A Mondovì si presenta “Judith” di Loredana Frescura e Marco Tomatis

Il libro “Judith”, di Loredana Frescura e Marco Tomatis, verrà presentato il 27 gennaio, Giornata della Memoria alle ore 17 nella sala “Scimè” a cura di Marco Picco con letture di Carlo Carlotto.
Judith, una quattordicenne ebrea che vive in un villaggio della Polonia, nel 1941 subisce l’invasione dei nazisti che, poco dopo il loro arrivo, massacrano tutte le duemila persone inermi della sua comunità. Sopravvissuta fortunosamente alla strage, entra nelle file della Resistenza russa, trovandosi anche in questo caso a fare i conti con l’antisemitismo, fino a quando deve fuggire. Con l’aiuto di un compagno, attraversa l’Europa in guerra alla ricerca di una improbabile salvezza, fino ad arrivare, nella primavera del 1943, a Nizza e successivamente a Saint Martin Vesubie, sul versante francese delle Alpi Marittime. Qui, insieme a centinaia di altri ebrei trova una relativa tranquillità, grazie al fatto che gli italiani, che occupano questa zona, non si preoccupano di dare loro la caccia. L’8 settembre 1943 cambia tutto. L’Esercito italiano si sbanda, arrivano i tedeschi e lei, come gli altri ebrei, deve fuggire in Italia attraverso i sentieri delle montagne. Non andrà lontano. Costretta a consegnarsi, verrà rinchiusa con i suoi compagni in una caserma fatiscente di Borgo san Dalmazzo. Si salverà grazie all’aiuto di alcune persone e alla sua prontezza nell’affrontare le situazioni, mentre la stragrande maggioranza dei suoi compagni di sventura prenderà la via dei campi di sterminio.
Il libro, frutto di un notevole lavoro di ricerca (gli studi in italiano sulla Resistenza ebrea nell’Est europeo sono pochi), esce per l’editore Giunti in occasione della Giornata della Memoria e tenta di offrire un piccolo contributo non solo per ricordare l’Olocausto, ma anche per comprendere che tutto ciò che sta succedendo oggi in Medio Oriente viene da molto lontano e non è con posizioni rigide e preconcette che si possono affrontare situazioni così complicate e stratificate in secoli di storia.

mondovì times square new york

LE BELLEZZE DI MONDOVÌ SUI MEGASCHERMI DI TIMES SQUARE A NEW YORK

L'Unione Monregalese ha fatto proiettare le bellezze di Mondovì in Times Square a New York: grazie a Pixel Star di TSX Ieri, mercoledì 21 febbraio, sui megaschermi di Times Square a News York, alle 17,15...
Pistoletto fondazione crc cuneo

Ezio Raviola nominato nel Consiglio di Compagnia Sanpaolo

Ezio Raviola, monregalese e attuale presidente della Fondazione CRC, va in Fondazione Compagnia Sanpaolo. È stato nominato oggi, giovedì 29 febbraio, nel consiglio generale della Fondazione torinese. Uno scenario che si incastra in un...

Nove anni di condanna a una ex dipendente della Coop di Mondovì: sottrasse 2,5...

Era stata una lavoratrice irreprensibile, almeno fino al 2020. Solo dopo, per la precisione ad ottobre, si è scoperto che aveva duplicato i libretti di deposito di alcuni soci prestatori della Coop di Mondovì,...

Nuovo defibrillatore: Farigliano vuole diventare territorio “cardio protetto”

Grazie alla donazione di un defibrillatore semiautomatico “Dae” da parte della famiglia di Aldo Vajra (noto viticoltore del territorio), l'Amministrazione comunale di Farigliano, nei giorni scorsi, ha installato una nuova postazione “salva vita” a...

Francesco e Ylenia, poliziotti insieme: «Abbiamo coronato il nostro sogno»

21 anni lei, di Villanova. 24 anni lui, di Rifreddo (Mondovì). A Roma nelle scorse settimane hanno coronato il loro sogno, insieme, superando il corso d’ammissione per entrare nella Polizia di Stato. Ylenia Aggeri...