È iniziata la Fera ‘d San Giors, il clou nel fine settimana

Domenica la rassegna zootecnica con oltre 150 capi di bestiame selezionati dai migliori allevatori del monregalese

Il programma dei festeggiamenti per San Giorgio, patrono di Frabosa Sottana, è iniziato martedì 23 aprile con un evento culturale di spessore, dove i lettori di Montagne Narranti hanno incontrato lo scrittore Franco Faggiani, autore de “L’inventario delle nuvole”. Nel suo libro l’autore ricostruisce con straordinaria cura dei dettagli un paesaggio particolare e un mestiere insolito, che molti ancora ricordano: nel romanzo, infatti, vengono ripercorsi gli itinerari segreti dei raccoglitori di capelli delle valli cuneesi che, seguendo le vie di questo singolare commercio, scavalcavano le Alpi e arrivavano fino in Francia. Si proseguirà giovedì 25 aprile con la commemorazione dell’ottantesimo anniversario dell’eccidio nazifascista del Pellone, piccola borgata sopra la frazione di Miroglio. 

Una serata in ricordo di Piero Tassone

Venerdì 26 aprile, alle ore 21 presso il Gala Palace, verrà ricordato Piero Tassone attraverso la video proiezione del film “Mari, Monti e Gettoni d’oro” di Sandro Gastinelli.
Piero Tassone, venuto a mancare nell’ottobre dello scorso anno, era originario di Miroglio dove era nato nel 1923. Tassone è stato personaggio televisivo, in quel “Lascia o raddoppia” dove seppe portarsi a casa, con cultura e fortuna, una bella somma di denaro. Ha vissuto in prima persona la nascita e lo sviluppo della stazione sciistica di Artesina. Il film ripercorre la sua vita compreso, tra le pagine più buie, l’internamento in Germania: dopo l’8 settembre, Piero soldato dell’esercito italiano, venne internato a Rheinfelden. A seguito della liberazione tornò a Frabosa, in un’Italia tutta da ricostruire. Alla fortunata partecipazione a “Lascia o raddoppia” del 1957 seguì il periodo di lavoro a Cervinia. Da diversi anni viveva in Valle D’Aosta ma non aveva mai reciso il legame con Frabosa, restando sempre informato sulle varie iniziative.

Si arriva così al fine settimana e, in particolare, a sabato 27 aprile, ore 15, con il pomeriggio dedicato ai bambini e ragazzi grazie ai giochi e all’animazione curati dal Forum Giovanile Comunale. La sera, alle ore 21, immancabile Gran Polentata presso il Gala Palace con affettati misti, polenta con due sughi (salsiccia e crema di formaggi), formaggio Raschera dop, bunet e torta di nocciole. La serata sarà allietata dalla partecipazione del gruppo canoro locale “I Menhir”. Domenica 28 aprile, infine, il classico appuntamento con la vera e propria “Fera ‘d San Giors” e la tradizionale rassegna zootecnica, giunta alla sua sedicesima edizione, dove si potranno ammirare oltre 150 capi di bestiame tra bovini, equini, caprini e ovini grazie alla partecipazione dei migliori allevatori del monregalese (e non solo).

Alle ore 8 l’apertura della fiera, mentre per le ore 12 è prevista la premiazione dei migliori capi di bestiame delle varie categorie. La giuria sarà presieduta, come da tradizione, dal dottor Bartolomeo Bovetti. Alle ore 13 l’atteso appuntamento gastronomico con il “Pranzo degli Allevatori” presso il Gala Palace. Il menu prevede affettati misti, vitello tonnato, flan di spinaci e carciofi con fonduta, tagliatelle caserecce al ragù, arrosto di maiale con le nocciole e contorno di patatine fritte, formaggio Raschera dop, bunet e torta di nocciole. Acqua e vino della casa compresi. In cucina lo chef Gianluca Sibilla, titolare della ditta di catering Essegi di Frabosa Sottana. Per tutta la giornata non mancherà il mercatino dei prodotti tipici e dell’artigianato, insieme ad alcuni figuranti degli antichi mestieri del presepe vivente di Pianvignale. Come da alcuni anni a questa parte, sarà presente il Gruppo Arcieri Monregalesi che farà provare la nobile arte del tiro con l’arco a chi lo vorrà. Sarà inoltre allestita una postazione di truccabimbi per i più piccini. Novità assoluta la presenza delle telecamere di Primantenna con la conduttrice televisiva Elia Tarantino. «La Fiera di San Giorgio cade in un periodo dell’anno un po’ particolare: da poco si è chiusa la stagione invernale e quella estiva è ancora lontana - spiega dalla Pro Loco Paolo Voarino -, da sempre l’incognita principale è il meteo che più di una volta in passato ha creato problemi e disagi.


