C’è la deroga: la semifinale play-off della Lpm Bam si gioca a Mondovì

Il "PalaManera" ha ricevuto il via libera per gara-2, dopo un ultimo sopralluogo martedì. Il Puma giovedì quindi giocherà in casa la partita più importante della sua storia

La notizia era nell'aria ormai da tempo, ma solo ora è arrivata l'ufficialità: la gara casalinga della semifinale play-off di serie A2 femminile, tra Lpm Bam Mondovì e Brescia si potrà giocare al PalaManera. L'impianto monregalese (omologato per 970 posti a sedere) non soddisfaceva i requisiti minimi di capienza richiesti dalla Fipav per la disputa di questo genere di gare (servirebbe infatti un palazzetto con almeno 1.200 posti a sedere), ma una deroga dell'ultimo minuto ha cambiato le carte in tavola. Mentre sembrava farsi strada l'ipotesi di una semifinale lontana dalla città del Belvedere e le possibilità di giocare a Cuneo aumentavano, la società, lo staff tecnico e i tifosi hanno invece sperato fino all'ultimo e sono stati ripagati. Il sopralluogo avvenuto oggi (26 aprile) presso l'impianto dei Passionisti ha infatti portato al via libera definitivo. Giovedì 28 aprile (fischio d'inizio alle 19.30) il Puma potrà quindi giocarsi l'accesso alla storica finale play-off sull'impianto di casa. La Lpm Bam, dopo aver vinto gara-1 in trasferta, proverà a chiudere la pratica già in gara-2, battendo nuovamente la corazzata Brescia.

Alessandra Fissolo, presidente della Lpm Pallavolo Mondovì ringrazia tutti coloro che si sono prodigati per permettere alla formazione rossoblù di giocare tra le mura amiche del PalaManera. «Desidero dire grazie a tantissime figure professionali che ci hanno davvero aiutato e che si sono prodigate per raggiungere l’obiettivo. Innanzitutto il mio ringraziamento va alla Commissione di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo del Comune di Mondovì, nella persona del Presidente Tancredi Bruno di Clarafond, per la precisa ed attenta professionalità dimostrata nella gestione della sicurezza per eventi di questa portata, coadiuvato dai qualificati professionisti e tecnici componenti della Commissione. Personalmente ho avuto un grandissimo supporto da parte dell’avvocato Enrico Martinetti, che mi ha seguita in ogni passo durante questi giorni intensi, dimostrandosi, oltre che un grande professionista, un grandissimo appassionato della nostra squadra e del nostro sport. Ovviamente un grazie va al sindaco Paolo Adriano, all’Assessore Luca Robaldo ed al Consigliere Provinciale Pietro Danna che, insieme alla fattiva collaborazione degli uffici comunali e provinciali, hanno lavorato per rendere possibile questo risultato pur nello strettissimo tempo a disposizione. Un plauso poi all’ing. Rocco Pulitanò per la sua immensa disponibilità, per aver redatto in tempi record il progetto antincendio necessario per procedere alla richiesta di deroga. Non manca poi un ringraziamento alla Comandante della Polizia Locale di Mondovì Domenica Chionetti, sempre attenta alle esigenze della città, che si è prodigata per gestire questa situazione con attenzione, cordialità e massima professionalità.