Polstrada cuneese, pattuglie in borghese contro l’uso di smartphone alla guida

Il bilancio del 2021: in aumento sanzioni e incidenti. L'apparecchiatura "street control" verifica in tempo reale la copertura assicurativa dei veicoli

denunciato pilota drone polizia

Sono 12.200 le infrazioni al codice della strada accertate dalla Polizia Stradale di Cuneo, dalle sue varie sottosezioni (Mondovì e Bra) e dal Distaccamento di Saluzzo nell'anno appena passato. In tutto si contano circa 120 operatori suddivisi tra i vari uffici. Un dato che è in aumento ben di circa il 30% rispetto al 2020 (anno del lockdown più "duro").

Sono state ritirate, inoltre, 258 patenti di guida e 281 carte di circolazione e decurtati 12.256 punti dalla patente di guida. Nel 2021 sono stati eseguiti anche 431 provvedimenti di fermo o sequestro amministrativo a fronte dei 268 del 2020 (+60%). La repressione del fenomeno della distrazione alla guida causato soprattutto dall’uso degli smartphone è stato attuato anche attraverso pattuglie in borghese in ragione della particolare pericolosità di tale condotta.

Tramite il sistematico utilizzo di tutte le apparecchiature elettroniche per il rilevamento del superamento della velocità, dislocate lungo la A6 Torino-Savona, l’A33 Asti-Cuneo e la viabilità principale, sono stati elevati oltre 1.200 verbali per eccesso di velocità in aumento di circa il 50% rispetto al 2020.

Guida in stato di alterazione

Per quanto riguarda la repressione della guida in stato di ebbrezza alcolica e sotto l’influenza di sostanze stupefacenti, sono risultati in stato di ebbrezza 83 conducenti, dato in aumento del 10% rispetto al 2020 e 14 persone sono state denunciate per guida in stato di alterazione conseguente all’assunzione di sostanze stupefacenti.

Mancato pagamento delle autostrade

La Sezione procede inoltre a verbalizzare le infrazioni segnalate dalle concessionarie autostradali in merito al mancato pagamento del pedaggio autostradale. La Sezione Polizia Stradale di Cuneo utilizza inoltre sistematicamente un’apparecchiatura denominata “Street control” in grado di accertare in “tempo reale”, anche con pattuglia in movimento, la copertura assicurativa dei veicoli durante la loro circolazione e la regolare revisione.

Gli incidenti mortali aumentati del 25%

Sulle due autostrade (A6 e A33) dove la Sezione Polizia Stradale di Cuneo opera in esclusiva, si sono verificati e rilevati nel 2021 complessivamente 295 incidenti in aumento del 15% rispetto al 2020. Gli incidenti con esito mortale rilevati, sempre in ambito autostradale, sono stati 3 a fronte di 1 rilevato nel 2020 e gli incidenti con feriti nel 2021 sono stati 71 mentre nel 2020 sono stati 63 (+12,5%). Complessivamente nel corso del 2021 si sono verificati in provincia 44 incidenti stradali con esito mortale con un incremento del 25% rispetto al 2020, 47 sono le persone decedute per incidente stradale in provincia nel 2021 rispetto alle 40 del 2020 (+18%). Il trend in aumento è anche in relazione alla ripresa della mobilità dopo le restrizioni alla circolazione che hanno caratterizzato gran parte dell’anno precedente.