievi e ispezioni finalizzate a una mappatura delle cavità ipogee afferenti al complesso storico, così da censire i dettagli delle cavità segnalate sul Catasto carsico regionale. Le ultime esplorazioni hanno rivelato un’interessante scoperta: è stata rinvenuta l’antica e primordiale grotta-cappella dedicata a Santa Lucia, in uso fino a inizio ‘800, con all’interno ancora l’antico altare in pietra. Il locale era stato convertito, una volta cessato il suo principale uso, a cisterna (come illustrato dalle Volontarie-guida durante le visite estive), benché ad oggi il livello dell’acqua risulti minimo, a seguito delle ridotte piogge degli ultimi anni. Una scoperta sorprendente, come racconta Roberto Turco, vicepresidente dell’Associazione “Amici di Santa Lucia odv”.

Un’antica cisterna d’acqua
«Come Associazione abbiamo approfondito la storia del Santuario e quindi eravamo molto curiosi in riferimento all’esistenza di questo luogo – racconta –. Siamo stati contattati qualche settimana fa dagli speleologi che volevano aggiornare il catasto carsico regionale relativo a Santa Lucia, che era rimasto fermo agli anni Cinquanta, così li abbiamo assistiti nel corso di queste esplorazioni. Intendevano esaminare due punti in particolare: il primo è una specie di grotta-cisterna d’acqua segnalata nelle carte ma di cui non si conosceva più l’ubicazione. Abbiamo indicato il luogo, che era chiuso da una copertura in legno. Con l’aiuto di tutti l’abbiamo rimossa scoprendo un corridoio di mattoni. Lo abbiamo seguito, con l’aiuto dei volontari e degli speleologi presenti: conduceva a una parete di roccia con una frattura, delle dimensioni di una spanna. Uno dei membri della squadra si è calato dentro e ha inviato delle fotografie a noi che siamo rimasti all’esterno: abbiamo così capito che si trattava della cappella originaria. Anche le cronache dell’epoca la descrivevano come un luogo sempre molto ricco d’acqua. È stata poi chiusa e usata come cisterna nei secoli successivi, che hanno visto la costruzione delle prime parti in muratura e poi, alla fine del Settecento-inizio Ottocento, dell’Opera Pia Bernardi. Addirittura nella relazione del delegato vescovile Scarampi, che la visitò a metà Cinquecento, si legge che si consigliava la costruzione di una doppia scala per accedervi. All’epoca, non essendoci tutto il complesso che vediamo oggi, vi si arrivava dalla borgata sottostante tramite una scala. Il primo tratto era in legno, poi proseguiva scolpita nella roccia».


I rilievi sono poi proseguiti lungo i cunicoli che si aprono a sinistra della grotta che ospita l’attuale cappella: sono stati scoperti dei “cammini d’aria” con aperture molto piccole e una grande sala, individuando una serie di successivi ambienti caratterizzati anche da stretti cunicoli con una notevole circolazione d’aria e cenni di passaggio umano di alcuni decenni fa. A seguito di questi sopralluoghi sono stati installati sensori per l’esame di temperatura e umidità: un domani l’Associazione ha in programma di realizzare un pannello informativo per i visitatori. La collaborazione con gli speleologi volontari continuerà nei prossimi mesi con nuovi sopralluoghi, nonché con il monitoraggio nel tempo della temperatura dell’aria nella cavità per valutare possibili collegamenti con altre grotte nella zona del Monte Calvario e con la realizzazione di pannelli informativi per i visitatori con i dati raccolti, elaborazioni dei rilievi e fotografie della cavità. Queste riscoperte e approfondimenti arricchiscono ancor più l’ampia opera di valorizzazione del complesso, ricco di storia, fede e cultura, del Santuario di Santa Lucia che l’Associazione “Amici di Santa Lucia” sta realizzando da tempo, in particolare durante le aperture estive, con le partecipate e apprezzate giornate dedicate alle visite guidate. Un ringraziamento particolare, dal Direttivo dell’AmiSaL, giunga agli speleologi dello Speleo Club Tanaro per la collaborazione e la disponibilità tramite queste particolari e interessanti attività e per l’impegno profuso nei rilievi. Per informazioni (e adesioni) si può contattare l’Associazione tramite e-mail (santalucia.villanova@gmail.com) o recapito telefonico (tel./sms/whatsapp 351.6384771). Si ricorda che da quest’anno è possibile devolvere il “5x1000” della dichiarazione dei redditi, annotando il codice fiscale 93063870047 nella sezione “Terzo settore-Volontario”.

Chirurgia Laser Difetto Visivo

Chirurgia laser per correggere il tuo difetto visivo: scopri se sei idoneo

Miopia, astigmatismo, ipermetropia, presbiopia - Non lasciare che la paura di togliere gli occhiali ti impedisca di fare le cose che ti piacciono: vieni l’8 e 19 aprile al Centro Abax di Cuneo per...

Big bench: anche Dogliani e Ceva tra i finalisiti del contest “Art Challenge”

Il Palablack Miroglio Fashion di Alba ha ospitato, oggi pomeriggio (13 aprile), la premiazione del primo contest "Art Challenge", organizzato dal Big Bench Community Project, la Fondazione che si occupa della promozione e della...

A Ceva furti nei negozi nella notte: rubati alcuni telefonini

Alcuni locali del centro storico di Ceva sono stati "visitati" dai ladri nella notte appena trascorsa. Ignoti si sono introdotti, forzando gli ingressi, all'interno di un negozio di telefonia e di un fruttivendolo. Nel...

Mondovì: sboccia la Primavera – FOTO E PROGRAMMA DELLA FIERA

È cominciata la Fiera di Primavera 2024. Sabato 13 e domenica 14 aprile a Mondovì un weekend floreale, con 400 espositori tra florovivaisti, produttori agricoli, auto-moto e mezzi agricoli, giochi per bambini, laboratori, talk,...

Affidato il maxi cantiere per la riqualificazione delle Elementari di Murazzano

Con qualche mese di ritardo sulla crono-tabella prevista inizialmente dal Comune (a causa di lungaggini burocratiche emerse durante l’iter), nei giorni scorsi l’Amministrazione di Murazzano è riuscita ad affidare in via provvisoria il maxi...
Nord Sud Castello Cigliè

Nord vs Sud: la disfida dei vini “Al Castello” di Cigliè

Venerdì scorso si è svolto il secondo appuntamento delle “4 sere Al Castello” di Ciglié, con l’intero ristorante dedicato all’evento “Bolle al buio - Sicuri di essere grandi intenditori di bollicine?”, in cui vini...