Mondovì, accoltellato dopo la lite nel 2022: l’accusa è di tentato omicidio

I Carabinieri accorsi in piazza Mellano trovarono un uomo riverso a terra e sanguinante, dopo un “chiarimento”

Cinque Daspo
Non si sa quali moventi ci siano dietro alla sanguinosa lite che nel novembre di due anni fa provocò l’accoltellamento di un cittadino marocchino a Mondovì. All’origine dei fatti c’è un “chiarimento” tra la vittima e altri quattro uomini, tutti suoi connazionali, nella zona di piazza Mellano.
Uno di loro, R.E.H., è ora accusato di tentato omicidio, lesioni personali e porto d’arma abusivo. I Carabinieri, chiamati da una coppia di residenti, avevano trovato la vittima e il presunto assalitore a terra: a breve distanza un coltello, lasciato in terra, e i tre conoscenti che erano con loro. Dalle immagini di videosorveglianza nell’area si è potuto appurare che R.E.H. e la persona offesa erano giunti sul posto a bordo di un'auto, intestata alla moglie dell’imputato. Gli altri tre li avevano raggiunti a piedi. R.E.H. si era messo a parlare con uno di loro, finché un altro del gruppo lo aveva raggiunto e gli aveva sferrato un calcio, provocando una reazione. Dalle telecamere, però, non si riesce a comprendere cosa sia accaduto dopo.
Quel che è certo è che tutti insieme si erano mossi quasi subito verso un altro punto della piazza, non coperto da telecamere. All’arrivo della volante l’accoltellato era accasciato e mostrava una ferita sanguinante: lamentava di essere stato ferito a un fianco e pochi istanti dopo era svenuto. Il presunto aggressore non aveva invece proferito alcuna parola. L’analisi sul coltello effettuata dai Ris di Parma ha permesso di accertare la presenza di tre profili genetici diversi, sul manico dell’arma: uno di questi è riconducibile alla persona che aveva sferrato il calcio, un pregiudicato condannato per vari reati, tra cui la rapina ai danni del gestore di una sala slot cittadina. Non risultano, invece, tracce di Dna riferibili all’imputato, nei confronti del quale si è poi proceduto sulla base delle testimonianze raccolte. La conclusione dell’istruttoria è prevista il prossimo 10 aprile.
Chirurgia Laser Difetto Visivo

Chirurgia laser per correggere il tuo difetto visivo: scopri se sei idoneo

Miopia, astigmatismo, ipermetropia, presbiopia - Non lasciare che la paura di togliere gli occhiali ti impedisca di fare le cose che ti piacciono: vieni l’8 e 19 aprile al Centro Abax di Cuneo per...

Villanova: la Pro loco si è presentata alla popolazione

È stata presentata nel tardo pomeriggio di sabato la nuova Proloco villanovese e il suo direttivo. Ad introdurre la nuova realtà è stato il sindaco Roberto Murizasco che ha ribadito il supporto...

Big bench: anche Dogliani e Ceva tra i finalisiti del contest “Art Challenge”

Il Palablack Miroglio Fashion di Alba ha ospitato, oggi pomeriggio (13 aprile), la premiazione del primo contest "Art Challenge", organizzato dal Big Bench Community Project, la Fondazione che si occupa della promozione e della...

A Ceva furti nei negozi nella notte: rubati alcuni telefonini

Alcuni locali del centro storico di Ceva sono stati "visitati" dai ladri nella notte appena trascorsa. Ignoti si sono introdotti, forzando gli ingressi, all'interno di un negozio di telefonia e di un fruttivendolo. Nel...

Mondovì: sboccia la Primavera – FOTO E PROGRAMMA DELLA FIERA

È cominciata la Fiera di Primavera 2024. Sabato 13 e domenica 14 aprile a Mondovì un weekend floreale, con 400 espositori tra florovivaisti, produttori agricoli, auto-moto e mezzi agricoli, giochi per bambini, laboratori, talk,...
Nord Sud Castello Cigliè

Nord vs Sud: la disfida dei vini “Al Castello” di Cigliè

Venerdì scorso si è svolto il secondo appuntamento delle “4 sere Al Castello” di Ciglié, con l’intero ristorante dedicato all’evento “Bolle al buio - Sicuri di essere grandi intenditori di bollicine?”, in cui vini...