Il “Marenco” apre il sipario: al via la nuova stagione teatrale a Ceva

Oggi, mercoledì 20 marzo, l’inaugurazione dei lavori di restauro, poi appuntamenti fino a giugno con Tre Lilu, la serata di beneficenza delle “Botteghe Cebane” e tanta musica

Il “Marenco” apre il sipario
Il “Marenco” apre il sipario

Il “Marenco” apre il sipario: al via la nuova stagione teatrale a Ceva. In attesa della presentazione, che avverrà il 20 marzo, dei lavori di restauro (svolti con il contributo fondamentale della Fondazione CRC), è stato reso noto il cartellone degli spettacoli che terrà compagnia a tutti gli amanti del teatro, cebani e non, fino alla metà del mese di giugno. Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 21.

IL "MARENCO" APRE IL SIPARIO
Il Comune di Ceva ha presentato la stagione teatrale, sotto la direzione artistica di Associazione “In Quinta” e gestita da Unimont Servizi, che, dopo l’anteprima di giovedì 14 marzo con lo spettacolo “Unico figlio di madre vedova” con la Compagnia dialettale “Banda Brusca”, prosegue il 29 marzo con i Tre Lilu e il loro nuovo spettacolo della stagione 2024, “Mai a basta”.
Il 5 aprile, foyer con Gaia Masera, “Una chiacchierata Con Basic_Gaia”, poi si prosegue il 12 aprile con “Botteghe Cebane volano con gli aquiloni”, serata di beneficenza. Il 15 aprile, “Un cavallino bianco”, libera interpretazione dell’operetta “Al cavallino bianco” con la Compagnia “Scavalca montagne”. Il 18 aprile in scena “Odysseo - Il ritorno”, spettacolo teatrale con Enzo Bensi e Andreina Mexea, il 22 aprile, “Messer Durante Alighieri per gli amici Dante”, con Enzo Bensi, Monica Boccaccio e Clara Demarchi. Il 27 aprile, il concerto “Oro o mai più - Mina voce spericolata”, con Barbara Uhl & il gruppo “DenoMina”, poi il 3 maggio “Amemanera”, musica dalle radici con brani originali in piemontese. Il 10 maggio toccherà a “Big Bang jazz Cuneo”, concerto di musica jazz. Il 17 maggio il comico televisivo Claudio Lauretta presenterà il suo spettacolo comico “Nei loro panni”. Per quattro serate, ossia il 4/5/6/7 giugno, sul palco si esibirà l’Istituto civico musicale “Carlo Marengo”, con lo spettacolo musicale di fine anno.
Due date, il 14 ed il 15 giugno per lo spettacolo di fine anno della Scuola di danza “Doppie punte”. Ed infine chiuderà la stagione, il 16 giugno, l’Associazione “In Quinta” con lo spettacolo di fine anno del corso di recitazione.
«Sarà una stagione teatrale ricca e variegata, proprio per andare incontro ai gusti di tutti – commenta il sindaco di Ceva, Vincenzo Bezzone –. In un teatro reso ancora più bello dagli ultimi interventi di restauro, sono certo che i cebani non mancheranno in sala, rinnovando così il loro amore per il Teatro “Marenco”. Ringrazio per il lavoro svolto Unimont servizi e l’Associazione “In Quinta”». La stagione teatrale del Teatro “Marenco” ha il patrocinio della Fondazione CRC. Per informazioni e prenotazioni telefonare al numero 338 52 28 451.

IL NUOVO LOOK DEL TEATRO
Ci siamo. Il Teatro “Marenco” di Ceva è pronto a presentarsi con il suo nuovo look ai cebani e a tutti coloro che lo amano da sempre. L’appuntamento è per mercoledì 20 marzo, a partire dalle ore 18, con l’evento: “Teatro insieme”, tra ricordi, progetti per il futuro e un’accurata relazione su quelli che sono stati gli interventi ed i lavori svolti, che hanno reso il Teatro “Marenco” non solo più bello ed accogliente, ma anche in grado di affrontare quelle criticità che, inevitabilmente, il tempo che passa ha lasciato sulla struttura. I lavori sono stati realizzati con il contributo di 100 mila euro della Fondazione CRC, deliberato nel 2022 in occasione delle celebrazioni per il suo trentennale.
Per questo sul palco ci sarà anche Ezio Raviola, presidente della Fondazione CRC. Per quanto riguarda le opere eseguite, sarà l’architetto Marco Cascone, responsabile dell’Ufficio tecnico comunale, ad illustrare gli interventi che hanno riguardato soprattutto l’eliminazione di infiltrazioni d’acqua meteoriche specie dal tetto, bonifica di umidità capillare di risalita, rifacimento degli intonaci esterni e tinteggiature, ripristini delle superfici e della balaustra della terrazza, rifacimento dei locali dedicati ai camerini, ristrutturazione di parte dei serramenti con la loro sostituzione.
A moderare la serata sarà il vice sindaco di Ceva, Lorenzo Alliani, che ha seguito i lavori dal punto di vista dell’Amministrazione comunale. Durante l’evento “Teatro Insieme” si parlerà anche della storia del teatro cebano, che sarà tratteggiata da Paola Scola, giornalista de “La Stampa”, autrice dell’ultimo libro dedicato al teatro dalle origini all’attualità, scritto nel 2015 in occasione dei 40 anni dal maxi restauro che, curato dal compianto Dado Luciano, restituì il “Marenco” alla città dopo decenni di degrado. «Il Teatro “Marenco” – dice il sindaco di Ceva, Vincenzo Bezzone – è molto amato non solo dai cebani ma anche da tutti coloro che lo considerano un luogo di cultura, di aggregazione e di divertimento. Per questo siamo certi che “Teatro Insieme” sarà un evento molto sentito e partecipato. E sarà anche il momento dal quale partiranno gli appuntamenti del cartellone di questa stagione teatrale. Buon teatro a tutti».

