Mondovì: “spalata” la discussione sulla neve… la polemica diventa politica

mondovì cosa vuole fare amministrazione

Era un punto così importante che non bastava  un'interrogazione, come quella presentata dalle minoranze - LEGGI QUI. La discussione sui disagi post nevicata del 15 dicembre ha occupato la maggior parte della durata del Consiglio comunale di oggi, venerdì 30 dicembre, perfino "fuori contesto". Ma una volta "spalata" la neve, si è capito che la vera polemica non riguardava il meteo, il ghiaccio, i fiocchi. Era una valanga, sì: ma di frecciate politiche.

In una forma assolutamente inedita, considerando che si trattava di un punto oggetto di interrogazione, il sindaco Robaldo e l'assessore Campora sono entrati sul tema "extra-time", sotto forma di comunicazione del sindaco e di rincaro dell'assessore. Replicando, in sede istituzionale, gran parte del chiarimento che Campora ci aveva già dato rispondendo alle nostre domande e aggiungendo una lunghissima serie di elenchi di interventi puntuali.

Il sindaco: «Non ricordo nevicata senza polemiche al seguito: c'erano anche quando era assessore ai Lavori pubblici Enrico Rosso. Il regolamento di Polizia urbana di Mondovì risale al 2003. C'è qualcosa da migliorare, sicuramente, e lo faremo: ci assumiamo le nostre responsabilità, ed è giusto dare comunicazione in questa sede».

E aggiunge: «Stiamo valutando se rendere obbligatorie le dotazioni invernali su tutta la città - ha detto -, perché non può accadere che mezzi come i bus si intraversino sulle strade perché privi di gomme o catene». Cosa accaduta in più zone: «Anche fra via Tortora e via Carboneri - ha spiegato l'assessore Campora -, bloccando il traffico e costringendo le auto a non poter procedere».

Campora aggiunge, a mo' di predicozzo e rivolgendosi a Enrico Rosso: «Ci aspettavamo la vostra interrogazione: i disagi ci sono sempre stati, per voi era un rigore a porta vuota. Ma leggere nelle vostre dichiarazioni "il Comune dov'era?" lo ritengo demagogico e poco produttivo. Anche lei, Rosso, ex assessore ai lavori pubblici, era stato criticato per lo sgombero neve, come leggo dai giornali del 2010, 2013, 2015».

Rocco Pulitanò: «Ma questa era la risposta all'interrogazione? Nelle "comunicazioni" potete davvero lanciare questi attacchi a chi ha amministrato in passato?». E Davide Oreglia: «Assessore, guardi che le interrogazioni non sono un atto di accusa. Noi siamo qua perché siamo stati eletti, quella mattina abbiamo ricevuto segnalazioni e richieste, vogliamo dare loro risposte». Guido Bessone, consigliere di maggioranza: «Le nevicate generano sempre polemiche e disagi: non mi pareva il caso di fare un'interrogazione così tanto demagogica».

Piccata la replica di Enrico Rosso, sempre extra-interrogazione: «Uno "sproloquio" dell'assessore. La sua risposta, anche ai giornali, alludeva alle condizioni meteo avverse di questa nevicata particolare: assessore Campora, ogni tanto bisognerebbe anche sapersi prendere le proprie responsabilità. C'è stata una mancanza di coordinamento e controllo su operazioni di sabbiatura e sgombero. Nel 2010 scesero 150 cm di neve in una settimana e furono spesi, solo per quella settimana, 300 mila euro di sgombero neve. Questa volta ci sono stati disagi con 15 cm. Non dico che "ve ne siete fregati", ma c'è stata chiaramente una mancanza».

Interviene anche il presidente Elio Tomatis: «La nevicata è stata indubbiamente particolare, ce ne siamo accorti tutti. Non mi pare di aver sentito proposte su come migliorare, però. Ho visto tanta gente lamentarsi, ma poca spalare la neve. Noto però un aspetto politico: non avevo mai visto un’interrogazione presentata da gruppi politici rivali, destra e sinistra, quasi “contro-natura”. Siamo davanti a una vera “coalizione di opposizione”, che critica tutto. Non so quale fine abbia questo vostro “matrimonio”, ma mi piacerebbe che questo faccia riflettere».

Cesare Morandini, PD: «Era un'interrogazione doverosa, sacrosanta- replica -. Non c'è nessuna alleanza». E anche Rocco Pulitanò, Fratelli d'Italia, ribatte: «Vi tranquillizzo: non c'è nessun "matrimonio". A differenza di quello che invece avviene in Provincia, che vede Robaldo alleato col PD».

E l’interrogazione? Completamente disinnescata: la risposta e la relativa discussione sono durate in tutto tre minuti.

Musica, spettacoli, cinema all’aperto, circo, arte: a Mondovì un luglio pieno di cose da...

Abbiamo raccolto qui, in un'unica pagina, gli eventi in programma a luglio a Mondovì.: sarà un'estate decisamente ricca di appuntamenti con MoVì Festival, Piazza di Circo, i Doi Pass. Clicca su ogni articolo per i...

Ceva: intervista al neo sindaco Mottinelli. «La politica è una passione che ho coltivato...

40 anni il prossimo 23 giugno, Fabio Mottinelli è il nuovo sindaco di Ceva, dai banchi dell’opposizione alla poltrona di primo cittadino. Gli abbiamo posto alcune domande riguardanti il suo percorso in ambito politico...

Paroldo: la Giunta del neo-sindaco Ferro

Andrea Ferro, nuovo sindaco di Paroldo, ha nominato la sua Giunta. Vicesindaco è Alessio Maestro (già vice sindaco uscente), con deleghe a turismo, manifestazioni, albergo diffuso, bandi e finanziamenti, mentre Roberto Giailevra è assessore...

Mombasiglio: ecco la nuova Giunta

Nel corso del primo Consiglio comunale della nuova Amministrazione a Mombasiglio, il neo-eletto sindaco Basilio Buzzanca ha annunciato la composizione della nuova Giunta. Il vicesindaco è Giovanna Ferrero, con delega al bilancio, mentre Alex...
video

VIDEO ANTEPRIMA – Conosci la storia del Carcere di Mondovì?

  Visualizza questo post su Instagram   Un post condiviso da L'Unione Monregalese (@unionemonregalese)

A Mondovì a luglio e agosto attivo il servizio di “Scuola Materna estiva”

Anche per il 2024 il Comune di Mondovì attiverà la Scuola Materna estiva, con l’obiettivo di soddisfare le esigenze delle famiglie con genitori entrambi lavoratori, assicurando così un accompagnamento educativo-assistenziale durante il periodo delle...