Cronaca - tutte le notizie
stampa

AGGIORNAMENTO - Alberghiero: studenti trasferiti in 4 altre scuole, ma non tutte saranno pronte per l'inizio delle lezioni

Ora 9 classi verranno trasferite nell'ex scuola Primaria di piazza D'Armi, 4 classi nelle ex scuole Medie "Gallo", 5 classi nel "Baruffi". Le 2 classi rimanenti andranno ai Passionisti.

AGGIORNAMENTO - Alberghiero: studenti trasferiti in 4 altre scuole, ma non tutte saranno pronte per l'inizio delle lezioni

Summit questa mattina in municipio fra Comune, Istituto Alberghiero, Provincia e Grandabus, per trovare una sistemazione alle 20 classi dell'Alberghiero rimaste "fuori sede" dopo il crollo della frana di venerdì scorso.

La soluzione raggiunta: gli studenti restano tutti a Piazza. A partire da lunedì 8 gennaio, 9 classi verranno trasferite nell'ex scuola Primaria di piazza D'Armi, 4 classi nelle ex scuole Medie "Gallo", 5 classi nel "Baruffi". Le 2 classi rimanenti andranno ai Passionisti, dove già fanno lezione 5 classi dell'istituto. Non tutte però saranno pronte lunedì 8 gennaio: per questioni logistiche, che coinvolgono anche il trasloco di materiale didattico, gli studenti collocati nell'ex Elementare di piazza D'Armi potranno cominciare solamente mercoledì 10 gennaio.

Valutazioni in corso per quanto riguarda la struttura dell'Alberghiero nella sua parte più vecchia: il Comune sta attendendo una relazione tecnica, per capire se si potranno utilizzare le cucine per le lezioni pratiche. Diversi privati si sono fatti avanti per mettere a disposizione le loro strutture. ARPA Cuneo e ARPA Piemonte stanno procedendo alle verifiche generali dei movimenti idrogeologici della collina. Ultimate queste verifiche, unite a quelle del professionista incaricato dal Comune, verrà valutata la possibilità di riaprire la parte "storica" dell'Alberghiero stesso.

Al tavolo, il Comune col sindaco Paolo Adriano e l'assessore all'Istruzione Luca Robaldo, l'Alberghiero con la dirigente Donatella Garello e il rappresentante dei genitori e presidente del Consiglio di Istituto, e la Provincia di Cuneo col consigliere Milva Rinaudo con delega alle Scuole, il consigliere Marco Perosino e il delegato Rocco Pulitanò. Il sindaco: «Abbiamo valutato tutte le soluzioni possibili e scelto secondo il criterio della massima sicurezza per i ragazzi».

Il presidente del Consiglio di istituto: «Una soluzione soddisfacente per il periodo immediato. Dobbiamo far sapere alle famiglie e agli studenti che le lezioni sono garantite con la massima sicurezza. Soprattutto ora che siamo in periodo di iscrizioni, l'Alberghiero è un'eccellenza di questa città». La dirigente Donatello Garello: «Dovremo rimodulare alcuni orari in questa situazione di emergenza. Spero che questa sia l'occasione per aprire una riflessione sul futuro delle scuole a Mondovì».

Viabilità
I bus scolastici, per ora, fermeranno tutti in piazza D'Armi.
Nessuna ipotesi di tempistiche, per il momento, per la riapertura di via Tortora al traffico normale di auto e bus. Al momento, non verrà aperto nemmeno un passaggio pedonale (ma la speranza è di farlo nelle prossime settimane, se vi saranno le condizioni di sicurezza): gli studenti che devono raggiungere il "Baruffi" dovranno farlo passando da via Delle Scuole e poi sul vialetto a fianco della funicolare. Le auto dei genitori potranno quindi arrivare in piazza IV Novembre passando da piazza Maggiore (che però è a senso unico a scendere) e via Carassone, da via Marchese d'Ormea o dalla strada per Carassone.

AGGIORNAMENTO - Alberghiero: studenti trasferiti in 4 altre scuole, ma non tutte saranno pronte per l'inizio delle lezioni
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento