“Pane, non bombe!” a Rocca Cigliè: gli “Amici del forno” contro le spese militari

Venerdì 29 marzo dibattito-incontro su “la fame come arma di guerra”. La sera di Pasqua, pizze take-away al forno comunitario, ad offerta libera

Gli “Amici del forno”, che gestiscono il bellissimo forno a legna comunitario nel centro di Rocca Cigliè, in occasione della Pasqua, organizzano l’evento “Pane, non bombe!”; due appuntamenti per la consapevolezza alimentare, contro le spese militari. «Gli scenari internazionali di crisi militare ed umanitaria sono tanti, troppi. Quasi da non riuscire a tenerne il conto. Ucraina, Palestina, Sudan, Yemen, Siria, Haiti, Libano, Armenia, Kurdistan, Afghanistan, Malaisia, Tigray, Congo... e la lista potrebbe essere più lunga: è la guerra ovunque, la guerra globale – spiegano i volontari –. Un sistema-mondo che da un lato è in grado di armare aerei fulminanti e droni “intelligenti”, missili e contromissili ipersonici, macchine di morte a guida e decisione autonoma; e che dall’altro non riesce a nutrire decentemente più di un miliardo di persone, ed i cui meccanismi umanitari faticano a tenere il passo delle decisioni economiche e politiche. Metodi di guerra medioevali, la terra bruciata, l’assedio, la carestia e l’affamamento ritornano prepotenti come mezzo di risoluzione dei problemi internazionali. È uno sfregio all’umanità: centinaia di migliaia di morti provocate dalla fame e da malattie facilmente curabili, generazioni innocenti in ampie regioni geografiche “dimenticate da Dio e dagli uomini”, dove la comunità internazionale non riesce o non vuole fare arrivare i suoi aiuti umanitari ed i suoi discorsi sui diritti dell’uomo».

Gli appuntamenti
Di questi temi di stretta attualità, si discute venerdì 29 marzo alle ore 20.45, nella sala culturale in piazza della Torre, a Rocca Cigliè, in occasione dell’incontro-dibattito aperto: “La fame come arma di guerra e l’uso geopolitico degli aiuti umanitari”. Il secondo appuntamento di “Pane, non bombe!” è in programma per il giorno di Pasqua, domenica 31 marzo. A partire dalle ore 18-30 e fino alle 22.30, presso il forno comunitario, “Fate la pizza non fate la guerra”. Per l’occasione, gli “Amici del forno” prepareranno le pizze per un take-away a offerta libera (prenotazioni al 334-2180688), in contemporanea, possibilità di apericena con “giro pizza” al Circolo Acli (prenotazioni al 333-6882283).

Chirurgia Laser Difetto Visivo

Chirurgia laser per correggere il tuo difetto visivo: scopri se sei idoneo

Miopia, astigmatismo, ipermetropia, presbiopia - Non lasciare che la paura di togliere gli occhiali ti impedisca di fare le cose che ti piacciono: vieni l’8 e 19 aprile al Centro Abax di Cuneo per...

Villanova: la Pro loco si è presentata alla popolazione

È stata presentata nel tardo pomeriggio di sabato la nuova Proloco villanovese e il suo direttivo. Ad introdurre la nuova realtà è stato il sindaco Roberto Murizasco che ha ribadito il supporto...

Big bench: anche Dogliani e Ceva tra i finalisiti del contest “Art Challenge”

Il Palablack Miroglio Fashion di Alba ha ospitato, oggi pomeriggio (13 aprile), la premiazione del primo contest "Art Challenge", organizzato dal Big Bench Community Project, la Fondazione che si occupa della promozione e della...

A Ceva furti nei negozi nella notte: rubati alcuni telefonini

Alcuni locali del centro storico di Ceva sono stati "visitati" dai ladri nella notte appena trascorsa. Ignoti si sono introdotti, forzando gli ingressi, all'interno di un negozio di telefonia e di un fruttivendolo. Nel...

Mondovì: sboccia la Primavera – FOTO E PROGRAMMA DELLA FIERA

È cominciata la Fiera di Primavera 2024. Sabato 13 e domenica 14 aprile a Mondovì un weekend floreale, con 400 espositori tra florovivaisti, produttori agricoli, auto-moto e mezzi agricoli, giochi per bambini, laboratori, talk,...
Nord Sud Castello Cigliè

Nord vs Sud: la disfida dei vini “Al Castello” di Cigliè

Venerdì scorso si è svolto il secondo appuntamento delle “4 sere Al Castello” di Ciglié, con l’intero ristorante dedicato all’evento “Bolle al buio - Sicuri di essere grandi intenditori di bollicine?”, in cui vini...