Inizia il Festival della tv: “I Caressa”, “Gli autogol” e “I Santi Francesi” aprono la kermesse

Prima giornata del maxi evento doglianese, venerdì 24 maggio. Attesi anche Urbano Cairo, Costantino della Gherardesca, Tommaso Zorzi e molti altri

126 ospiti nazionali e internazionali, durante i tre giorni
Torna a Dogliani (CN) il Festival della Tv, alla sua tredicesima edizione, uno dei Festival di riferimento nel panorama nazionale che, ogni anno, richiama spettatori da tutta Italia. Un Festival in cui parlare e discutere sulla televisione di oggi e su quella del futuro, uno spazio di incontro, dibattito e approfondimento sui grandi temi della comunicazione e dei media digitali, un’occasione per il grande pubblico di incontrare i protagonisti della cultura, dell’informazione e dell’intrattenimento: tutto questo, come sempre, negli splendidi scenari delle Langhe. Quattro palchi dislocati nelle diverse zone del paese (piazza Umberto I, piazza Belvedere a Castello, piazza Carlo Alberto e piazza San Paolo), decine e decine di incontri tutti completamente gratuiti, all’aperto, con ben 126 ospiti nazionali ed internazionali, una ricchissima area “street food” e degustazioni degli ottimi vini del territorio. Sono questi alcuni degli ingredienti che hanno permesso in questi 13 anni al Festival di confermarsi come l’appuntamento principale del mondo della tv e dei media in Italia.

Accesso libero agli incontri, senza prenotazione
L’accesso agli incontri è consentito a tutti, senza il bisogno di prenotazione. Il programma completo di relatori e orari di ciascun incontro è disponibile sul sito www.festivaldellatv.it e sui canali social del Festival. Il Festival è gratuito e i posti saranno disponibili fino ad esaurimento (in caso di maltempo)

“Tempi esponenziali”: il tema dell’edizione 2024
Federica Mariani (direttore creativo) e Simona Arpellino (direttore organizzativo), introducono così il tema “Tempi esponenziali”, che caratterizza l’edizione 2024: «Corre il tempo dei nostri giorni, strappi improvvisi e ognuno di questi genera un effetto moltiplicatore che non lascia la possibilità di respirare, di misurare la distanza percorsa, di cercare intorno a sé scenari familiari, di abituarsi al vorticoso incalzare dei cambiamenti. Non è forse mai esistito un tempo rettilineo uniforme e la sensazione di progredire a piccoli passi, misurati e controllabili, è stata sempre solo un’illusione, ma non è mai esistito, come oggi, un presente che dura un istante, una velocità frenetica che non lascia spazio ad un qualunque tentativo di poterla padroneggiare. Viviamo tempi esponenziali. La tecnologia ha letteralmente stravolto le nostre esistenze e lo sta facendo quasi azzerando le distanze tra le tappe del percorso evolutivo dell’umanità, concentrando in uno spazio temporale incredibilmente compresso mutamenti capaci di ridisegnare costantemente le nostre vite. La velocità di questo cambiamento continuo, che pure riteniamo abbia principalmente effetti positivi, si riflette su tutti gli aspetti del vivere e inevitabilmente disorienta e destabilizza perché non è in sincronia con le nostre capacità di assimilazione. Tutto questo estende i suoi effetti anche sul nostro modo di approcciarci alle cose e di consumarle. Zygmunt Bauman ha scritto che il consumo è diventato il nostro antidoto all’inadeguatezza e alla frustrazione. È veloce e troppo spesso ormai superficiale il modo di informarsi, è veloce il tempo in cui un qualunque evento diventa notizia, occupa quasi tutto lo spazio e poi scompare, è velocemente approssimativa la nostra capacità di attenzione, di approfondimento, di analisi e approssimative e semplificanti diventano le fonti di informazione che quella stessa velocità rincorrono. In questo comunque straordinario mondo di opportunità, che per lo più generano incertezze, vorremmo fermarci un attimo a riflettere insieme, non certo per trovarne un qualche antidoto, ma per provare almeno a guardare le cose da prospettive differenti e cercare lo spunto per una qualche direzione che ci aiuti ad essere un po’ più protagonisti consapevoli del nostro tempo e capaci di affrontare con meno timore il futuro».

Tommaso Zorzi, Costantino della Gherardesca e Urbano Cairo aprono la kermesse. Grande attesa anche per Gerry Scotti, Francesca Fagnani Fabio ed Eleonora Caressa, Zingaretti, Giletti, Mentana e Cristina Parodi
Sono tantissimi gli ospiti attesi per la tre giorni doglianese. Scorrendo i nomi che quest’anno sarà possibile incontrare per le strade del paese e ascoltare sul palco, spicca il gradito ritorno di Francesca Fagnani, intervistatrice di “Belve”, il programma che negli ultimi tempi ha dato “voce” a tanti personaggi di spicco, tra i più “chiacchierati” del momento. Il “Festival” si prepara inoltre ad accogliere altri personaggi che godono di grande popolarità, dal “re dei quiz” Gerry Scotti a “i Caressa” e Costantino della Gherardesca, protagonisti di “Pechino Express”, passando per i conduttori Paola Perego e Massimo Giletti, il “volto” di Salvo Montalbano, Luca Zingaretti, i giornalisti Enrico Mentana e Cristina Parodi e il presidente del Torino Calcio e di Rcs, Urbano Cairo. Divertimento assicurato, poi, con “Gli Autogol” e Giorgio Gherarducci della “Gialappa’s”. Non mancherà neanche la grande musica, grazie agli interventi del cantautore Vinicio Capossela e dei “Santi Francesi”, lanciati da “X-Factor” sul palco di Sanremo. Insomma, anche quest’anno, lo spettacolo è assicurato. Ecco di seguito il programma completo della prima giornata.

