Coronavirus: tre nuovi casi a Garessio

Si tratta di casi probabilmente riconducibili al primo cittadino risultato positivo il 15 marzo. Ora sono ricoverati all'Ospedale di Mondovì. A Garessio i casi salgono a 31 con un decesso in Casa di riposo

Coronavirus: tre nuovi casi a Garessio

Coronavirus: tre nuovi casi a Garessio, ora sono 31 le persone contagiate. Sono tre i nuovi casi affetti da Coronavirus accertati a Garessio. «Le tre persone, che erano già in isolamento, sono attualmente ricoverate presso l’Ospedale di Mondovì – spiega il sindaco Ferruccio Fazio –. Si tratta di casi probabilmente riconducibili al primo risultato positivo a Garessio il 15 marzo».

Coronavirus: tre nuovi casi a Garessio

«A questo punto – aggiunge –, in una fase in cui l’influenza è quasi passata, è presumibile che chi ha febbre molto probabilmente abbia contratto il virus. Quindi, anche in assenza di tampone, è d’obbligo mettersi in isolamento e comunicarlo al proprio medico curante o al Centro operativo comunale. L’isolamento resta fondamentale». Salgono così a 31 i casi accertati, di cui 24 alla Casa di riposo (dove si è riscontrato anche un decesso) e gli altri ricoverati all'Ospedale di Mondovì.

Centro operativo comunale - Per gestire, nel miglior modo possibile, l'emergenza in corso è stato istituito in Comune il C.O.C. (Centro Operativo Comunale) per il monitoraggio e il coordinamento dei servizi di assistenza alla popolazione. «La composizione e le finalità del C.O.C. – precisa Fazio –, sono disponibili in apposita sezione sul sito ufficiale del Comune. Tra le altre cose, sarà compito del C.O.C. coordinare i volontari che hanno dato la loro disponibilità ad aiutare le persone in isolamento fiduciario che si trovano nell'impossibilità di muoversi dalle loro abitazioni attraverso approvvigionamento di cibo, medicinali o generi di prima necessità. Ricordiamo a tutti i cittadini che il protocollo nazionale impone la misura cautelativa dell’isolamento fiduciario per le persone che sono state a stretto contatto con un paziente Covid. La costituzione del C.O.C. è occasione per lanciare un invito ai cittadini che si trovano nella condizione di poterlo fare, ad unirsi ai volontari che svolgeranno le attività di protezione civile sopra menzionate. Chi è interessato a prestare la propria opera può contattare Monica Peirano al numero 0174/805622 – 333 7979495 e/o Roberto Sandini al numero 348 7814076».

____

VUOI ESSERE SEMPRE INFORMATO?
Sì, voglio le news gratis in tempo reale - ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM - CLICCA QUI
Sì, voglio le top news gratis ogni settimana - ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER - CLICCA QUI