Mondovì piange Michele Rosso, portò il baseball in città

Come rappresentante monregalese dell’Ancol (Associazione Nazionale Comunità del Lavoro) organizzò per più di vent’anni viaggi turistici in Argentina. Aveva 82 anni

Mondovì piange la scomparsa di Michele Rosso. Aveva 82 anni ed era molto conosciuto nella comunità. Originario di Boves, aveva portato nel lontano '76 il baseball in città, dando avvio alla florida realtà del Baseball Mondovì. Era anche stato consigliere nazionale in seno alla Federazione italiana Baseball. È venuto a mancare a seguito di una crisi cardiaca. Lascia la moglie Catterina, il figlio Enrico (architetto e consigliere comunale) e la figlia Ivana. I funerali avranno luogo mercoledì 27 marzo alle 15.30 nella Parrocchia del "Cuore Immacolato di Maria" in via Cuneo a Mondovì. Veglia funebre martedì 26 marzo alle ore 20 sempre al "Cuore Immacolato".

Come rappresentante monregalese dell’Ancol (Associazione Nazionale Comunità del Lavoro) organizzò per più di vent’anni viaggi turistici in Argentina, terra della grande emigrazione italiana del secolo scorso continuando di pari passo anche l’impegno per realizzare ricongiungimenti famigliari con la grande emigrazione piemontese che va dalla seconda metà dell’Ottocento alla prima metà del Novecento. «735 persone ci hanno onorato con la loro preziosa presenza e ben 42 famiglie hanno riaperto i contatti parentali» ci spiegava nel 2022 quando, il giorno di Ferragosto, l’impianto sportivo del Baseball, ai Passionisti a Mondovì, aveva ospitato una rimpatriata con la comunità argentina dei residenti nel Cuneese e i nuovi giovani argentini in attesa del loro riconoscimento legale per ottenere la nazionalità italiana, bisnipoti dei nostri emigranti.

Una mazza, tre guantoni e cinque palline. Così cominciò la storia nel 1976 a Mondovì

Michele Rosso si appassiona da giovane davanti alla tv. Anni fa, in Italia, imperversava sugli schermi proprio il baseball grazie alla lungimiranza e al coraggio di Bruno Beneck, regista televisivo, giornalista e grande “filosofo” sportivo italiano. Nel giugno del 1976 ha un’idea che lui stesso definisce “folle”: creare una squadra di baseball a Mondovì. Primo passo: un annuncio sui giornali locali. Si presentano 48 ragazzi, ma lui ha a disposizione una mazza, tre guantoni e cinque palline. Eppure la storia del Diamante Mondovì comincia ed è già un mezzo miracolo. Nel 1981 si individua la zona dei Passionisti come possibile area per mettere su il quartier generale. Nel 1991 ecco il bellissimo impianto. Intanto si gioca e Mondovì sforna talenti che faranno strada come Antonello Boe che arriva alla Nazionale. Nel 2001, il Diamante Mondovì arriverà alla serie B. Ma a queste latitudini il risultato sportivo conta fino ad un certo punto. A Michele interessava far giocare e crescere i ragazzi: «Il baseball è un modo di pensare. Oltre alle doti fisiche serve una grande intelligenza. Negli Usa, si respira baseball ogni giorno, ogni ora. Lo svolgimento di una partita è una metafora per far rivivere le battaglie tra indiani e cow-boys». E in un angolo un po’ nascosto di Mondovì questa piccola bottega di sport e vita sforna ancora dei bei diamanti.

RI-FONDAZIONI: Raviola in SP, Gola in CRC e Robaldo punta al “tris”

Le ruote hanno girato in meno di 24 ore. «Mi lascio alle spalle otto anni di impegno in CRC e si apre una nuova sfida in Compagnia San Paolo». Lunedì 15 aprile Ezio Raviola...

Via Beccaria: ecco il semaforo che regolerà l’accesso a piazza Roma

I lavori del “Borgheletto” sono finalmente arrivati… al “Borgheletto”, il tratto di via Beccaria in cui si innesta in piazza Ferrero. Il cantiere è cominciato nella seconda metà del 2022 ed è andato avanti...

Furti in serie nei negozi a bordo di un camper

I testimoni parlano di due persone, che si spostavano a bordo di un camper bianco. Sarebbero loro i responsabili della serie di furti nei negozi avvenuti tra Ceva, Bastia e Carrù nella notte di...

Perdita in via Bicocca a San Michele. Mondoacqua: «In corso misurazioni per eventuali nuove...

È un problema che si trascina da ormai tre mesi, con numerosi disagi e, comprensibilmente, anche con un notevole spreco di risorse. Eppure sembra non si riesca a venire a capo del problema. In...
Igor Bonelli

Lutto a Mondovì Carassone per la scomparsa di Igor Bonelli

Si terranno venerdì 19 aprile, alle 15,30, nella parrocchiale dei Santi Giovanni ed Evasio a Mondovì Carassone i funerali di Igor Bonelli, stroncato da una malattia a 51 anni all'Ospedale “Regina Montis Regalis” nella...
Nord Sud Castello Cigliè

Nord vs Sud: la disfida dei vini “Al Castello” di Cigliè

Venerdì scorso si è svolto il secondo appuntamento delle “4 sere Al Castello” di Ciglié, con l’intero ristorante dedicato all’evento “Bolle al buio - Sicuri di essere grandi intenditori di bollicine?”, in cui vini...