IL PROGRAMMA DELLA PRIMA GIORNATA

Venerdì 24 maggio
Piazza Umberto I
Ore 16: “Cortesie per gli ospiti”, Csaba Dalla Zorza, Tommaso Zorzi, Roberto Valbuzzi e Alberto Infelise
Ore 17: “Non solo Pechino Express”, con Costantino della Gherardesca e Roberto Pavanello
Ore 18: Urbano Cairo dialoga con Barbara Palombelli
Ore 19: Consegna del Premio PULSEE LUCE E GAS gender equality
Ore 19.10: Monica Maggioni dialoga con Francesca Sforza

Piazza Belvedere
Ore 16: “La narrazione di un territorio e il suo risvolto turistico”, con Alessandra Priante, Bruno Bertero e Emanuela Rosa-Clot
Ore 17: Fabio Caressa e Eleonora Caressa con Elvira Serra
Ore 18: “La cultura, tra investimento pubblico e privato”, con Alessandro Giuli, Evelina Christillin, Giuliana Cirio e Francesco Marino
Ore 19: “Come raccontare un territorio attraverso un film: il caso trifole”, con Umberto Orsini, Gabriele Fabbro, Mariano Rabino e Steve Della Casa

Piazza Carlo Alberto
Ore 16: “Gli autogol”, con Roberto Pavanello
Ore 17.30: “I Santi Francesi”, con Luca De Gennaro
Ore 18.30: “Tra tv e social media”, con Eleonora Riso, Niccolò Califano, Aurora Cavallo, Vincenzo Piscopo con Roberto Pavanello (Crediti ECM per giornalisti)
Ore 19.30: “Cosa fanno le femmine quando vanno in bagno?”, con Guido Catalano e Emilio Targia

Piazza San Paolo
Ore 18: Radio Capital TGZERO

Casa Confindustria Cuneo
Ore 19: “Il coraggio di provarci. Una storia controvento”, presentazione del libro di e con Cristina Scocchia, CEO Illy Caffè. Conduce Giuliana Cirio

Cinema Multilanghe
Ore 19.30: “Quando eravamo padroni del mondo”, spettacolo di e con Aldo Cazzullo. Ingresso libero in sala fino a esaurimento posti, dalle ore 19.

In caso di maltempo, sarà possibile seguire gli incontri al coperto, con posti limitati.

Santa Lucia Villanova Mondovì

Il Santuario di Santa Lucia a Villanova Mondovì riapre i battenti

Il Santuario di Santa Lucia in Villanova Mondovì si staglia dal XVI secolo sul versante del Monte Calvario (o Momburgo) dominando la Valle Ellero ed è erede di un’antica devozione popolare, ancora oggi viva...

Roccaforte. La grande festa alpina con il raduno sezionale

Sabato 15 e domenica 16 giugno, la Sezione A.N.A. di Mondovì festeggerà a Roccaforte M.vì il tradizionale Raduno Sezionale, momento di incontro e di amicizia tra gli Alpini e simpatizzanti dei 52 Gruppi che...

Ceva dice addio a Pietro Contegiacomo, pilota e amante della “Tanaria”

Ceva dice addio a Pietro Contegiacomo, 69 anni, scomparso ieri sera, giovedì 13 giugno, in seguito ad una malattia. Personaggio carismatico, curioso e molto conosciuto, si era distinto per le molteplici attività intraprese nella...

Giugno insieme: gli eventi dell’estate della Pro loco di Pianfei

La Pro loco di Pianfei ha annunciato il calendario degli eventi che tradizionalmente aprono l’estate. Il “Giugno insieme” prevede appuntamenti per tutte le settimane del mese (tutto il programma è previsto nell’area presso gli...

Villanova. Venerdì sera il gran finale del Palio dei Rioni 2024: chi sarà il...

Si è conclusa ieri sera la parte agonistica del Palio dei Rioni di Villanova, che ha visto le dodici frazioni sfidarsi in un percorso con la pallina, il cui obiettivo era comporre il maggior...

A Mondovì a luglio e agosto attivo il servizio di “Scuola Materna estiva”

Anche per il 2024 il Comune di Mondovì attiverà la Scuola Materna estiva, con l’obiettivo di soddisfare le esigenze delle famiglie con genitori entrambi lavoratori, assicurando così un accompagnamento educativo-assistenziale durante il periodo delle...