“Volontari del soccorso”: come riconoscere i traumi ed intervenire in breve tempo

Nuovo capitolo dell’iniziativa dedicata al lavoro dell’Associazione doglianese: «Nella prima ora, gli interventi corretti riducono il rischio di morte»

Prosegue, sulle nostre pagine, l’iniziativa mensile dedicata all’attività dei “Volontari del soccorso” di Dogliani. I referenti dell’Associazione, ci presentano questa settimana un importante focus sui traumi, di lieve o grave entità, che possono aver riportato le persone e in seguito ai quali è necessario intervenire. In caso di traumi molto gravi – incidente stradale, schiacciamento, caduta da una grande altezza – si registra un picco di morti nei primissimi minuti dall’evento traumatico, a causa di lesioni incompatibili con la vita. La percentuale di mortalità in questi casi è modificabile solo grazie alla prevenzione e all’educazione alla sicurezza, temi ai quali l’Associazione dedica tempo ed impegno. La mortalità, nelle restanti situazioni, si riduce notevolmente se la persona riceve soccorsi immediati e corretti e una rapida ospedalizzazione. Si parla, infatti, di “golden hour” (ora d’oro) perché da studi è emerso che gli interventi corretti attuati nell’arco della prima ora dall’evento traumatico incidono in maniera significativa sulla riduzione della mortalità e degli esiti invalidanti. “Volontari del soccorso”, medici e infermieri possono ridurre queste morti riconoscendo e trattando i danni primari, ad esempio un’emorragia, un’ostruzione delle vie aeree, lesioni alla colonna, ma anche e soprattutto evitando di provocare danni successivi con manovre eseguite scorrettamente o non eseguite affatto.

 La “catena della sopravvivenza”
«Nel caso dei traumi, probabilmente la prima mossa dovrai farla tu – spiegano i volontari –. Chiama tempestivamente i soccorsi e, se riesci – senza porti in una situazione di pericolo –, cerca di ricostruire la dinamica dell’evento che ha portato al trauma, la gravità del trauma e il numero di persone coinvolte, comunicandolo alla Centrale operativa. Nel caso di trauma grave ricorda che la maggior parte delle procedure possono essere effettuate solo da personale adeguatamente addestrato e che bisogna sospettare una lesione spinale in tutti i pazienti traumatizzati. È fondamentale quindi non spostare l’infortunato. Lascialo nella posizione in cui l’hai trovato e, in caso di ciclisti o motociclisti, non rimuovere il casco, per evitare di far compiere al capo e al collo movimenti pericolosi. Se la situazione è sicura, puoi aprire la visiera. In caso di fratture non cercare di riallineare un arto che sembra in posizione innaturale. Se il traumatizzato è incosciente, non scuoterlo: sistemati in un punto dal quale possa vederti senza muoversi e voltare il capo e prova a chiamarlo, invitandolo a restare fermo, in attesa dei soccorsi. Cosa puoi fare? Devi comunicare alla Centrale operativa ogni variazione dello scenario e poi puoi fornire un soccorso necessario quanto quello medico: il soccorso psicologico. Stai vicino al traumatizzato, ascoltalo e rassicuralo. Ci sono poi tutta una serie di altri traumi, che spesso accadono a casa, al lavoro o durante una passeggiata – come contusioni, lesioni della cute, ustioni…– che, se di lieve entità, grazie al tuo intervento, potrebbero risolversi senza dover chiamare i soccorsi… continua a seguirci e prossimamente daremo indicazioni e suggerimenti al riguardo.

Contatti utili
Se hai dubbi o domande: contatta i “Volontari del soccorso” di Dogliani ai numeri 0173-742589; 334-3922851 o consulta la pagina Facebook “Volontari del soccorso Dogliani” o Instagram “@vdsdogliani”.

Funamboli: dopo Facchetti e Veltroni, anche Debora Sattamino fra i protagonisti

Tre appuntamenti per la terza settimana di maggio. Inizia così, con un tris di imperdibili incontri, l’edizione 2024 del Festival Funamboli – Parole in equilibrio, organizzato dall’associazione culturale Gli Spigolatori. La tematica di quest’anno,...

Festival della tv: Zingaretti, Max Angioni e Vergassola chiudono la kermesse

Domenica 26 maggio, si chiude il Festival della tv di Dogliani. Dopo due giorni di incontri, con la presenza di numerosi ospiti di grande interesse, anche la giornata conclusiva si preannuncia ricca di spunti. Accesso...

Francesca Fagnani a Dogliani parla di “mafia Capitale” al Festival della TV – LE...

Dopo l'ottimo successo di pubblico della giornata inaugurale (venerdì 24 maggio) domani, sabato 25 maggio, si entra nel vivo del "Festival della tv" di Dogliani, con un intenso programma e tanti ospiti di caratura...

“Funamboli”: oggi protagonista la tradizione culinaria con Debora Sattamino

Continua il festival "Funamboli" a Mondovì, organizzato dall'Associazione Culturale "Gli Spigolatori". Sabato 25 maggio, alle ore 17, spazio alla grande tradizione culinaria ed enogastronomica del nostro territorio con la giornalista monregalese Debora Sattamino. Debora,...

Far emergere la solidarietà con l’arte: il viaggio di “Smartina e l’Amica Infame”

«Nel mio piccolo paese se c'era un malato la comunità se ne faceva carico. Oggi in ambulatorio sento tanti racconti di porte chiuse. Sta aumentando la solitudine. Anche attraverso l'arte vorrei tornare a far...
Festa fioritura Baita Elica

Domenica la Festa della fioritura a Baita Elica

In questi giorni sul monte Pigna si verifica un fenomeno naturale di straordinario fascino: la sua cima si imbianca, non per le precipitazioni nevose, ma per la fioritura dei narcisi. Il candido fiore ricopre...