Dogliani Docg: «Le nostre cantine preservano l’identità e intanto creano nuovi vini»

Nicola Chionetti al convegno doglianese: «Le nostre Langhe, nonostante le difficoltà, restano un pezzo importante dell'economica di settore»

Lunedì 26 giugno, l’aula consiliare del Comune di Dogliani ha ospitato l’incontro “Dogliani Docg 21-22. Tra denominazione ed economia, il dinamismo della produzione delle Langhe sudoccidentali”, organizzato dalla “Bottega del vino di Dogliani”, in collaborazione con il Comune e il Consorzio di tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani

Prendendo spunto dalla degustazione delle ultime annate dei Dogliani Docg e Dogliani Superiore Docg, del 2021 e del 2022, il produttore vinicolo Nicola Chionetti, vicepresidente della Bottega del vino e produttore vinicolo, ha spiegato: «L’alto livello qualitativo, riscontrato durante gli assaggi, suggerisce una riflessione sullo stato della produzione vinicola locale, che coinvolge un territorio ampio, formato da 21 Comuni diversi. Da un lato le aziende vitivinicole hanno dimostrato di essere capaci di preservare l’identità, continuando a produrre Dogliani Docg sempre più buoni, pur in una fase non generosa del mercato, ribadendo così l’unicità della produzione del dolcetto in questa zona. Dall’altro hanno interpretato questa fase come opportunità per creare nuovi vini, rendendo le Langhe sudoccidentali ancora un pezzo importante dell’economia del vino».

Gli addetti ai lavori, ai quali si sono intervallati gli interventi del presidente della Provincia Luca Robaldo e del presidente del Consorzio di tutela, Matteo Ascheri, hanno ragionare sull’evoluzione dell’identità del territorio e sulle opportunità offerte dai cambiamenti nella produzione.

Il turismo beneficia di un territorio in stretto legame con le Langhe del Barolo, ma allo stesso tempo presenta differenze che meritano di essere comprese e valorizzate. Cantine e viticoltori si sono rivelati capaci di resistere alle oscillazioni del mercato e si sono anche impegnati in percorsi produttivi nuovi, che si stanno affermando con un’identità propria e non solo come mera risposta al mercato.

Articolo completo sul giornale in edicola da mercoledì 28 giugno.

mondovì times square new york

LE BELLEZZE DI MONDOVÌ SUI MEGASCHERMI DI TIMES SQUARE A NEW YORK

L'Unione Monregalese ha fatto proiettare le bellezze di Mondovì in Times Square a New York: grazie a Pixel Star di TSX Ieri, mercoledì 21 febbraio, sui megaschermi di Times Square a News York, alle 17,15...

Il sindaco di Dogliani: «Dicono che non mi ricandido? Nessuno può parlare per me»

In vista delle prossime elezioni comunali, si “accende” il clima a Dogliani. Il sindaco Ugo Arnulfo, venuto a conoscenza di alcune voci che starebbero circolando sul suo conto in paese, interviene per fare chiarezza:...

Politecnico, ieri il rettore nella sede di Mondovì – L’INTERVENTO IN CONSIGLIO

Al pomeriggio la visita nella sede universitaria monregalese, la sera la relazione in Consiglio. «Una sede notevole - commenta il rettore, prof. Corgnati -, su cui sicuramente ha senso investire». Qui il video dell'intervento in...

Vicoforte: addio all’ex maestra Annina Strocco

A Vicoforte sono in tanti a ricordarla con affetto, a sentire un debito di riconoscenza nei suoi confronti. Annina Strocco, detta anche Nina, è stata una delle storiche maestre del paese: aveva insegnato a...

Due anni di guerra: dagli ucraini un grazie agli amici di Ceva

Sono passati due anni dall’inizio della guerra in Ucraina, e anche Ceva all’epoca si adoperò fattivamente per l’accoglienza e per agevolare le pratiche per far giungere in città parenti e amici in fuga dai...