UNIMONT: CHI E' L'ATTORE DEL "MARENCO"
Si scrive Unimont e si legge Associazione senza scopo di lucro che promuove e valorizza il territorio, Ente iscritto al terzo settore che ha come obiettivo di realizzare attività di interesse generale, dalla tutela dell’ambiente alla promozione dell’attività economica, dai servizi sanitari all’assistenza a persone con disabilità, fino all’animazione culturale. Ed è proprio in questo ultimo ambito che rientra la partecipazione dell’Unimont Servizi nella gestione del Teatro “Marenco” di Ceva. Nell’attività dell’Associazione, costituita all’interno dell’Unione montana, sono coinvolti Comuni, Associazioni di volontariato, Associazioni di categoria e di produttori, Istituti scolastici. Ed è per questo che Unimont rientra nella gestione del Teatro Marenco, la cui direzione artistica resta sempre in mano all’Associazione “In Quinta”.
«Mantenere viva la cultura, soprattutto attraverso questo grande gioiello che è il Teatro “Marenco” è uno dei nostri obiettivi – spiega Bezzone –. Un patrimonio che deve essere protetto e valorizzato. Proprio per questo grande valore, era indispensabile prendersene cura con le opere di restauro e poi continuare a farlo vivere attraverso le rappresentazioni e gli spettacoli che animeranno le serate fino a metà giugno. Inoltre, Unimont, nella sua gestione, intende prestare molta attenzione all’associazionismo locale, per una collaborazione concreta con le Associazioni di volontariato, gli Enti senza fini di lucro e le Scuole, per valorizzare nuove energie e fare in modo che quello del Teatro “Marenco” sia veramente un palco che unisce e rappresenta ogni sfaccettatura della nostra società».

 

___

VUOI ESSERE SEMPRE INFORMATO?
Sì, voglio le news gratis in tempo reale - ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM - CLICCA QUI
Sì, voglio le news gratis in tempo realeISCRIVITI AL CANALE WHATSAPP - CLICCA QUI

 

RI-FONDAZIONI: Raviola in SP, Gola in CRC e Robaldo punta al “tris”

Le ruote hanno girato in meno di 24 ore. «Mi lascio alle spalle otto anni di impegno in CRC e si apre una nuova sfida in Compagnia San Paolo». Lunedì 15 aprile Ezio Raviola...

Via Beccaria: ecco il semaforo che regolerà l’accesso a piazza Roma

I lavori del “Borgheletto” sono finalmente arrivati… al “Borgheletto”, il tratto di via Beccaria in cui si innesta in piazza Ferrero. Il cantiere è cominciato nella seconda metà del 2022 ed è andato avanti...

Furti in serie nei negozi a bordo di un camper

I testimoni parlano di due persone, che si spostavano a bordo di un camper bianco. Sarebbero loro i responsabili della serie di furti nei negozi avvenuti tra Ceva, Bastia e Carrù nella notte di...

Perdita in via Bicocca a San Michele. Mondoacqua: «In corso misurazioni per eventuali nuove...

È un problema che si trascina da ormai tre mesi, con numerosi disagi e, comprensibilmente, anche con un notevole spreco di risorse. Eppure sembra non si riesca a venire a capo del problema. In...
Igor Bonelli

Lutto a Mondovì Carassone per la scomparsa di Igor Bonelli

Si terranno venerdì 19 aprile, alle 15,30, nella parrocchiale dei Santi Giovanni ed Evasio a Mondovì Carassone i funerali di Igor Bonelli, stroncato da una malattia a 51 anni all'Ospedale “Regina Montis Regalis” nella...
Nord Sud Castello Cigliè

Nord vs Sud: la disfida dei vini “Al Castello” di Cigliè

Venerdì scorso si è svolto il secondo appuntamento delle “4 sere Al Castello” di Ciglié, con l’intero ristorante dedicato all’evento “Bolle al buio - Sicuri di essere grandi intenditori di bollicine?”, in cui vini...