Dopo 5 anni, in estate si torna a scavare al sito romano di Augusta Bagiennorum

A luglio, una nuova “campagna” porterà alla luce altri elementi della Basilica e alcune taverne. Il 29 giugno apre il secondo piano del “Mab”: in mostra i reperti emersi nel 2019

La dott.ssa Sofia Uggè, l'arch. Davide Borra, l'assessore Mauro Corrado e il sindaco Claudio Ambrogio, durante la presentazione a Palazzo Rorà

A cinque anni dalla conclusione dell’ultima “campagna”, che aveva portato alla luce il Capitolium (il più importante tempio della città) e parte della Basilica (l’edificio pubblico dove venivano trattati gli affari e si amministrava la giustizia), quest’estate si torna a scavare nel sito archeologico romano di Augusta Bagiennorum, in frazione Roncaglia di Bene Vagienna. Lo ha annunciato, venerdì 14 giugno, la dott.ssa Sofia Uggè, direttrice dell’area archeologica benese, durante un incontro con la stampa, a Palazzo Rorà, nell’ambito della presentazione del progetto transfrontaliero “P.E.P.A.”, che ha permesso di reperire nuovi finanziamenti.

Più eventi culturali all’area archeologica, con un nuovo palco
«Dopo un 2023 dedicato alla manutenzione dell’area e alla messa in sicurezza dell’esistente, le risorse in arrivo ci consentono, nel 2024, interventi ad ampio raggio, che porteranno all’ampliamento del percorso di visita al sito, all’ampliamento degli scavi e all’ampliamento del Mab, il Museo archeologico di Bene Vagienna» ha spiegato la dott.ssa Uggè. Un accordo con l’Università di Torino permetterà di avere a disposizione quattro squadre di studenti che (gestite da supervisori) lavoreranno agli scavi della Roncaglia, da inizio luglio alla metà di agosto e che consentiranno il completamento della parte non ancora “riemersa” della Basilica. Allo stesso tempo, verrà portata alla luce anche un’area dove erano localizzate alcune taverne. Ovviamente, tutti i nuovi elementi che via via emergeranno dagli scavi, saranno inseriti nel percorso di visita. Allo stesso tempo, i fondi ricevuti serviranno al rifacimento del palco esistente all’interno del teatro romano (sul quale va già in scena il Festival “Le Ferie di Augusto), che potrà così ospitare sempre più eventi culturali: «Sogno un’architettura stabile anche per i posti a sedere – ha aggiunto la dott.ssa Uggè –, ma questo sarebbe un ulteriore step che riguarderà, speriamo, il futuro. Nell’ambito di questo progetto invece, verrà pensato anche un percorso di visita dedicato a persone con disabilità, sia di movimento sia sensoriali, affinché tutti possano godere appieno della bellezza suggestiva del luogo». Dello stesso circuito di iniziative fa parte anche l’apertura di una nuova sezione del “Mab”, il Museo archeologico ospitato in centro, a Palazzo Rorà: «Il prossimo 29 giugno – ha annunciato la responsabile dell’area archeologica –, verrà inaugurato un intero nuovo piano del Museo. Nell’allestimento troveranno spazio i reperti rinvenuti durante l’ultima campagna di scavi, realizzata tra il 2018 e il 2019».

Realtà aumentata: visitare l’antica città con i visori, insieme a personaggi dell’epoca
Ciliegina su una torta già così decisamente “appetitosa”, è il vasto e stimolante capitolo dedicato alla realtà aumentata e alla ricostruzione in 3D dell’antica città romana. L’architetto benese Davide Borra, tecnico specializzato, che ha seguito il progetto fin dalla nascita del “primo” Mab, spiega così il lavoro svolto negli ultimi anni: «Bene Vagienna è stata la prima città romana al mondo a venire completamente ricostruita tramite la realtà aumentata. Attualmente ce ne sono solo due in tutto il pianeta: l’altra è Roma. Il lavoro della mia azienda, la “NoReal”, è sempre partito da Bene Vagienna, usando Augusta Bagiennorum come “banco di prova” e poi esportando il modello benese in tutto il mondo: dall’America al Medio Oriente». Il progetto ora è concluso e consente a tutti di immergersi nella realtà della città di duemila anni fa. Senza l’utilizzo di una app, ma soltanto inquadrando un Qr code con il proprio smartphone, si “entra” infatti in città. Tramite un visore a 360 gradi si passeggia e ci si sposta per l’intera città (che era grande circa 5 volte l’attuale Bene Vagienna) e si scoprono i monumenti e le particolarità del tempo. Durante l’esperienza virtuale si fa la conoscenza di alcuni personaggi che (in tre lingue diverse) svolgono la funzione di guida, accompagnando il visitatore e spiegando le caratteristiche dei luoghi che si incontrano. «Crediamo che la realtà aumentata sia un modo molto efficace per avvicinare tutti alla cultura e alla storia – conclude l’arch. Borra –. Ultima chicca: i dialoghi e le voci delle guide virtuali, sono generati con l’utilizzo dell’intelligenza artificiale. Il risultato è davvero impressionante».

santa lucia visite villanova

Al Santuario di Santa Lucia di Villanova M.vì continua il successo delle visite guidate

Domenica 7 luglio il Santuario di Santa Lucia in Villanova Mondovì sarà aperto al pubblico con visite guidate al pomeriggio (dalle ore 14.30 alle 17 con servizio navetta). La riapertura durante le prime domeniche...

L’amministrazione provinciale ha incontrato il nuovo sindaco di Piozzo e gli assessori

Il presidente della Provincia di Cuneo Luca Robaldo e il consigliere provinciale Pietro Danna sono stati a Piozzo per un incontro con il nuovo sindaco Lasagna e con gli assessori comunali Sandro Scotto e...

Da Mondovì al concerto-evento di Taylor Swift: «Esperienza straordinaria: 48 canzoni, un show unico»

«Credo di poter affermare di aver vissuto una delle esperienze più sconvolgenti e coinvolgenti della mia vita. È un tuffo in un’introspezione non indifferente da cui non ne puoi uscire se non plasmato. È...

Garessio, capriolo rimane bloccato nel recinto: liberato da Vigili del fuoco e Forestali

In mattinata i Vigili del fuoco volontari di Garessio sono intervenuti all'interno del Comune, per il recupero di un capriolo in collaborazione con i Nuclei Carabinieri Forestali di Ormea e Ceva. L’animale era rimasto...

San Michele: nel weekend il tributo a Nini Rosso: due concerti e il concorso

(a.br.) - Con grande entusiasmo, la Fondazione Fossano Musica e il Comune di San Michele Mondovì annunciano il prestigioso Festival “Le melodie di Nini Rosso, un omaggio musicale”, tributo dedicato al celebre trombettista, che...
Mondovicino Shopping Peter Pan

A Mondovicino giochi e animazioni per i bimbi a tema Peter Pan

Tra i 1º e il 14 luglio Mondovicino Shopping Center & Retail Park propone il laboratorio “L’isola che non c’è” con giochi e animazioni a tema per i più piccoli. Presso piazza Roccia (ove...