Tenta il suicidio aprendo il gas, salvato dai Carabinieri

Il sessantenne, residente nel centro storico, era agli arresti domiciliari

Foto di repertorio

Nella notte tra lunedì e martedì, poco prima delle 3, un equipaggio della Radiomobile dei Carabinieri di Mondovì stava svolgendo i consueti controlli, nei confronti di un soggetto sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, residente in via Rosa Govone, nel centro storico di Breo. All’arrivo davanti al piano della palazzina i militari hanno cominciato ad avvertire un fortissimo odore di gas. Sulla porta della persona in questione compariva inoltre un biglietto sul quale venivano manifestati chiari intenti suicidi. È scattato così prontamente l’allarme ai Vigili del Fuoco e sono state evacuate le altre quattro famiglie che abitano nello stabile. Con l’aiuto dei pompieri, le forze dell’ordine sono entrate nell’appartamento trovando l’uomo, un sessantenne, sdraiato a letto. È stato così accompagnato dal personale medico del 118 al Pronto Soccorso di Mondovì, dove si trova attualmente per accertamenti. Fortunatamente l’attacco della luce nell’appartamento è risultato staccato e non ci sono state conseguenze.