Ipercoop sottocosto settembre 2019

A Villanova Mondovì il convegno “Accendiamo il futuro”

A che punto è la connessione veloce nella Granda? Se ne parla a Villanova, nel convegno "Accendiamo il futuro", venerdì 13 settembre.

Villanova Mondovì il convegno Accendiamo futuro

A che punto è la connessione veloce nella Granda? Se ne parla a Villanova Mondovì, nel convegno "Accendiamo il futuro", venerdì 13 settembre. Il tema della diffusione della BUL (Banda Ultra Larga) sarà al centro del convegno, dalle ore 14,30, presso il Palazzo Comunale (via Orsi, 8).

L’appuntamento, aperto al pubblico, vedrà tra i protagonisti i principali attori del piano strategico che consentirà anche al territorio piemontese di poter disporre della capacità di inviare e scambiare dati ad altissima velocità. La sessione, rivolta in particolare ai Comuni della Provincia di Cuneo, vuole fare chiarezza sul funzionamento della rete a fibra ottica, sulle opportunità per i cittadini, per le amministrazioni e per le imprese, e sul ruolo dei diversi operatori coinvolti.

I lavori saranno introdotti dai rappresentanti degli enti organizzatori, a partire da Michele Pianetta (vicepresidente ANCI Piemonte con delega all'Innovazione), proseguendo con Marco Bussone (presidente UNCEM) ed Antonello Angeleri (segretario generale ANFoV). A seguire, Andrea Falessi, direttore delle Relazioni Esterne di Open Fiber, la società concessionaria dei bandi pubblici di Infratel Italia per la realizzazione della rete a banda ultra larga nelle aree bianche del Paese, racconterà lo sviluppo del progetto di Open Fiber in Piemonte e, nello specifico, in provincia di Cuneo, con un focus sulle prossime tappe del piano di cablaggio dei territori periferici. “Piazza Wi Fi Italia” sarà invece il cuore dell’intervento di Vincenzo Ferrara, responsabile Gestione e Manutenzione di Infratel Italia, mentre l’AD di Alpitel, Carlo Carlotto, testimonierà il punto di vista delle imprese impegnate nei progetti di realizzazione delle reti a banda ultra larga.

«Il grande piano di opere per diffondere la fibra ottica in tutto il territorio piemontese - afferma Michele Pianetta, vicepresidente ANCI Piemonte e vicesindaco di Villanova Mondovì - è al centro del nostro operato. La riduzione del digital divide rappresenta una nostra assoluta priorità, in grado di rilanciare i Comuni più marginali, riportandoli al centro di investimenti privati e aziendali. Attraverso la rete passa non solo il livello di benessere dei cittadini ma soprattutto lo sviluppo delle attività produttive e commerciali che potranno così rientrare nelle grandi arterie di comunicazione telematica. Colgo l’occasione per ricordare anche l’imminente scadenza di Piemonte Innovazione, il Premio di ANCI Piemonte che intende promuovere la cultura dell’innovazione nella PA territoriale: da un lato gli stimoli, dall’altro gli strumenti per realizzare importanti salti di qualità».

«Uncem ha sottoscritto un protocollo con Open Fiber, che gestisce i progetti della banda ultralarga in Italia dopo aver vinto gli appalti del Ministero dello Sviluppo economico, anche in Piemonte - spiegano Marco Bussone, Presidente Uncem, e il presidente Uncem Piemonte Lido Riba - Domani a Villanova Mondovì ci saranno i vertici della società. Occorre uno scatto per accelerare i lavori. Troppi Comuni aspettano l'avvio delle opere che dovrebbero essere già partite. La burocrazia ha rallentato l'iter di progettazione e avvio dei cantieri. Ma ora c'è bisogno di un piano in emergenza. Superando cioé una serie di vincoli per appalti e subappalti che stanno bloccando le opere nei piccoli Comuni. Open Fiber deve subappaltare a una grande azienda che poi si trova a dover subappaltare i lavori a una più piccola. E via così. È a oggi l'unico modo per aprire decine di cantieri nello stesso arco temporale. Eppure tutto è troppo lento. I lavori non partono perché le aziende non hanno uomini e mezzi adeguati. A vincere subappalti al ribasso sono aziende piccole e non sempre adeguate. Non possiamo continuare così. Si perdono risorse nei diversi passaggi, a scapito dei lavori da fare. Per questo proporrò al Mise e a Oper Fiber, tramite il Cobul, di approntare un piano di emergenza che superi alcuni vincoli normativi. Altrimenti il rischio è perdere le risorse. E non possiamo permettercelo».

La scadenza di presentazione delle candidature alla terza edizione di Piemonte Innovazione, realizzato da ANCI Piemonte in collaborazione con Forum PA, è fissata proprio per venerdì 13 settembre. In palio 20 mila euro come contributo economico ed altrettanti in servizi per le amministrazioni. Per Comuni, Unioni, Provincia ed Enti gestori delle funzioni socio-assistenziali della Provincia di Cuneo è previsto un ulteriore premio speciale di 5 mila euro finanziato dalla Fondazione CRC. Sul sito ANCI Piemonte sono disponibili info e modulo di candidatura.

Villanova Mondovì - Convegno "Accendiamo il futuro": IL PROGRAMMA

14:30 APERTURA LAVORI
Michele PIANETTA, vicepresidente ANCI Piemonte con delega all'Innovazione
Marco BUSSONE, presidente UNCEM
Antonello ANGELERI, segretario generale ANFoV
15:00 INTERVENTI
Il Piano BUL
Andrea FALESSI, Responsabile Relazioni Esterne Open Fiber
Piazza WiFi Italia
Vincenzo FERRARA, Responsabile Gestione e Manutenzione Infratel Italia
La realizzazione della Rete vista dalle Imprese
Carlo CARLOTTO, Amministratore Delegato Alpitel
16:30 DIBATTITO
La partecipazione è libera, previa iscrizione all’indirizzo anfov@anfov.it

Vuoi essere sempre aggiornato sulle novità?Iscriviti gratis alla nostra newsletter

Cultura a porte aperte 2019