Il tempo e le stagioni. Nelle nuove foto di Michele Pellegrino

Uno splendido album e una mostra a Borgo S. Dalmazzo del fotografo di Chiusa 

Nel nome (che è lo stesso dell’indimenticabile cardinale di “Camminare insieme”) Michele Pellegrino porta scritto un destino di continui pellegrinaggi e conversioni. E’ un viandante che non usa bastone, zucca e conchiglia del pellegrino proteso a lontani santuari, ma macchine fotografiche fino a ieri pesanti e ingombranti e oggi più maneggevoli e non meno perfette. Dal 1972 in poi, guardando nell’obiettivo con occhio chiaro e con affetto puro, ha fissato genti di provincia e di un nord piemontese preda del sottosviluppo; ha sbirciato scene di matrimonio; ha evidenziato incanti ordinari in architetture minori del Monregalese; è penetrato con delicatezza in clausure conventuali, cosa concessa solo a pellegrini contemplativi come lui. Di scatto in scatto, di libro in libro, anelando sempre più alla perfezione, si è immerso nelle montagne della memoria, nei silenzi, nelle ombre, nelle luci, nelle acque e nelle nevi dei monti. E, attraverso le immagini, ha colto storie e problemi di uomini, di luoghi, di paesi.
A nove anni era già al lavoro, in estate, come umile servitorello in cascine della natia val Pesio; poi divenne artigiano piastrellista, fino a che fu folgorato dalla fotografia sulla via di Chiusa. Allora, da autodidatta, cominciò a far tesoro delle sue esperienze traducendole in immagini pregnanti, a volte polemiche, a volte di sobria ma intensa poesia. Scatti e stampa sempre in rigoroso bianco e nero, con incontentabile perfezionismo e con un taglio e un gusto personalissimi che ne fecero un maestro dell’obiettivo di livello mondiale. Sempre in cammino, sempre avido di scoperte e di approfondimenti per giungere all’essenza delle cose: di quelle animate e anche di quelle apparentemente inanimate, come le rocce, le nuvole, le acque, i fiori. E proprio per rendere al meglio queste meraviglie della natura e le emozioni non solo estetiche che suscitavano in lui, Pellegrino attuò in se stesso la conversione a cui mai avrebbe pensato ma che stava scritta nel suo nome e nel suo destino: il passaggio dall’ascetico bianco e nero al colore filtrato da moderne macchine “digitali”. Un impatto “devastante” con quelle diavolerie – ammette – però una “scappatoia salvifica”, anzi una magia emozionante per lui e per noi. Grazie ad essa, il pellegrinante Pellegrino ha potuto fissare le coloratissime armonie dei fiori di montagna, cogliere tracce di ere geologiche nelle rughe e nelle linee astratte di rocce che prima trascuravamo, e aggiungere altri inviti alla contemplazione: pietre che non sono soltanto pietre, onde e scogli d’un mare di casa mai visto così nuovo; e nevi, nebbie, stagni, autunni d’una bellezza consueta eppure sorprendente, metafora della nostra stessa vita.
Queste nuove tappe del pellegrinaggio per immagini di Michele Pellegrino attraverso “il tempo e le stagioni” sono ora visibili nello splendido catalogo presentato da Mario Cordero, super collaudato esegeta dell’autore, e in una mostra inaugurata il 22 novembre alla galleria “La Luna” di Borgo San Dalmazzo in via Roma 92, e aperta fino al 28 dicembre (sabato ore 10,30 - 13; 16 - 19; domenica 10,30- 12,30).

mondovì times square new york

LE BELLEZZE DI MONDOVÌ SUI MEGASCHERMI DI TIMES SQUARE A NEW YORK

L'Unione Monregalese ha fatto proiettare le bellezze di Mondovì in Times Square a New York: grazie a Pixel Star di TSX Ieri, mercoledì 21 febbraio, sui megaschermi di Times Square a News York, alle 17,15...

Camioncino ribaltato alle porte di Mondovì, lunghissima coda in via Tanaro

Lunghissima coda stamattina, lunedì 26 febbraio, all'ingresso di Mondovì in via Tanaro all'altezza della rotonda di fronte al casello dell'autostrada Torino-Savona, per un incidente: un camioncino con cestello si è ribaltato, bloccando la circolazione....

Carnevale di Mondovì 2024, i vincitori sono il carro di Centallo-Fossano e le Cantine

Al Carnevale di Mondovì 2024 i vincitori sono loro: gli "omini di latta" del carro di Centallo-Fossano e i Moschettieri del gruppo delle Cantine Bonaparte di Mondovì Piazza. Il verdetto della giuria si fondava...

METEO – Allerta gialla per lunedì 26 febbraio

ARPA Piemonte ha diramato allerta gialla per lunedì 6 febbraio sul Sud Piemonte, Monregalese e Cebano. Al momento NON è prevista alcuna chiusura dei plessi scolastici. La nota di ARPA: «La presenza di una saccatura...
libro cura dono volontariato

“La cura del dono”: un libro donato a sua volta per sostenere le Associazioni...

È in distribuzione nelle librerie e presso alcune Associazioni di volontariato di Mondovì, il libro “La cura del dono”, scritto dalla 4ª A del Liceo Classico di Mondovì, edito da “Gli Spigolatori” e illustrato...