Per me sarà la quattordicesima fiera (l’ottava nel ruolo di presidente) e posso dire di aver visto crescere e affermarsi anno dopo anno questa manifestazione, ripartita praticamente da zero nel lontano 2007. Rimasta, nel tempo, uno straordinario momento di aggregazione per molte persone, dai ragazzi ai pensionati passando per le famiglie. Al centro di tutto c’è sicuramente la rassegna zootecnica, dove abbiamo potuto contare su un numero sempre maggiore di giovani allevatori, importante segnale che il settore è sicuramente in crescita e in grado di offrire garanzie e sicurezze per chi vuole intraprendere questo tipo di mestiere: ritengo giusto e doveroso valorizzare il loro lavoro, che rappresenta il futuro del nostro territorio. Tengo a ringraziare, fin da subito, tutti coloro che saranno operativi in questi giorni di festa: l’organizzazione di tale evento richiede infatti sempre molto impegno e sacrifici, però continuiamo a farlo volentieri perché San Giorgio è la festa di tutto il Comune di Frabosa Sottana, non solo del capoluogo». «San Giorgio è la festa primaverile che da inizio a tutti gli appuntamenti dell’anno sul nostro territorio - dichiara il sindaco Adriano Bertolino -. Dopo una stagione rocambolesca dal punto di vista meteorologico in cui le nostre stazioni, nonostante le condizioni molto precarie della neve, sono comunque riuscite a offrire il massimo del servizio ai nostri turisti, con la festa patronale apriamo ufficialmente alla stagione estiva e ai suoi interessanti eventi». «Una manifestazione fortemente legata alle tradizioni, cui diamo risalto con la fiera che sa mettere in evidenza i migliori capi del monregalese che andranno, nei prossimi mesi, a caratterizzare i nostri alpeggi con la loro presenza - prosegue il primo cittadino -. Sarà importante il momento religioso e non mancherà il ricco mercato, accompagnato dai numerosi appuntamenti che preparano al momento clou della domenica. Ricordo con piacere il dovuto tributo a Piero Tassone, mancato alla soglia del secolo di vita, grazie al film che andremo a proiettare in esclusiva». Maggiori dettagli verranno forniti nei prossimi giorni: per rimanere informati si può contattare lo 0174 244481 o seguire i canali social della Pro Loco.

Funamboli: dopo Facchetti e Veltroni, anche Debora Sattamino fra i protagonisti

Tre appuntamenti per la terza settimana di maggio. Inizia così, con un tris di imperdibili incontri, l’edizione 2024 del Festival Funamboli – Parole in equilibrio, organizzato dall’associazione culturale Gli Spigolatori. La tematica di quest’anno,...

Mondovì, il Comune si compra il chioschetto di Parco Europa

La somma è stata stanziata nel precedente Consiglio comunale. L'Amministrazione vuole acquistare il chioschetto di Parco Europa, esattamente come fatto alcuni anni fa per quello di piazza D'Armi. L'ipotesi è quella di darlo in...

Bcc di Pianfei e Rocca de’ Baldi approva il bilancio 2023: utile di 9...

Continua il percorso di costante crescita della Bcc di Pianfei e Rocca de’ Baldi che oggi – sabato 25 maggio, ndr – in occasione della tradizionale assemblea annuale, ha approvato il bilancio...

La “iena” Angioni a Dogliani chiude il Festival della TV – LE FOTO

Domenica 26 maggio, si chiude il Festival della tv di Dogliani. Dopo due giorni di incontri, con la presenza di numerosi ospiti di grande interesse, anche la giornata conclusiva si preannuncia ricca di spunti. Enrico...

Francesca Fagnani a Dogliani parla di “mafia Capitale” al Festival della TV – LE...

Dopo l'ottimo successo di pubblico della giornata inaugurale (venerdì 24 maggio) domani, sabato 25 maggio, si entra nel vivo del "Festival della tv" di Dogliani, con un intenso programma e tanti ospiti di caratura...
Festa fioritura Baita Elica

Domenica la Festa della fioritura a Baita Elica

In questi giorni sul monte Pigna si verifica un fenomeno naturale di straordinario fascino: la sua cima si imbianca, non per le precipitazioni nevose, ma per la fioritura dei narcisi. Il candido fiore ricopre...